Authors Posts by webitmag

webitmag

881 POSTS 0 COMMENTS

giubileo-roma

Il gruppo Expedia ha incontrato la scorsa settimana gli hotel partner di Roma in occasione di un evento in cui ha presentato le soluzioni, i programmi e gli strumenti disponibili nell’Expedia® PartnerCentral (EPC),lo strumento ideato per permettere agli albergatori di gestire e migliorare il loro business.

Roma è una delle città che dà più soddisfazione al colosso americano, classificandosi tra le prime tre destinazioni di viaggio in Italia, con un incremento del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In particolare, la quota di domanda nella capitale da parte dei turisti internazionali è cresciuta sino al 95% circa, rispetto all’85% registrato a gennaio 2017,  rendendo così Roma la città ideale per organizzare un evento per celebrare gli hotel partner di Expedia. Anche la ricerca di pacchetti volo + hotel per la capitale, infatti, è incrementata del 20% nel trimestre rispetto allo scorso anno.

“Crediamo fortemente nell’importanza di costruire relazioni solide e floride: proprio per questo abbiamo voluto organizzare un evento speciale per incontrare i nostri hotel partner e rinforzare i nostri rapporti con loro. I risultati ottenuti nel secondo trimestre di quest’anno hanno riaffermato la forza di Roma come una delle destinazioni italiane preferite dai viaggiatori. E noi ci impegneremo per migliorare questi risultati ulteriormente. È proprio per questo che è stato così importante incontrare i nostri partner, illustrare loro le nostre ultime innovazioni e discutere insieme come ottimizzare al meglio il loro business grazie alla Expedia Powered Technology” ha commentato Marco Sprizzi, Director Market Management Italy Central South & Malta del gruppo Expedia.

Per presentare al meglio le soluzioni per il business offerte da Expedia e per raccogliere importanti riscontri a livello locale, ha partecipato all’evento anche Benoit Jolin, Vice President Global Product del gruppo Expedia. Jolin ha spiegato agli hotel partner come sfruttare al meglio le varie innovazioni messe a loro disposizione sulla piattaforma EPC, come Points of Interest (Luoghi di interesse): una nuova funzione di EPC che consente alle strutture di creare un elenco personalizzato di attrazioni culturali, attività ed esperienze tipiche del posto, REV+: uno strumento di revenue management ideato per fornire agli hotel partner dati utili, informazioni, e analisi approfondite e rilevanti o EPC Property Analytics: un’avanzata tecnologia che permette agli hotel partner di poter approfondire ancor più nel dettaglio i dati del proprio business, facendo leva sulle informazioni più recenti, sulle caratteristiche dello scenario competitivo e sui dati di mercato.

Dopo il successo dello scorso anno, si terrà dal 26 al 28 ottobre 2017 presso l’Hotel Marina Beach di Orosei la seconda edizione del Meet Forum, forum dell’economia del turismo nell’area del Mediterraneo:  un appuntamento che si candida a diventare un laboratorio abituale per operatori del turismo, accademici, istituzioni, intermediari finanziari e assicurativi, vettori e tutti coloro che sono alla ricerca di un evento formativo e stimolante in grado  di fornire ai partecipanti strumenti concreti e realmente utili.

L’evento è organizzato da Portale Sardegna Spa, OTA specializzata nell’Incoming Sardegna, da poco quotata in Borsa e che ha messo a disposizione di questo evento la sua ultra decennale esperienza nel turismo.

Il tema principale del Meet  Forum 2017, che vedrà Webitmag come media partner, sarà “l’allungamento della stagione”, obiettivo che verrà declinato in 6 azioni per governare le destinazioni : Confrontare, Raccontare, Collegare, Valorizzare, Distribuire, Finanziare.

Ad ogni azione verrà associato un tavolo di lavoro in cui si siederanno esperti provenienti da tutto il Mediterraneo. Gli stessi esperti gestiranno nella giornata  successiva un  Grande Laboratorio del Turismo di 18 seminari, con un modello che prevede la partecipazione attiva di tutti gli operatori del settore.

A gestire i tavoli di lavoro sono stati chiamati esponenti di altissimo standing internazionale al fine di garantire la massima professionalità e risultati all’altezza degli obiettivi che l’evento si propone.

Tra questi ci saranno ad esempio David Jarach, docente di marketing all’Università Bocconi e advisor nei settori aviation e travel, Josep Ejarque, Professionista in Destination Management e Destination Marketing,  Philipp Wagner di Reise Analyse e Massimiliano Vavassori, direttore del centro studi del touring club italiano

Il Forum è stato definito da molti osservatori come un punto di incontro per affrontare in maniera concreta le principali tematiche di settore. Un evento che punta più ai contenuti che all’apparenza, tanto che la novità del 2017 è stata la creazione di un Comitato Scientifico gestito e coordinato da “Sardegna2050” per garantire la qualità dell’evento.

Il Meet Forum è anche un importante occasione di business e di creazione di nuovi network, dal momento che si svolge in un ambienti “friendly” e accomodante, nella magnifica cornice di Orosei.

I partecipanti avranno infatti la comodità di alloggiare e di mangiare nella stessa struttura che ospiterà i lavori favorendo le relazioni e  la produttività dell’esperienza . Lo staff, inoltre, su richiesta, svolgerà il ruolo di “contact manager”, favorendo gli  incontri e aiutando gli operatori a individuare le persone con cui intessere relazioni.

Nello spazio dedicato al B2B e nella “Financial & Insurance Zone” gli operatori avranno inoltre l’occasione di presentare i loro progetti a una schiera di Intermediari Finanziari e Assicurativi pronti ad offrire la loro consulenza e assistenza personalizzata.

Partecipare al Meet Forum 2017 è semplicissimo: è sufficiente acquistare uno dei tre pass a disposizione (bronze, silver e gold) sul sito della manifestazione, www.meetforum.it.

Inoltre, inserendo il codice sconto MEETWEBITMAG, dedicato ai nostri lettori, avrete uno sconto del 10% sul costo totale del pass.

Clicca qui per prenotare subito il tuo biglietto di ingresso

450 accreditati e oltre 100 relatori presenti, con più di 2000 persone collegate in streaming.

Sono i numeri dell’edizione zero di Digital Mice, la manifestazione ideata e organizzata dalla media company Qualitytravel, con la partnership tecnica di EastEnd Studios e Tecnoconference, per proiettare il settore Mice (Meeting Incentive Convention Exhibition) nel futuro del digital con un’attenzione a tematiche attuali quali formazione e startup, sostenibilità e innovazione.

Due settori, quello Mice e quello Digital che da soli, con il turismo, valgono il 17% del Pil nazionale.

Un’alleanza può far crescere entrambi? Può farlo dialogando con altri settori come quello del digitale, che punta al 4% del pil e alla creazione di oltre 500.000 nuovi posti di lavoro in Europa, con quello delle startup, attualmente 7695 in Italia per 36.500 nuovi posti i lavoro generati, con imprese innovative attente alle pratiche sostenibili che oggi giorno influenzano le scelte degli investitori a ogni livello”.

Da qui le 4 macro aree di Digital Mice, da qui il coinvolgimento di oltre 100 personalità dei più svariati settori che hanno accettato con entusiasmo l’invito a partecipare, cogliendo il senso di una manifestazione che, al di la degli aspetti economici, mira a creare un momento di incontro, dibattito e crescita per settori determinanti per lo sviluppo economico del paese.

E poi ?

“E poi verrebbe da dire vacanza di tre mesi in sud America – dichiara Jacopo Angri, CEO di Qualitytravel – anche se in realtà stiamo già pensando alla prossima edizione, che sarà sempre a settembre, in data che comunicheremo a breve dopo il tavolo di lavoro in programma con alcuni dei player di riferimento che hanno
supportato la prima edizione e fondamentali per una crescita della manifestazione che possa contribuire, di pari passo, alla crescita del settore Mice”.

In attesa di sapere di più su date e formula della prossima edizione chi non ha potuto partecipare può rivedere i seminari on demand sulla piattaforma di APPly Group a questo link:

http://digitalmice.applygroup.it/

 

 

Partnership fra Trenitalia e mytaxi per garantire ai clienti una vera e propria seamless experience, un’esperienza senza ostacoli, attraverso l’integrazione tra treno e taxi.

La collaborazione tra la società di trasporto del Gruppo FS Italiane e la più grande App in Europa per il servizio taxi  è un esempio virtuoso di door to door e segna un altro traguardo nella realizzazione dell’ambizioso piano industriale del Gruppo FS: renderà più comodo, veloce e conveniente percorrere il “primo e ultimo miglio” cittadino, iniziando dalle stazioni di Roma e Milano, città dove la presenza di mytaxi è ormai consolidata. È la prima volta in Europa che si realizza una partnership del genere.

Le attività promozionali a favore dei clienti di Trenitalia inizieranno subito, con uno sconto del 50%, offerto da mytaxi fino al 31 ottobre, su tutte le corse pagate via App che avranno come partenza o destinazione le stazioni di Milano Centrale, Garibaldi e Rogoredo e di Roma Termini, Tiburtina e Ostiense. Nei mesi successivi si aggiungeranno ulteriori iniziative promozionali dedicate ai clienti Trenitalia, fruibili attraverso percorsi di prenotazione e acquisto interamente digitali, che consentiranno di testare l’efficacia e la qualità della nuova partnership.

Alla presentazione dell’intesa, l’Amministratore Delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, e il CEO di mytaxi, Andrew Pinnington, hanno illustrato le strategie aziendali sottese a questo accordo e il programma di progressiva integrazione tra i rispettivi sistemi informatici che consentirà ai clienti, già tra qualche mese, di acquistare voucher scontati per l’utilizzo di mytaxi direttamente sul sito internet di Trenitalia, in abbinamento all’acquisto del biglietto del treno. Inoltre, per i 6milioni e 800mila soci CartaFRECCIA, sarà presto possibile iscriversi a mytaxi inserendo il proprio codice fedeltà e accumulare un punto per ogni chilometro percorso in taxi, eliminando dall’importo della corsa anche il costo di ogni supplemento per il trasporto dei bagagli.

“La partnership fra Trenitalia e mytaxi è coerente agli obiettivi che l’azienda persegue nell’ambito del Piano Industriale di Gruppo – ha dichiarato Orazio Iacono, Amministratore Delegato di Trenitalia. – Migliorare la Customer Experience dei nostri passeggeri, sviluppare un sistema di mobilità sempre più integrato, supportato da adeguati strumenti digitali. Tutti elementi che sostanziano questo accordo e che recheranno evidenti benefici ai nostri clienti, in termini di convenienza, comfort e risparmio di tempo nel viaggio door to door: più l’esperienza è semplice e completa, più gli italiani lasceranno l’auto a casa e faranno ricorso al trasporto pubblico”.

“Crediamo fortemente in questa partnership grazie a cui siamo in grado di facilitare il viaggio e la vita dei nostri passeggeri, non solo proponendo loro un’offerta commerciale dedicata ma anche offrendo un servizio congiunto, che rafforza in modo considerevole il concetto di mobilità intermodale, smart e sostenibile”. – Ha aggiunto Andrew Pinnington, CEO di mytaxi. – “Trenitalia è un partner di eccellenza e di alto valore strategico per noi e questa è la prima collaborazione in Europa così ben strutturata che permette l’integrazione taxi-treno, per cui siamo molto orgogliosi di quest’accordo.”

La Sardegna torna nei progetti di sviluppo di Bluserena, con l’acquisizione di una nuova proprietà a Badesi, nella zona nord ovest dell’Isola, a ridosso della Gallura, facilmente raggiungibile sia dagli aeroporti di Olbia e di Alghero che dal porto di Porto Torres. La zona, in cui sarà avviata la costruzione di un nuovo villaggio, è circondata da una splendida macchia mediterranea e posto direttamente su una bellissima spiaggia sabbiosa, orlata da grandi dune.

In linea con la strategia di sviluppo ed arricchimento di servizi dei villaggi Bluserena è prevista l’apertura di un grande family resort premium 4 stelle, con una ricettività di 350-400 camere.

Bluserena avvierà il cantiere di costruzione nel 2018, prevedendone l’apertura nell’estate 2019. Come da tradizione il villaggio sarà progettato e costruito da società della Holding Carlo Maresca SpA, cui appartiene Bluserena SpA.

Un ricco piano di sviluppo per Bluserena, nata oltre 30 anni fa a Pescara, tra le più solide compagnie alberghiere italiane che oggi già offre la maggiore ricettività nel settore “Vacanze Italia”: 950.000 presenze nel 2017 in 8 villaggi 4 Stelle in Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Abruzzo e Piemonte. Dal 2018 acquisirà la gestione del complesso Nova Yardinia, il nuovo nome sarà Ethra Reserve, con 1 villaggio 4 Stelle e due 5 Stelle a Castellaneta Marina, in Puglia, all’interno di una splendida Riserva Naturale, direttamente su una grande pineta orlata da una delle più belle spiagge pugliesi. Nel 2019 con la nuova acquisizione di Badesi, Bluserena conterà 4.400 camere in 10 villaggi 4 Stelle e 2 Resort 5 Stelle.

HRS, in collaborazione con Secretary.it, la business community dedicata alle assistenti di Direzione, ha realizzato un sondaggio che ci fornisce uno scenario dettagliato di quali siano gli orientamenti e le abitudinei più diffuse nell’organizzazione dei viaggi di lavoro. Vediamoli

Quali sono gli elementi più importanti nella scelta di un hotel?

Posizione centrale o vicinanza ai luoghi di interesse e possibilità di cancellare la prenotazione il giorno stesso dell’arrivo risultano gli elementi più significativi. È di grande importanza anche la possibilità di affidarsi ad un Hotel Solutions provider in grado di offrire soluzioni end-to-end e che possa dare accesso all’offerta complessiva del mercato.

Mentre prezzo, percentuale di sconto applicato e far parte di un programma di fidelizzazione sono elementi incidentali, ma non fondamentali.

Quali sono i servizi maggiormente richiesti dai viaggiatori d’affari?

Se a dover partire saranno manager di sesso maschile la cancellazione last minute e il wi-fi gratuito sono servizi imprescindibili. Importanti sono anche il late and fast check-in e check-out seguiti dalla disponibilità di un ristorante in hotel. Early breakfast, spa e palestra, tv satellitare invece non sono elementi essenziali. Se a partire sono invece manager donne restano indispensabili la cancellazione last minute e il wi-fi, ma acquistano molta più importanza spa, palestra e ristorante a scapito di tutti gli altri servizi accessori.

“Sono diversi anni che HRS collabora con Secretary.it in quanto le Assistenti di Direzione sono molto attive e ricoprono un ruolo fondamentale come influenzatrici dei processi di acquisto del travel. Interessante come appaia evidente l’esigenza di soluzioni di outsourcing dei processi di hotellerie verso operatori come HRS in grado di offrire soluzioni end-to end e come i servizi accessori offerti dagli hotel siano sempre più rilevanti nella scelta finale” dichiara Fulvio Origo, Marketing Director di HRS

Chi si occupa delle prenotazioni degli hotel per tutta l’azienda?

La maggior parte delle intervistate (62%) dichiara di occuparsi personalmente della prenotazione e il 92% sostiene di avere un ruolo medio-alto nel livello decisionale dell’hotel da prenotare per lo staff della società. Solo il 5% di loro non se ne occupa direttamente.

Il 31% delle intervistate dichiara di occuparsi delle pratiche di prenotazione per più di 10 volte al mese, il 42% 1-2 volte a settimana e il 27% 1-2 volte al mese

Gli italiani si rimettono in viaggio ad ottobre e novembre per piccole fughe ed escursioni, in media di 3 notti. Anche gli stranieri approfittano di ponti e festività per visitare le principali città d’arte e località balneari nostrane trascorrendo in media un giorno in più. E mentre nella top 10 d’autunno il turismo interno sembra preferire le città d’arte a quelle balneari, con Roma in testa, quello dall’estero resiste sulle coste campane, siciliane e sarde.

Trivago, in una ricerca sui viaggi d’autunno ha rilevato le tendenze di viaggio esaminando le ricerche alberghiere in Italia per il periodo dal 1 ottobre al 30 novembre.

Dai dati emerge una ripresa degli short break in autunno con pernottamento medio di tre notti a ottobre e novembre con mete principali le città d’arte per quanto riguarda il mercato interno e i mari di Campania e isole per l’incoming dall’estero.

La più amata dai turisti d’autunno è Roma, resiste il balneare per gli stranieri

Roma è, come da copione, la più amata dei viaggi d’autunno, visitata nel metamotore da quasi un turista straniero su tre e dal 9% degli italiani. Seguono, seppur con delle leggere variazioni tra Paese e Paese, Venezia, Firenze e Milano.

Nella classifica delle mete italiane più ricercate dall’estero figurano anche mete balneari come Sorrento e Taormina, rispettivamente in quinta e nona posizione nella top 10 delle mete più gettonate; la Campania, la Sicilia e la Sardegna risultano complessivamente tra le regioni più richieste. In queste ultime i viaggiatori trascorreranno in media dai 5 ai 7 giorni di vacanza.

Gli italiani opteranno prevalentemente per le città d’arte, anche di medie dimensioni, come Lucca o Verona, rispettivamente in quinta e ottava posizione. Rimini, unica città al mare nella top 10 dei viaggi d’autunno degli italiani, occupa la decima posizione e risulta essere anche tra le mete più economiche del periodo con un costo medio di 59€ per camera doppia a notte.

 

Lo studio completo è disponibile sul blog di Trivago a questo link

Tokyo Tokyo Old meets new

Secondo i dati forniti dalla Japan National Tourism Organization (JNTO) oltre 24 milioni di turisti stranieri da tutto il mondo hanno visitato il Giappone nel 2016, superando ogni più rosea aspettativa del governo che da alcuni anni cercava di recuperare la flessione dovuta agli eventi di Fukushima. Un episodio che oggi sembra solo un lontano ricordo nella percezione dei turisti esteri.

La strategia di promozione si sta inoltre spostando sempre più verso l’Europa che ha visto nel secondo trimestre 2017 due mercati superare la Cina, tradizionale punto di riferimento incoming. Al primo posto per numero di arrivi nel periodo aprile-giugno 2017 c’è infatti il Regno Unito, seguito al secondo posto dall’Italia.

Sull’onda dell’entusiamo il governo giapponese ha ora fissato un nuovo obiettivo per il 2020, anno delle Olimpiadi, a 40 milioni di turisti mentre l’obiettivo di spesa dei turisti stranieri è prefissato per circa 8 mila miliardi di yen, con un trend sempre più spiccato di traslazione della spesa dal consumo materiale al consumo esperienziale.

Parte questo mese “Chiedimi il Cinque”, campagna di sensibilizzazione ai clienti delle agenzie viaggi organizzata da Fto, la Federazione del Turismo Organizzato di Confcommercio.

La campagna, annunciata già a luglio scorso, invita i clienti delle agenzie a chiedere al proprio dettagliante di riferimento le 5 domande a cui ogni operatore deve rispondere affermativamente per poter garantire la sicurezza dei propri servizi e cioé:

  • Hai l’autorizzazione ad esercitare professionalmente l’attività (S.C.I.A./Licenza)?
  • Hai una abilitazione professionale che mi garantisce la tua preparazione (Direttore Tecnico)?
  • Hai la copertura assicurativa che ti copre dalla responsabilità professionale (RCT)?
  • Hai un servizio che mi consente di riavere quanto speso in caso di tuo fallimento o insolvenza (Fondo di Garanzia)?
  • Paghi tasse e contributi e quindi mi consenti di pagarne di meno?

Per lanciare ufficialmente la campagna FTO ha definito un logo ed un “impegno scritto con il Cliente finale” messo a disposizione, in forma gratuita, di tutti gli operatori del settore che ritengono di sostenere questa iniziativa di “legalità & trasparenza”.

Per aderire non è infatti importante che l’operatore sia Socio di FTO o utilizzi la copertura del Fondo Vacanze Felici: la campagna è aperta a tutti gli operatori del settore che si sentono portatori della stessa bandiera.

Chiunque voglia contribuire all’iniziativa può richiedere a FTO il materiale usandolo liberamente.
Per esempio pubblicarlo sul proprio sito e renderlo scaricabile oppure pubblicarlo sui propri documenti per dichiararsi “legale fino in fondo”.

 

 

Travelport

Travelport ha annunciato il programma Travelport Exclusive Rates, la prima tariffa negoziata da Travelport per 1000 alberghi, dedicata ai clienti delle agenzie di viaggio corporate.

Gli hotel che partecipano al programma, localizzati in 48 paesi, offriranno tariffe negoziate con almeno un elemento in esclusiva per la Travel Commerce Platform di Travelport.

Queste offerte sono negoziate direttamente da Travelport con l’hotel, dando alle agenzie viaggi che potrebbero non essere in grado di negoziare da sole tariffe vantaggiose il beneficio del potere di contrattazione di Travelport.

Le Travelport Exclusive Rates sono disponibili per le agenzie B2B su Travelport Apollo, Travelport Galileo e Travelport Worldspan, e tramite una varietà di prodotti point-of-sale Travelport, incluso Travelport Smartpoint e Travelport uAPI aggiungendo il codice di accesso tariffario 4TM alla ricerca hotel.

Travelport Exclusive Rates si trova dunque nel flusso di lavoro degli agenti, facendo risparmiare loro tempo e aumentando l’efficienza. Con focus sulle aree in cui i viaggiatori d’affari è più probabile che si rechino, soprattutto le principali città europee, il programma è l’unico a disporre di tali offerte per hotel tra i sistemi di distribuzione globale e include hotel a quattro e cinque stelle in Euopa, Asia, USA, Africa e America Latina.

Natalie Griffiths, Revenue & Systems Manager presso Corus & Laura Ashley Hotels commenta: “Partecipare al programma Travelport Exclusive Rate ci ha permesso non solo di aumentare la portata della nostra distribuzione, ha anche facilitato il passaggio di alcune prenotazioni online al più profittevole business corporate.”

Julia Clark, Head of Systems and Process, Clarity, ha aggiunto: “Travelport Exclusive Rates aggiunge grande valore per i nostri clienti e aiuta a migliorare la performance dei nostri agenti dando contenuti più appropriati ai clienti. L’implementazione è stata facile e senza problemi e le informazioni fornite da Travelport hanno reso semplice comunicare questa nuova aggiunta a tutte le filiali.”

Wizz Air ha introdotto sul suo sito web il “Trip Planner”, un nuovo mezzo di ricerca web ideato per ispirare i passeggeri indecisi sulla destinazione della loro prossima vacanza.

Trip Planner permette ai passeggeri di scoprire nuove destinazioni offrendo una scelta di filtri flessibili basati su tipo di vacanza, aeroporto di origine, data, durata del viaggio e budget.

Le tipologie di vacanza comprendono ad esempio: pausa dalla città, vacanza in famiglia, sport invernali, sport/avventura, storia d’amore, spiaggia, “fuori dagli schemi”, divertimento/vita notturna e birra economica.

Harry Drok, Capo dell’E-Commerce a Wizz Air ha detto: “Questo nuovo motore di ricerca a lungo atteso ispirerà i nostri passeggeri a visitare destinazioni uniche ed emozionanti nel network WIZZ costantemente in crescita. Noi crediamo che Trip Planner verrà altamente apprezzato dai viaggiatori esperti intenzionati ad esplorare nuovi posti e ad intraprendere nuove avventure.”

Volagratis

L’attenzione alla sostenibilità, all’eco-compatibilità e all’efficienza energetica non si limita ai prodotti che acquistiamo o al territorio in cui viviamo ma si sta tramutando in una consapevolezza sempre più diffusa che portiamo con noi anche quando viaggiamo.
Non a caso il World Tourism Day 2017, il 27 settembre, è dedicato al Turismo Sostenibile. Per l’occasione Volagratis.com ha stilato 10 regole per essere un perfetto viaggiatore green, eccole:

1. Riutilizzare gli asciugamani

Il cambio degli asciugamani o delle lenzuola in hotel prevede un enorme consumo di acqua, energia e detersivi: aderendo al programma di riutilizzo degli asciugamani durante il soggiorno, si aiuta la struttura ricettiva a ridurre i carichi di lavaggio fino al 17%.

 

2. Non stampare i biglietti aerei

Non è necessario utilizzare carta per stampare il biglietto aereo, la prenotazione per l’hotel o l’auto a noleggio: tutte le compagnie aeree forniscono un’app attraverso cui avere a portata di mano tutte le informazioni di cui si può avere bisogno risparmiando carta e tempo.

3. Limitare gli spostamenti e ridurre le emissioni di Co2

E’ preferibile scegliere un hotel che non sia lontano dalla città o dal luogo che si intende visitare: sarà più facile godersi il soggiorno, limitando gli spostamenti e, di conseguenza, le emissioni di CO2 in atmosfera.

 

4. Utilizzare i mezzi pubblici e il bike sharing

Il modo migliore per scoprire una città è senza dubbio a piedi. In alternativa, Volagratis.com suggerisce l’utilizzo dei mezzi pubblici oppure della bicicletta, controllando se in città è attivo il bike sharing, o provando a chiederla in prestito all’hotel in cui si alloggia.

5. Spegnere i condizionatori e le luci quando si lascia la stanza

Per non sprecare risorse in hotel, Volagratis.com ricorda di chiudere l’acqua del rubinetto quando non necessaria e  di spegnere l’aria condizionata e le luci quando si lascia la camera.

6. Supportare i piccoli produttori locali

Come souvenir, meglio scegliere prodotti originali per supportare il commercio e l’artigianato locale, facendo attenzione a non acquistare oggetti prodotti con piante o animali a rischio di estinzione.

7. Prediligere i piatti tipici e i prodotti del luogo

Viaggiare significa anche conoscere le eccellenze enogastronomiche: meglio quindi provare piatti tipici del luogo, privilegiando ristoranti che utilizzano prodotti locali, a km0 e biologici.

8. Informarsi su come fare la raccolta differenziata

È bene informarsi sulle modalità di raccolta dei rifiuti nel luogo di villeggiatura. Restano sempre valide regole come appiattire le scatole o schiacciare le bottiglie di plastica per ridurre gli imballaggi.

9. Scegliere destinazioni a basso impatto

Scegliere strutture ricettive eco-friendly per alloggiare, visitare riserve naturali, organizzare itinerari cicloturistici o percorsi a piedi, affidarsi a tour operator etici: sono alcune idee per godersi la vacanza nel rispetto della natura e delle persone.

10. Rispettare i costumi, la religione e gli stili di vita

Essere turisti “sostenibili” significa rispettare non solo l’ambiente ma anche le persone che lo abitano: per questo, ricorda Volagratis.com, sarebbe importante informarsi prima di partire su usi e costumi locali, così da rispettare le regole del posto e le sue tradizioni.

Tap Portugal
Tap Portugal

Dal prossimo 30 ottobre TAP Air Portugal, vettore portoghese membro di Star Alliance, amplia ulteriormente la propria offerta con l’inaugurazione di una nuova destinazione: la città imperiale di Fez, in Marocco. Operato con sei frequenze settimanali da Lisbona, il collegamento è già disponibile per le prenotazioni. Salgono così a 85 le destinazioni operate da TAP in 34 Paesi.

 

Il volo diretto Lisbona–Fez sarà operato dal lunedì al sabato con un ATR-72 configurato per ospitare 70 passeggeri. A partire dall’orario estivo 2018 il collegamento diventerà poi giornaliero. 

Con l’ingresso di Fez – quarta destinazione in Marocco – all’interno del network, TAP consolida ulteriormente il proprio posizionamento strategico nel continente africano, portando a 17 le destinazioni servite in 11 Paesi: Algeri (Algeria), Luanda (Angola), Praia, Sal, São Vicente e Boa Vista (Capo Verde), Abidjan (Costa d’Avorio), Accra (Ghana), Bissau (Guinea Bissau), Fez, Casablanca, Marrakech e Tangeri (Marocco), Maputo (Mozambico), Dakar (Senegal), São Tomé (São Tomé e Principe), Lomé (Togo).

Eurowings

Eurowings espande la sua rete di connessioni a lungo raggio.

Da novembre 2017, infatti, volerà anche da Düsseldorf verso i i Caraibi a partire da 199,99 euro.

Punta Cana nella Repubblica Dominicana sarà servita da quattro voli a settimana: lunedì, mercoledì, venerdì e domenica, a partire dall’8 novembre. In seguito, dal 16 dicembre, sarà disponibile il collegamento con Varadero a Cuba.

Una seconda connessione con la Repubblica Dominicana sarà disponibile dal 14 dicembre con destinazione Puerto Plata. I voli per Varadero saranno operati di sabato mentre quelli per Puerto Plata il martedì. A partire poi dal 18 dicembre tutti i lunedì Eurowings volerà a Cancun in Messico.

Oliver Wagner CEO di Eurowings ha dichiarato: “Düsseldorf ha bisogno di una compagnia che effettui il lungo raggio a prezzi competitivi dal maggior aeroporto della regione Nord Reno-Westfalia. Eurowings è pronta ad assumere questo ruolo”. Wagner sottolinea, tuttavia, che il requisito per questo è “che le operazioni commerciali dall’aeroporto di Düsseldorf migliorino significativamente e che le condizioni economiche siano ottimali e competitive.”

L’investimento di Eurowings è dovuto anche al fatto che finora il lungo raggio ha confermato le attese con oltre il 90% dei voli partiti al completo.

”Il coraggio che abbiamo dimostrato con i nostri grandi investimenti sul nuovo business del low-cost a lungo raggio ci sta ripagando – ha aggiunto Wagner – Gli indicatori continuano a puntare verso la crescita del mercato a lungo raggio di Eurowings anche per il prossimo anno.”

In aggiunta a Colonia e Düsseldorf, Eurowings offrirà a breve tratte low-cost a lungo raggio da Monaco. Nell’estate 2018, tre Arbus A330 cominceranno ad operare dal secondo aeroporto tedesco. Il primo volo da Monaco che partirà nell’aprile 2018, porterà i passeggeri Eurowings nella città americana di Las Vegas.

Ryanair

Nella giornata del 21 settembre si è tenuta una teleconferenza tra i responsabili dell’Enac e il customer service di Ryanair in merito alle criticità emerse dai primi reclami dei passeggeri e dalle segnalazioni delle associazioni dei consumatori.

Ryanair si è impegnata a verificare al più presto le criticità evidenziate dall’Ente e ad apportare le necessarie modifiche volte anche a facilitare l’iter del passeggero per ottenere quanto dovuto, dal rimborso, alla riprotezione, alla compensazione pecuniaria nei casi previsti.

Dall’incontro questi sono i punti definiti in merito alle procedure di rimborso e compensazione:

– Nel caso in cui il passeggero chieda il rimborso del biglietto, le somme pagate vengono restituite per intero, senza alcuna decurtazione o costi per spese di gestione della pratica; – Nel caso di biglietti per voli di andata e ritorno per i quali solo una delle due tratte sia stata cancellata, è possibile la modifica senza costi aggiuntivi anche della tratta non cancellata;

– Per il volo di riprotezione (cioè per il volo sostitutivo di quello cancellato) non sono richieste integrazioni tariffarie (differenza tra il prezzo pagato al momento dell’acquisto per il biglietto del volo cancellato e il costo attuale del biglietto);

– La compensazione, ove dovuta, deve essere direttamente richiesta on-line utilizzando il modulo disponibile al link: https://eu261expenseclaim.ryanair.com/?lg=IT

– I rimborsi al passeggero sono corrisposti entro 7 giorni dalla richiesta. Nel caso di bonifico bancario i tempi necessari per l’esecuzione da parte degli istituti bancari non possono essere inferiori a 7 giorni lavorativi. Inoltre, il vettore si è impegnato a modificare il testo dell’avviso contenente le regole per la corretta procedura di reclamo.

Al riguardo Enac fa presente che: Il reclamo deve essere presentato al vettore. Se non vengono fornite risposte adeguate entro sei settimane si può presentare reclamo alle sedi Enac dove si è verificato l’evento (nel caso di cancellazione del volo la sede è l’aeroporto dal quale il volo cancellato avrebbe dovuto partire), oppure all’Organismo responsabile degli Stati della Unione europea (in Italia all’Enac).

Per maggiori informazioni si può consultare la brochure “Conosci i tuoi diritti” edita da Enac e pubblicata nel sito web dell’Ente al link: http://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/node/P1135445665/Guida_rapida_terza_ed izione_2ristampa_luglio2011_2.pdf

L’ENAC, che continuerà il monitoraggio e la verifica delle prime soluzioni concrete che la compagnia si è impegnata a fornire, ha chiesto a Ryanair di produrre per la riunione prevista ai primi di ottobre, dati relativi alle cancellazioni, tra cui, i voli cancellati, i passeggeri italiani coinvolti, la tipologia di tutela e i correttivi attuati per ridurre al minimo i disagi.

L’Ente, inoltre, ha ribadito al vettore che nel caso in cui risultassero irregolarità nella gestione dei rimborsi, delle riprotezioni e delle compensazioni ai passeggeri aventi diritto, erogherà le sanzioni previste dalla normativa di riferimento.

Oltre ai contatti diretti con la compagnia aerea, l’ENAC ha anche coinvolto l’omologo Ente irlandese per l’aviazione civile, Irish Aviation Authority, e in particolare il Department of Transport, Tourism and Sport of Ireland, inviando una richiesta di informazioni dettagliate sulla situazione che si sta determinando a livello europeo e per ricevere le necessarie rassicurazioni sul permanere dei requisiti per il mantenimento della licenza di operatore aereo (COA) di cui è titolare Ryanair.

Nel corso degli ultimi anni il settore del wellness sta riscontrando sempre maggiori popolarità e visibilità nella cultura occidentale, tanto da rendere l’idea di benessere un requisito indispensabile di cui non poter fare a meno nella frenesia tipica delle nostre routine quotidiane.

Terme, palestre e centri benessere sono entrati a far parte in maniera definitiva del bilancio di spesa degli italiani negli ultimi anni e a testimoniarlo ci viene in supporto anche qualche dato di consumo: Rodale, il gruppo americano che vanta nomi importanti nel settore dell’editoria su salute e benessere come Men’s Health e Women’s Health, ha collocato l’Italia al quinto posto per numero di consumatori di prodotti e servizi per il wellness, con una spesa stimata nel suo ultimo report attorno ai 14 miliardi di euro.

Adottare uno stile di vita slow e ricercare momenti della giornata da dedicare esclusivamente a se stessi sta infatti apportando cambiamenti radicali nelle nostre tendenze di consumo, spingendo l’utente del settore alberghiero a ricercare sempre nuove opportunità per coniugare il momento delle vacanze alla possibilità di usufruire di centri benessere all’interno delle strutture ricettive che visita.

Se in passato il benessere in hotel è stato retaggio quasi esclusivo degli alberghi termali e delle beauty farm, oggi anche gli alberghi tradizionali si stanno preparando alle nuove esigenze imposte dal nuovo turista contemporaneo, che è consapevole della sua necessità di rilassarsi e di concedersi ritmi più umani rispetto a quelli a cui è abituato, nel tempo limitato di un soggiorno.

L’idea è che un centro benessere possa permettere ad un albergo di migliorare il suo posizionamento sul mercato ampliando il proprio pacchetto di servizi e quindi, allo stesso tempo, anche il pubblico di destinatari della sua offerta turistica. Investire oggi in un centro benessere potrebbe rappresentare una scelta strategica ideale per colmare la lacuna di un servizio che nel giro di una decina di anni potrebbe diventare uno standard irrinunciabile di qualità per un hotel.

Qualità: già, perché anche per la dotazione tecnologica delle attrezzature per il wellness è non solo importante ma fondamentale affidarsi a realtà specializzate che possano con la propria esperienza offrire prodotti durevoli dalle prestazioni elevate. Tra queste, Modo, con il suo magazzino online Mododepot si prefigura come l’azienda leader del settore con i suoi oltre vent’anni di esperienza nella progettazione e realizzazione di dispositivi elettronici per centri benessere.

Marchio di proprietà dell’italiana Astrel Group s.r.l., Modo vede il suo core business negli accessori per idromassaggio e piscine legati all’elettronica per il benessere: centraline di controllo e interfacce utente, sistemi di illuminazione e audio waterproof, pompe, soluzioni di sanificazione e dispositivi domotici per il controllo da remoto di idromassaggi, piscine, bagni turchi e saune sono tutti prodotti realizzati all’insegna del massimo rigore qualitativo e delle più recenti innovazioni nel settore dell’elettronica.

Sicurezza, garanzia di funzionalità e durabilità nel tempo sono i fattori chiave alla base della produzione dei dispositivi elettronici di Modo, perfetti sia per una loro applicazione in attrezzature nuove sia in sostituzione di strumentazioni già esistenti.

Particolarmente innovativi, i prodotti di domotica di Modo consentono di gestire tutte le funzioni delle attrezzature del centro wellness da remoto, tramite tablet o smartphone, dandoti la possibilità di controllare in qualsiasi momento la temperatura, di ricevere segnalazioni di malfunzionamenti e conoscere lo stato generale di piscine ed idromassaggi.

Completano l’esperienza di benessere i sistemi di illuminazione a LED, cromoterapia e sistemi audio waterproof affidabili e sicuri, ideali per bagni turchi, docce emozionali, minipiscine, saune e tante altre tipologie di aree benessere.

Lo staff di Modo, costantemente formato ed altamente qualificato sulle ultime novità del settore, è disponibile per consulenze e suggerimenti sui prodotti più adatti da applicare al vostro centro benessere, studiando anche soluzioni personalizzate in base a specifiche esigenze. Per maggiori informazioni: https://www.mododepot.it

Lastminute.com group ha lanciato un nuovo strumento di consumer insight. Il servizio, denominato Travel Insights e gestito da The Travel People, il dipartimento media del Gruppo, offre alle aziende l’opportunità di raggiungere i clienti del settore travel mediante sondaggi presentati sotto forma di banner.

Utile dunque sia per aziende del settore che vogliono comprendere meglio i gusti del proprio pubblico, sia ad aziende extra settore a cui interessa avere l’opinione di un cluster alto spendente come quello di chi viaggia.

Travel Insights infatti impiega dati di prima parte raccolti dal Gruppo, oltre a quelli di terze parti, per raggiungere audience altamente profilate dentro e fuori le property del gruppo e ricavarne, tramite sondaggi mirati, gli insight di cui le aziende hanno bisogno. I sondaggi vengono proposti su formati standard IAB, impattanti ma non invasivi.

Parlando del nuovo prodotto, Alessandra Di Lorenzo, Chief Commercial Officer – Media and Partnerships presso lastminute.com group, ha affermato: “Dal lancio di The Travel People la scorsa estate abbiamo lavorato sodo per aggiungere nuove funzionalità in grado di supportare una serie di attività per i nostri clienti. Con 43 milioni di utenti in tutta Europa, possiamo avvalerci di informazioni approfondite sui consumatori, così abbiamo pensato di aiutare i nostri partner a usufruire dei dati da noi raccolti per conoscere meglio i loro clienti”.

I brand interessati a utilizzare i sondaggi sotto forma di annunci di Travel Insights potranno avvalersi di un servizio completamente personalizzabile. I data analyst provvederanno poi a interpretare i dati aggregati e a fornire ai clienti informazioni pienamente fruibili.

Grazie al modello di remunerazione a performance, Travel Insights si presenta sul mercato a condizioni molto vantaggiose rispetto ai servizi tradizionali di ricerca di mercato. Per incrementare il numero di sondaggi completati, è inoltre previsto un piano di incentivazione basato su travel voucher.

Alessandra Di Lorenzo ha aggiunto: “Con l’integrazione della nostra tecnologia di annunci possiamo scalare il prodotto in modo rapido ed efficace dal punto di vista dei costi, mentre grazie al nostro trading desk interno possiamo ampliare la portata dei sondaggi all’intero web. È una grande soddisfazione poter portare questo prodotto così innovativo sul mercato e trasformare il modo in cui si conducono le ricerche”.

Travel Portland, l’agenzia per la promozione del turismo della città di Portland, nell’Oregon, sarà una delle prime organizzazioni a collaudare lo strumento Insights nel Regno Unito, paese scelto per il lancio della sperimentazione. Travel Portland utilizzerà i sondaggi per ottenere informazioni demografiche più dettagliate sui potenziali viaggiatori provenienti dal Regno Unito, nonché per rendere più efficace la sua strategia futura, con l’obiettivo di incrementare i 2,5 milioni di visitatori britannici che la città ha accolto nel 2016.

Billie Moser, Vice Presidente di International Tourism presso Travel Portland, ha affermato: “Raccogliere informazioni preziose sui consumatori è un ottimo modo per perfezionare la nostra brand strategy. Volevamo farlo in una maniera del tutto nuova e stimolante per vedere cosa altro potevamo imparare sui nostri clienti. Perciò, non abbiamo pensato due volte a collaborare con lastminute.com group per collaudare il prodotto Insights – non vediamo l’ora di vedere i risultati”.

Lo sviluppo del prodotto segue l’acquisizione da parte del gruppo di WAYN, il social network per viaggiatori più grande al mondo, che utilizzava una tecnologia simile per raccogliere oltre 25 milioni di idee generate dagli utenti e potenziare la sua offerta di contenuti.

Peter Ward, CEO di WAYN, ha aggiunto: “La nostra esperienza nella creazione di un prodotto simile per WAYN è stata assolutamente essenziale durante la fase di sviluppo di Travel Insights. È un onore poter offrire una proposta simile per lastminute.com group e avere l’opportunità di collaudare il prodotto con Travel Portland, aiutandola così a perfezionare le sue esigenze in termini di ricerca”.

Ryanair
Ryanair

“Con la stagione estiva ancora in pieno svolgimento non possiamo non esprimere una forte preoccupazione – affermano in un comunicato stampa congiunto Federturismo Confindustria ed Astoi Confindustria Viaggi – per la decisione di Ryanair di cancellare fino alla fine di ottobre 700 voli, in arrivo e in partenza dagli aeroporti italiani, verso mete nazionali ed estere. È una situazione grave che, considerato il ruolo di protagonista che la compagnia ha assunto nel trasporto aereo del nostro Paese, impone un rapido chiarimento”

“Ci uniamo, quindi, alle perplessità del Ministro Del Rio in merito al comportamento della compagnia e chiediamo, a difesa dei viaggiatori, che vengano tutelati i diritti dei passeggeri attraverso il rimborso dei biglietti e la  riprogrammazioni dei voli”, prosegue il comunicato.

“Riteniamo inoltre utile evidenziare alle istituzioni e autorità competenti come sia, a nostro avviso, necessario al più presto equiparare responsabilità e doveri tra tutti i soggetti che operano nel mercato del turismo – conclude la nota stampa – Questo nell’ottica di garantire la corretta regolamentazione della filiera e per salvaguardare gli interessi e i diritti di tutti i clienti, qualsiasi sia il servizio/prodotto turistico che acquistano: dal solo volo al solo pernottamento in hotel, dal solo noleggio auto al pacchetto turistico più articolato o completo”.

 

Airbus 330-300 Delta Airlines

Delta Air Lines ha annunciato il suo orario estivo 2018 per le rotte transatlantiche, incluso l’orario per il mercato italiano. Nel nuovo orario aumenta le possibilità di collegamenti nonstop verso l’Europa dai suoi hub di Los Angeles, New York, Atlanta e Detroit.

I nuovi collegamenti istituiti includono:

⦁ Nuovo volo da Amsterdam per Los Angeles
⦁ Nuovo volo da Amsterdam per Orlando
⦁ Nuovo volo da Parigi per Los Angeles
⦁ Nuovo volo da Parigi per Indianapolis
⦁ Nuovo volo stagionale da Lisbona per Atlanta
⦁ Nuovo collegamento stagionale dalle Azzorre per New York-JFK
⦁ Nuovo volo da Lagos per New York
⦁ Un volo giornaliero aggiuntivo da Parigi per Detroit

In Italia, Delta rafforzerà le possibilità di volo tra Italia e Stati Uniti confermando tutti i collegamenti già operativi nell’estate 2017. La compagnia riprenderà quindi i seguenti voli:

⦁ Venezia: collegamento nonstop da Venezia a New York JFK a partire dal 25 marzo 2018, e ripresa del volo stagionale per Atlanta dal 17 maggio
⦁ Milano: ripresa del volo stagionale per Atlanta dal 17 maggio
⦁ Roma: ripresa del volo stagionale per Detroit a partire dal 30 marzo. I passeggeri usufruiranno anche di un secondo volo tra Roma e Atlanta, a partire dal 10 giugno.

I voli stagionali si aggiungono ai servizi da Milano per New York, e da Roma per New York e Atlanta, operativi tutto l’anno. Grazie agli ulteriori collegamenti dagli hub europei di Parigi e Amsterdam per l’estate 2018, inoltre, aumentano le possibilità di voli in coincidenza per gli Stati Uniti anche per i passeggeri italiani.

“Da oltre quarant’anni Delta unisce le persone, ed è artefice di un impatto economico positivo tra le due sponde dell’Atlantico, e il nostro orario estivo 2018 conferma Delta come la scelta migliore per i nostri passeggeri” ha detto Dwight James, Senior Vice President – trans-Atlantic di Delta.

Patrizia Ribaga, Direttore Commerciale Delta per l’Italia, ha aggiunto: “L’estate 2017 si è conclusa positivamente e siamo felici di poter confermare, già da oggi, la ripresa di tutti i voli stagionali anche per la summer 2018. I nostri passeggeri, italiani e americani, apprezzano particolarmente le numerose possibilità di collegamenti e di voli in coincidenza che offriamo, come Delta e con i nostri partner di joint venture, da entrambe le sponde dell’Atlantico, e che saranno ulteriormente implementate con il nuovo orario estivo 2018, oltre al continuo rinnovamento tecnologico e ai nostri servizi aeroportuali e di bordo”.

Alitalia
Alitalia

I Commissari straordinari di Alitalia hanno deciso di prorogare il termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti per la cessione di Alitalia spa e Alitalia Cityliner spa. La scadenza prevista era quella del 2 ottobre ma ora le compagnie interessate avranno due settimane in più di tempo, con nuova scadenza fissata al 16 ottobre. Resta invece invariato il termine del 5 novembre per completare le altre fasi della procedura di cessione.

Lo si legge in una nota di Alitalia che riportiamo: “Con riferimento alla procedura di cessione delle attività aziendali di Alitalia S.p.A. e Alitalia Cityliner S.p.A. in amministrazione straordinaria, i Commissari Straordinari, al fine di consentire ai soggetti che hanno manifestato interesse un più approfondito esame della documentazione inserita in data room, hanno prorogato sino al 16 ottobre il termine per la presentazione delle offerte vincolanti, precedentemente fissato al 2 ottobre. Resta invece invariato il termine del 5 novembre per il completamento delle successive fasi procedurali”.

Secondo le indiscrezioni sono 6 i pretendenti con i requisiti per rilevare la parte aviation di Alitalia: per il Sole 24 ore si tratta di 3 compagnie aeree (Ryanair, Easyjet e Lufthansa) e di tre fondi di investimento americani (Cerberus, Elliott e GreyBull).

Per la parte handling, invece, ci sarebbero in lizza tre società di gestione aeroportuale più, sembrerebbe, Delta Airlines e Etihad.

Scarso successo infine per il lotto unico che consentirebbe di mantenere una gestione unitaria della società, come da obiettivo dei commissari: probabile che i destini delle due divisioni si divideranno.

Seguici anche su