Atos, Worldwide IT Partner del Comitato Olimpico Internazionale, è pronta a far vivere un’esperienza mediale unica agli spettatori e a tutti i protagonisti di Rio 2016 che prenderà il via ufficialmente sabato 6 agosto.. Le tecnologie integrate e le soluzioni d’avanguardia implementate dai business technologists della multinazionale francese garantiranno la massima sicurezza e offriranno l’opportunità di respirare l’atmosfera olimpica in real time, da qualunque dispositivo e da ogni parte del mondo.

Rio 2016 rappresenta un importante traguardo nella trasformazione digitale dei Giochi Olimpici, che si svolgeranno in un regime di massima sicurezza grazie a sistemi informatici altamente sofisticati e che si caratterizzeranno per l’efficienza dei molteplici servizi gestiti per la prima volta in cloud.

logo Atos

L’innovazione tecnologica viaggia di pari passo alla user experience, cui Atos attribuisce un grande valore: il lancio dell’“Olympic Video Player”, realizzato attraverso l’integrazione di differenti linguaggi mediali, ad esempio, fornisce in tempo reale risultati, statistiche, biografie, curiosità, commenti sui social media e tanto altro; lo sviluppo del “Games Management System” che supporta la pianificazione e l’accreditamento di più di 300.000 persone, tra volontari, atleti e giornalisti; la progettazione dell’ ”Information Diffusion System” che, gestito direttamente dal TOC (Technology Operation Center), fornisce ai commentatori e ai giornalisti dotati di touch screen i risultati delle gare di tutte le discipline, ancora prima di udire il boato della folla acclamante; infine l’applicazione “myInfo+” che permette a media accreditati, atleti, allenatori e partner ufficiali di personalizzare la propria esperienza olimpica digitale, selezionando contenuti, classifiche, informazioni di trasporto e calendari di gara.

“L’evoluzione tecnologica di cui Atos è promotore non conosce confini.” commenta Giuseppe Di Franco, Chief Executive Officer di Atos Italia, che aggiunge: “La nostra forza è racchiusa nell’armoniosa unione tra innovazione, persone e business. Emblema ne è il prossimo appuntamento olimpico che mette in risalto la consolidata esperienza e il know how maturati dai nostri business technologists e che ci proietta anche nelle future sfide, tra cui quella delle Olimpiadi di Tokyo 2020.”