L’operazione era stata annunciata a maggio dello scorso anno e ora potrà essere formalizzata: nella riunione del 4 agosto 2016 l’Autorità garante per la concorrenza e per il mercato ha deliberato che l’acquisto delle strutture di Una hotels & resorts da parte di Atahotels (gruppo Unipol Sai) “non determina la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante sul mercato interessato tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza”.

Secono l’Agcm l’aumento di quota di mercato nel settore alberghiero del gruppo Unipol dopo l’acquisizione sarà molto contenuta e in ogni caso inferiore all’1% con possibili sovrapposizioni solo nelle aree di Milano e Bologna.

L’operazione di fusione porterà il gruppo Atahotels alla cifra di 51 strutture alberghiere grazie all’integrazione di 31 immobili gestiti da Una (17 di proprietà) e darà vita al più grande gruppo alberghiero italiano seppure in un mercato molto frammentato.

Domenico è giornalista e consulente in web marketing nei settori del turismo, dell'enogastronomia e dell'organizzazione di eventi. Iscritto all'Odg dal 2001, è editor di Webitmag - web in travel magazine da aprile 2015 e direttore editoriale di Qualitytravel.it da settembre 2017 Laureato in economia aziendale in Bocconi, in passato è stato digital project manager di progetti editoriali b2b di successo e di alcune delle più importanti manifestazioni in Italia su turismo e meeting industry

Ultime notizie

Con il rebranding in AirItaly, Meridiana ha svelato le proprie ambizioni di diventare un vettore di importanza nazionale per fare diretta concorrenza ad Alitalia.Nel...

Il Gruppo Hit, principale corporate turistica della Slovenia, ha partecipato all’edizione 2018 della Borsa Internazionale del Turismo con un desk dedicato all’interno dello stand...

Media Partnership