Per favorire la crescita economica locale, Istituto Oikos – organizzazione non profit che lavora in Italia e nel mondo per la tutela dell’ambiente e la promozione di forme di sviluppo sostenibile – e il Comune di Formazza lanciano un’iniziativa di turismo sostenibile nel territorio della Val Formazza, nell’alto Piemonte: una serie di proposte escursionistiche, dalle passeggiate in bassa valle alle uscite ad alta quota, pensate per tutti coloro che vogliano conoscere da vicino le bellezze paesaggistiche e le tradizioni culinarie locali.

Gli itinerari toccano tutte le attrazioni principali della zona, come la Cascata del Toce, che ha affascinato artisti come Richard Wagner e Gabriele D’annunzio. Inoltre consentono al tempo stesso di entrare a contatto con una storia culturale e gastronomica centenaria, grazie alle visite agli alpeggi in quota e alla spiegazione sulle tecniche produttive delle eccellenze locali, come i prodotti caseari.

A questo link tutti i dettagli sui percorsi, attivi da giugno a ottobre sia per il 2017 che per il 2018: http://www.turismovalformazza.it/wp-content/uploads/2017/05/brochure_val_formazza.pdf

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto Pomatt! Pratiche di resilienza per la valorizzazione dell’agro-biodiversità e la promozione dell’economia locale in Val Formazza. Promosso da Istituto Oikos e dal Comune di Formazza e finanziato da Fondazione Cariplo, mira a valorizzare e promuovere i prodotti locali, iniziative di turismo gastronomico e culturale e percorsi di sensibilizzazione ambientale per studenti e cittadini. Con un obiettivo: contrastare l’abbandono delle aree montane e promuovere una forma di sviluppo sostenibile nel territorio di Formazza.

La Val Formazza deve oggi fronteggiare un grande paradosso: magnifici paesaggi, sentieri escursionistici e numerose specie alpine rendono la Valle una meta ideale per gli amanti della natura, tanto in estate quanto in inverno. Eppure l’economia locale si basa su un sistema produttivo dall’equilibrio molto fragile, a causa del progressivo abbandono delle aree agricole montane.

Le escursioni sono organizzate dall’Ufficio Turistico di Formazza e dall’associazione ATCF (Associazione Turismo e Commercio di Formazza); i partecipanti, coperti da assicurazione R.C. per tutta la durata dell’escursione, saranno accompagnati da guide esperte dell’associazione GEA VCO (Guide Escursionistico-Ambientali del Verbano Cusio Ossola).

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio turistico di Formazza, presso il Municipio di Ponte di Formazza.
0324-63059 prolocoformazza@libero.it

La Valle si raggiunge con la Strada Statale 33 Gravellona Toce – Sempione, uscita Baceno – Formazza.

 

Ultime notizie

Singapore Airlines annuncia che a partire dal prossimo 1° settembre, con due mesi di anticipo rispetto alle previsioni che vedevano l’aeromobile operativo dal 29...

Costa Crociere ha scelto Amazon.it per lanciare un nuovo servizio nell’ambito del progetto “CostaNext – insieme verso il futuro”, programma studiato per supportare efficacemente lo...

Media Partnership