Alitalia ha inviato alle organizzazioni sindacali, alle associazioni professionali, al Ministero dello Sviluppo Economico, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una lettera in cui si richiede la proroga del trattamento di cassa integrazione straordinaria (CIGS) per ulteriori sei mesi, dal 1 novembre 2017 al 30 aprile 2018.

“Il prolungamento è necessario – fa sapere Alitalia in una nota – per proseguire sulla strada del contenimento dei costi, teso a rendere l’azienda quanto più possibile economicamente sostenibile, salvaguardando al contempo la piena operatività di Alitalia. La richiesta, inoltre, tiene conto della revisione e ottimizzazione del network della Compagnia e, in modo particolare, della diminuzione del traffico aereo che tradizionalmente caratterizza la stagione invernale”.

La procedura, così come avvenuto alla fine di maggio, continuerà a coinvolgere tutto il personale Alitalia, di terra e di volo, con un’applicazione proporzionale alle necessità operative e gestionali dell’azienda. La nuova fase della CIGS avrà un impatto superiore rispetto ai sei mesi precedenti proprio a causa del ridotto traffico della stagione invernale: per il personale di terra sarà applicata per un numero di giornate lavorative equivalenti a 1.230 risorse; mentre per il personale di volo sarà applicata per un numero di giornate equivalenti a 190 piloti e 380 assistenti di volo. La CIGS sarà, come nei sei mesi precedenti, con modalità a zero ore o a rotazione.

Ultime notizie

L'autunno è arrivato e con i primi freddi è giunta anche l'annunciata chiusura dell'acquisizione di Blue Panorama da parte di Uvet, una novità che...

Per ogni ospite sorridente, c’è sempre un professionista dietro le quinte che ha reso il suo soggiorno indimenticabile magari adoperandosi per fare qualcosa che andava...

Media Partnership