Quest’estate solo il 47% degli italiani prevede di fare almeno un pernottamento fuori dal proprio comune di residenza. Con un calo del 7% rispetto al 2015 e molto lontano dai dati pre-crisi del 2006 quando il 74% degli italiani andava in vacanza in estate.

Sono i dati che emergono da una ricerca Doxa, sulle intenzioni degli italiani per le vacanze estive 2017.
Il picco si raggiunge tra gli over 54 che quasi in due casi su tre resteranno al proprio domicilio. Per questione di budget, prima di tutto. Ma anche di sicurezza.

Perché, anche a giudicare dalle mete scelte dai vacanzieri, la questione terrorismo con relativi rischi percepiti ha fatto capolino nel nostro altrimenti piuttosto prevedibile paniere di destinazioni estere. Con la Francia precipitata a quota 4% tra le preferenze oltreconfine dei viaggiatori nostrani contro il 15% del 2015.

MILLENNIALS I PIU’ GIRAMONDO

Quest’estate saranno i giovani a viaggiare di più. Per l’esattezza: il 63% tra i 15-34enni, i così detti Millennials. Sopra la media nazionale anche le famiglie con figli in età 0-14 anni: saranno il 56% del totale a mettersi in viaggio. Optando perlopiù per mete italiche. Sul totale campione andranno più in vacanza i residenti al Nord-Ovest (54,7%) e Centro (54,6%). Appena il 35,1% degli abitanti del Sud e delle Isole invece si concederà tale svago. Ma su questo punto va anche detto che chi vive in queste aree spesso ha il mare molto vicino a casa.

SCENDE LA DURATA MEDIA

Per quel che concerne la durata media delle vacanze poi va detto che sarà pari a 10,2 giorni. In calo di oltre 2 giorni sul 2015 quando si attestò a quota 12,5 giorni. Ma a fronte di tanti, tantissimi “sprinter” della vacanza, che in un caso su 5 dovranno accontentarsi di un week-end breve, e dunque, solo sabato e domenica, ci sono pure i fortunatissimi: il 4,2% del campione starà fuori casa tra 1 e 2 mesi e l’1,2% addirittura oltre 2 mesi.

IL MARE DOMINA

Il mare la fa ancora da padrone con il 71,6% delle preferenze dei viaggiatori. Seguono, lontane, la montagna (15,5%), le città d’arte (7,1%), la campagna (1,8%) e il lago (1,5%).

Italia naturalmente in testa alle preferenze. A sceglierla sarà il 75,4% del campione. Con in testa Sicilia, vera regina dell’estate 2017, scelta dal 12,7% dei viaggiatori. Nella top 7 seguono Puglia (11,4%), Veneto (9,2%), Sardegna (8,2%), Trentino Alto Adige (8,1%), Emilia Romagna (7,8%) e Toscana (7,3%).

All’estero guadagnano terreno la Spagna, ora ai vertici della classifica extraItalia con addirittura il 22,5% delle preferenze (contro il 12% del 2015), e la Croazia (12,9% contro il 5% del 2015). New entry poi l’Austria con il 5,4% delle scelte. Mentre perde qualche posizione la Grecia (7,5% contro il 10% del 2015).
Tra chi opta infine per mete lontane Stati Uniti e i Paesi del Sud America restano le più ambite.

HOTEL BATTONO APPARTAMENTI

Gli alberghi restano al vertice delle preferenze degli italiani che optano per hotel o pensioni nel 36% dei casi. E la scelta è pressoché trasversale tra le differenti classi d’età. Seguono le case di famiglia (29,3%), gli appartamenti vacanza (18,5%), i campeggi (6,6%), i bed & breakfast (4,6%), i villaggi turistici (4,5%) e gli agriturismi (3,2%). Nessuna particolare novità infine sul mezzo di trasporto principale utilizzato per mettersi in viaggio, con l’auto di proprietà al 69% delle preferenze, seguita dall’aereo (16%) e dal treno (7%). Unica nota in più: crescono le auto a noleggio. A utilizzarle sarà il 14% dei vacanzieri contro il 10% del 2015.

Ultime notizie

La decisione del luogo in cui passare le ferie estive è influenzata da fattori molto diversi tra loro e tra i principali c'è sicuramente il...

Sei startup e quattro aggregazioni di imprese con progetti innovativi nel settore del turismo montano hanno vinto la sfida dell'Accelerathon di Falcade (Belluno). Si...

Media Partnership