Aeroporto di Catania, stop del Governo al prolungamento della pista

Aeroporto di Catania, stop del Governo al prolungamento della pista

di -
catania-aeroporto
L'aeroporto di Catania

Il Governo dice no all’ampliamento della pista dell’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania. I lavori per il prolungamento della pista dell’aeroporto Fontanarossa (per ora) non si faranno. Come riportato da diverse fonti stampa, dalle opere prioritarie elencate nel Documento di economia e finanza, approvato dal consiglio dei ministri, scompare infatti il progetto di interramento dei binari della ferrovia Catania-Siracusa a ridosso dello scalo. Progetto che avrebbe potuto estendere la pista per accogliere così anche i voli intercontinentali.

Un’opera “indispensabile per il territorio”, commenta l’ad di Sac (società di gestione del Fontanarossa), Nico Torrisi. Anche perché da novembre 2016 a oggi il traffico passeggeri su Fontanarossa è cresciuto in media del 19%, con quasi 8 milioni di passeggeri nel 2016. E a marzo di quest’anno ha registrato 589.867 passeggeri in transito, in aumento del 13,39% rispetto al marzo 2016.

Numeri in crescita, quindi, che stanno attirando l’attenzione di nuove compagnie aeree, pronte a investire sullo scalo catanese.

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha quindi fissato per la settimana prossima una riunione con il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, alla quale prenderà parte anche una delegazione di Sac.

“Al ministro ricorderò come quest’opera, che consentirà di far atterrare a Catania anche i grandi aerei, sarà decisiva per lo scalo aeroportuale maggiore del Meridione, che sta crescendo con il maggior impulso rispetto al resto dell’Italia – dichiara Bianco – . Ricorderò come la seconda pista è fondamentale per lo sviluppo non soltanto di Catania o del Distretto del Sudest, ma dell’intera Sicilia e di un Sud che può dare un impulso decisivo alla crescita del Paese”.