Allegroitalia punta a quota 30 strutture entro il 2019

Allegroitalia punta a quota 30 strutture entro il 2019

Allegroitalia
Allegroitalia

Dalle attuali 16 strutture a quota 30 entro il 2019. È l’obiettivo di Allegroitalia Hotel & Condo, che ha da poco siglato l’accordo che prevede la gestione dall’1 aprile 2017 del nuovo Allegroitalia Ortigia, in Sicilia. Con la new entry, i condotel presenti in Italia a brand Allegroitalia raggiungono quota cinque: San Pietro all’Orto 6 a Milano, Alagna Palace ai piedi del Monte Rosa, Golf Elba, Agritrulli a Ostuni e Allegroitalia Ortigia. Ma dall’attuale capacità di oltre 1.000 camere, suddivise in 16 strutture, la società punta ad arrivare a quota 30 entro nel giro di poco più di due anni.
Per raggiungere lo scopo, come sottolinea il presidente Piergiorgio Mangialardi, è necessario continuare a investire, non solo in termini economici ma anche sulle risorse umane. “Ed è proprio in quest’ottica che è recentemente entrato a far parte del team Guido Castellini, che si occuperà dello sviluppo, in termini di gestione diretta, affiliazione, management o affitto, sia degli alberghi e condotel col marchio Allegroitalia sia dei midscale Espressohotel”. Con una lunga esperienza nel campo del real estate, della valorizzazione patrimoniale e sviluppo di progetti nel settore turistico ricettivo, Castellini viene dalla divisione hotel di Alessandro Rosso Group. E si dice “certo che vinceremo la sfida che ci siamo prefissati”.

Ultime notizie

Emirates ha nominato Flavio Ghiringhelli nuovo Country Manager per l'Italia. Succede a Fabio Lazzerini, nominato a settembre scorso Chief Commercial officer di Alitalia. Ghiringhelli, che...

Dopo aver aperto le porte ai boutique hotel (leggi l'articolo) Airbnb prosegue nella ridefinizione delle propria offerta con un servizio dedicato alle case di lusso: con...

Media Partnership