Authors Posts by webitmag

webitmag

1184 POSTS 0 COMMENTS

Alitalia

I passeggeri Alitalia utilizzano sempre di più gli strumenti digitali per il loro viaggio. Dalle ultime rilevazioni della Compagnia, i check-in online (attraverso la App Alitalia, il sito alitalia.com e i chioschi self check-in all’aeroporto) hanno ormai raggiunto il 56% del totale delle accettazioni, sorpassando i check-in effettuati presso i banchi aeroportuali: in media, ogni giorno, 36.000 check-in vengono eseguiti attraverso i canali digitali, contro i 28.000 effettuati in modo tradizionale. Anche l’acquisto dei biglietti attraverso la App sta registrando una crescita molto rapida, con valori di vendita regolarmente superiori ai 130.000 euro al giorno. Un risultato mai raggiunto prima.

L’aumentata domanda online è anche frutto degli investimenti fatti per migliorare l’esperienza digitale dei passeggeri. Un impegno costante che ha portato all’introduzione di nuove funzionalità della App Alitalia, ad oggi il canale più popolare per effettuare il check-in. La nuova release, scaricabile da oggi su Google Play Store e su Apple Store, include nuove funzionalità per semplificare e velocizzare ulteriormente la ‘user experience’, ottimizzando i processi di acquisto e check-in.

Con la funzionalità “One Click Payment” è stata introdotta la possibilità di memorizzare, nel pieno rispetto di tutti i parametri di sicurezza del web, i dati della carta di credito con cui si acquistano biglietti, al pari di quanto avviene nei principali siti di e-commerce mondiali, in modo da facilitare la transazione.

L’abilitazione della notifica “Check-in Ready” consente ai clienti di essere avvisati, attraverso notifiche ‘push’ inviate in automatico dalla App, quando sarà possibile effettuare il check-in per un volo memorizzato nella sezione “I miei voli” della App.

All’interno della sezione “I miei voli”, inoltre, i soci MilleMiglia, una volta inserite le proprie credenziali, potranno consultare tutti i voli a prescindere dal canale di vendita usato per l’acquisto (comprese le agenzie di viaggio). Anche i viaggiatori non iscritti al Programma MilleMiglia che hanno acquistato voli attraverso la App, possono tenerli memorizzati nella sezione “I miei voli” e basterà ricaricare la pagina (trascinando la schermata verso il basso e rilasciando il dito) per visualizzare i dettagli più aggiornati della prenotazione nel caso in cui questa sia stata modificata.

L’impegno di Alitalia per migliorare l’esperienza digitale dei passeggeri è costante: entro Natale, la Compagnia italiana pubblicherà una nuova versione della App che introdurrà un completo rifacimento grafico, oltre al supporto per l’Apple Watch e ad altri smartwatch per offrire la stessa esperienza digitale su diversi dispositivi e garantire un costante aggiornamento del passeggero. La nuova release, inoltre, avvierà la sperimentazione di funzionalità avanzate come l’introduzione di soluzioni di realtà aumentata per rendere più comodo e rapido il processo di registrazione bagagli e la possibilità di interagire a voce con un’assistente virtuale per prenotare biglietti, effettuare il check-in e gestire senza stress le fasi pre e post-volo (ad esempio per modificare una prenotazione prima della partenza).

Al via dal mese di dicembre, fino ad aprile 2018, l’iniziativa dell’Istituto Aniene “La nuova frontiera della professione: Il GIS come strumento di valorizzazione turistica”: percorso vincitore del Progetto Fuoriclasse 2017/2018 indetto dalla Regione Lazio.

Ideato per il coinvolgimento di 40 alunni del polo romano, il progetto si colloca in linea con le finalità dei bandi Fuoriclasse per il rafforzamento della partecipazione attiva e dei processi di apprendimento da attuare nelle scuole: con l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica, attraverso la realizzazione di azioni che favoriscano la permanenza nei contesti formativi.

Gli studenti dell’ultimo triennio dei corsi del settore economico indirizzo “Turismo” dell’Istituto Aniene sono i destinatari individuati, attraverso un percorso che prevede 68 ore di didattica tra lezioni da tenere nella sede didattica di via Tiburtina 994, esercitazioni pratiche al computer ed esperienze da svolgersi presso studi professionali ed enti partner.

L’obiettivo formativo è quello di consentire agli studenti di integrare i propri profili e competenze disciplinari con concetti, metodi e strumenti che appartengono all’area delle nuove tecnologie legate ad elementi di risorsa storica, architettonica, archeologica ed ambientale di un territorio.

Il corso avrà l’obiettivo di illustrare le funzioni operative principali della piattaforma ESRI ArcGIS; scelta per la sua idoneità ad un uso didattico, illustrando le sue funzioni operative principali, e quindi introdurre gli studenti alle tematiche di gestione informatica dei dati dei beni culturali e paesaggistici.

Scopo fondamentale del progetto rimane quello di aumentare l’occupazione dei giovani, in particolare offrendo l’opportunità di prendere contatto con il mondo del lavoro già durante il percorso di studi, attraverso convenzioni con studi professionali ed enti pubblici in cui si utilizza il programma ArcGis all’interno del settore storico-culturale e in ambito turistico.

Meliá Hotels International ha annunciato il lancio della nuova versione di MeliáPro, nuovo portale B2B che permette di gestire e controllare le attività di business in modo rapido ed efficace, rafforzando così il legame già esistente tra il Gruppo e i suoi partner commerciali, tra cui viaggiatori d’affari, organizzatori di meeting ed eventi, agenti di viaggio e tour operator.

Già utilizzato in passato per le agenzie di viaggio, la piattaforma è stata ulteriormente potenziata per fornire nuovi servizi: ai viaggiatori d’affari MeliáPro offre uno sconto fino al 20% su un’ampia gamma di hotel nelle più importanti città al mondo; agli organizzatori di eventi, invece, l’opportunità di recensire i migliori hotel, inviare RFP (Request for Proposal), controllare i costi e persino creare siti web per ciascun evento, gestendo online le prenotazioni.

Con MeliáPro, gli agenti di viaggio possono prenotare direttamente per i loro clienti e ricevere subito le commissioni, avendo anche la garanzia della rate migliore (sono già 100,000 gli operatori turistici registrati su MeliáPro e, nel 2017, le vendite sono aumentate del 15%). I tour operator e i DMC (Destination Management Companies), infine, possono verificare in tempo reale l’occupazione degli hotel convenzionati e prenotare in modo facile e veloce.

Rafael Soria, Global B2B Digital Sales & Marketing Director di Meliá Hotels International, afferma: “L’evoluzione di MeliáPro sancisce il nostro impegno verso il segmento B2B, che da sempre gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo del Gruppo. La nostra priorità è quella di andare incontro alle aspettative dei nostri partner, rafforzando al contempo la customer experience, per offrire loro un servizio di qualità e altamente tecnologico”.

Octorate, startup italiana specializzata in soluzioni All-in-One per hotel, B&B e strutture ricettive, è stata ceduta all’interno di un accordo siglato da P101 Ventures, fondo di venture capital specializzato in investimenti in società digital e technology driven, e il Gruppo Dylog Italia SpA, leader nazionale di sviluppo e distribuzione di applicazioni software (dal 2006 è anche proprietaria del gruppo Buffetti)

L’operazione, di cui non sono stati resi noti i dettagli economici, rappresenta per i soci investitori di P101 Ventures una exit a circa due anni di distanza dall’investimento iniziale nel capitale della startup.

Per il Gruppo Dylog SpA, tra i principali player ICT del mercato nazionale con circa 60mila clienti in Italia e all’estero, l’ingresso nel gruppo della cloud computing company amplia e integra l’offerta e testimonia la volontà di proseguire nel processo di rafforzamento della propria posizione di eccellenza tecnologica nel settore dell’hospitality e di internazionalizzazione dei propri servizi.

A settembre del 2015, Octorate era entrata nel portafoglio di P101 con un round di 500.000 euro e in soli due anni ha registrato una rapida crescita, acquisendo clienti in oltre 50 paesi in tutto il mondo grazie alla sua soluzione che fornisce contemporaneamente channel manager, booking engine e pms alle strutture ricettive.

L’operazione fornisce alla start-up la possibilità di implementare l’ulteriore sviluppo della piattaforma all’interno di un gruppo a forte connotazione industriale. Il fondatore e CEO di Octorate Fabrizio Scuppa rimarrà alla guida operativa della società, condividendo con il Gruppo Dylog Italia Spa un piano di crescita su scala globale.

Ad esprimere la propria soddisfazione per l’operazione è Daria Ocleppo, Direttore del mercato Ho.Re.Ca del Gruppo Dylog Italia SpA: “L’investimento effettuato garantisce di completare, rafforzare e integrare un’offerta già ampia e importante di servizi IT per il mondo dell’hospitality. L’operazione s’inserisce nel solco della nostra strategia, che mira a offrire alla clientela tutti i vantaggi di soluzioni caratterizzate da qualità, affidabilità e semplicità d’uso. Obiettivi che potremo perseguire con Octorate, con cui condividiamo la passione per l’innovazione e la proposizione di servizi all’avanguardia in un mercato in continua evoluzione.”

“L’investimento di P101 ci ha permesso di sviluppare una tecnologia all’avanguardia,” aggiunge Fabrizio Scuppa, CEO e Founder di Octorate. “L’integrazione di una società giovane e dinamica con un gruppo a forte connotazione industriale come Dylog rappresenta una grande opportunità. La significativa presenza sui mercati nazionali e internazionali e un portafoglio di offerta arricchito dallo sviluppo congiunto potranno generare enormi vantaggi, che incideranno sulla capacità competitiva del Gruppo.”

Giuseppe Donvito, Partner di P101 che ha seguito l’operazione, sottolinea che “nel tempo, anche grazie alla costruttiva collaborazione fra P101 e Octorate, quest’ultima è divenuta una delle migliori soluzioni Hotel SaaS (Software as a Service) sul mercato” e “l’exit rappresenta anche un caso di successo virtuoso di innovazione che ha visto una corporate affermata acquisire una società nel portafoglio di un fondo di Venture Capital.”

Il mondo dei pagamenti online nel turismo è ancora ostico per chi non vuole usare la carta di credito o magari non ha il plafond necessario per acquistare un viaggio. Questo taglia fuori dalla possibilità di prenotare viaggi online un’ampia fetta della popolazione, anche nel caso in cui i turisti si rivolgano a un’agenzia e si trovano a dover pagare tutto in anticipo con la propria carta.

Collegare il mondo offline con quello online e fornire un servizio di pagamento immediato ai clienti è stato l’obiettivo della nuova partnership tra Klarna Paycode e Musement, il portale di ticketing per eventi, musei, tour, spettacoli, sport attivo in tutte le principali città italiane e in molti paesi del mondo.

Musement ha attivato il servizio Paycode di Klarna per gestire due aspetti, uno consumer e uno B2B: le prenotazioni provenienti dall’offline e quelle dei PTA (Personal Travel Agent, i professionisti che offrono pacchetti vacanze comprensivi di volo, hotel, eventi, eccetera). Il sistema consente quindi a Musement di ricevere una conferma immediata dell’avvenuto bonifico.

Paycode di Klarna coniuga i metodi di fatturazione tradizionali con il mondo dei pagamenti online: è uno strumento compilato dal merchant in modo automatico con tutte le informazioni relative al pagamento, che permette all’acquirente (tramite il ricevimento di un Paycode via mail, QR-code o SMS) di accederedirettamente al modulo digitale del bonifico bancario, senza così dover inserire manualmente l’IBAN del beneficiario e gli altri dati relativi alla transazione.

L’importo sui moduli di bonifico è completamente regolabile, aspetto fondamentale per esempio in quei casi di restituzione parziale dei prodotti/servizi ordinati o quando un nuovo prodotto viene aggiunto ad un acquisto già avvenuto, l’importo della fattura può essere cambiato in maniera immediata. Un ulteriore elemento che rende più semplice il processo di pagamento, perché il rivenditore può cambiare l’importo senza bisogno di emettere due fatture. Una procedura che favorisce sia chi compra sia chi vende: il cliente può pagare la fattura in modo veloce, comodo e sicuro e i merchant ricevono una conferma in tempo reale della transazione.

“Il Paycode di Klarna non è solo un collegamento tra il mondo online e quello offline, è uno strumento che consente di automatizzare i passaggi, evitare gli errori di battitura e snellire le procedure – sottolinea Alessio Conti, Business Development Manager di Klarna per l’Italia -. È una soluzione perfetta per un operatore come Musement che offre un servizio veloce. È l’ideale anche per quei settori che si basano su metodi di fatturazione tradizionali, i cui clienti desiderano poter procedere velocemente con il pagamento attraverso bonifico bancario”.

“Il Paycode di Klarna rappresenta un grande opportunità per Musement soprattutto per quanto riguarda le prenotazioni offline e quelle effettuate dai Personal Travel Agent” aggiunge Fabio Zecchini, Chief Technology Officer di Musement. “Il sistema consente infatti di processare anche ordini di importo elevato non effettuabili tramite carte di credito con plafond limitato. Inoltre, la conferma istantanea di pagamento consente un’elaborazione immediata della prenotazione” conclude Zecchini.

Keesy, startup fiorentina che offre il servizio di self check-in e self check-out dedicato al settore dell’home sharing, ha aperto a Roma il primo Keesy Point.

L’inaugurazione è avvenuta ieri in Viale Trastevere alla presenza della Presidente del Municipio Roma 1 Centro, Sabrina Alfonsi, e del fondatore di Keesy Patrizio Donnini, che ha illustrato modalità, caratteristiche e punti di forza del servizio.

L’apertura di Keesy a Roma avviene nel contesto del forte sviluppo del settore turistico nella capitale, che impatta su opportunità di business e sviluppo futuro della città. Nei primi 9 mesi del 2017 sono oltre 26 milioni le presenze annue di turisti nella città di Roma per un totale di quasi 11 milioni di arrivi, secondo le stime recenti dell’Ente Bilaterale Turismo del Lazio.

In particolare, solo nel terzo trimestre 2017 sono oltre 3 milioni i pernottamenti disponibili a Roma attraverso le 25.000 strutture ricettive presenti nel mondo extra-alberghiero, gestite da 11.000 host.

L’apertura del primo Keesy Point di Roma, situato in Viale Trastevere 148, nei pressi della Stazione di Trastevere, risponde alla forte recettività dell’area a forte vocazione turistica che presenta un’alta concentrazione di appartamenti ad uso home sharing, pari a 1.600 per un totale di 900 host. Keesy prevede di raggiungere il 10% del mercato degli appartamenti entro fine 2018 e di totalizzare 1.000 utilizzatori tra host e guest per un totale di 5.000 check-in/check-out entro fine 2019.

L’avvio di Keesy a Roma rientra in un piano strutturato di espansione della startup che vede aperture prossime nelle principali città italiane, tra cui Milano (tra fine dicembre e gli inizi di gennaio) e Venezia (entro fine gennaio), ed estere in Francia, Spagna e Inghilterra, che andranno ad aggiungersi a Firenze, già aperto da maggio 2017. A Roma, il primo Keesy Point di Trastevere sarà seguito inoltre entro il 2018 dall’apertura di un secondo punto di check-in/check-out nei pressi della Stazione Termini.

La norma sulla cedolare secca del 21% per gli affitti brevi che prevede il ruolo di sostituti d’imposta per le piattaforme online che mettono in contatto domanda ed offerta è in “palese violazione del diritto europeo”. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato accogliendo il ricorso d’urgenza di Airbnb che ha sempre contestato la legge e che fino ad oggi si era rifiutata di versare gli anticipi previsti dalla legge perché non in grado di identificare gli host coinvolti dalla norma. Il ricorso si era reso necessario dopo che ad ottobre un analogo ricorso al Tar del Lazio da parte della società di San Francisco era stato respinto. Dopo questa pronuncia Airbnb chiede che il caso venga affrontato il prima possibile in udienza dal TAR per il riesame, anche investendo la Corte di Giustizia.

“Questa decisione – spiega Airbnb in una nota stampa – è pienamente coerente con i dubbi e le preoccupazioni già espressi dell’Antitrust che nel suo recente parere aveva dichiarato la norma palesemente anticoncorrenziale, distorsiva del mercato e lesiva dei diritti dei consumatori.
Alessandro Tommasi, public policy manager di Airbnb Italia, ha commentato: “Abbiamo dovuto aspettare ma oggi vediamo finalmente riconosciute le nostre ragioni. Ora tocca al Governo cogliere forte e chiaro il messaggio arrivato  dal Tribunale e dall’Authority, prendendo definitivamente atto che il testo così com’è non funziona e che cerotti messi all’ultimo minuto non faranno che peggiorare la situazione. Si riparta dal confronto: quella attuale è una legge approvata dopo una riformulazione notturna e frettolosa; si eviti di ripetere l’errore e la si ripensi integralmente. Siamo come sempre disponibili a fare la nostra parte in questo processo”.

Photo credit: Adrian Brooks/Imagewise

Push for Prosecco! E’ quello che hanno potuto fare i londinesi grazie a un dispenser interattivo lanciato da Delta Air Lines per offrire gratuitamente ai passanti un frizzante bicchiere di bollicine.

Il pop-up, allestito a Boxpark, Shoreditch, è stato realizzato per celebrare il lancio del prosecco Avissi, servito gratuitamente a bordo di tutti i voli internazionali in classe economica (Main Cabin) di Delta Air Lines. Chi è passato davanti al dispenser Delta a Londra il 7 e 8 dicembre scorso ha potuto schiacciare il bottone per vedersi servito un bicchiere gratuito del popolare vino made in Italy, e sentirsi trasportato nel clima festivo del periodo pre-natalizio. Successivamente gli ospiti hanno potuto assaporare il proprio bicchiere nel comfort dello spazio outdoor, ispirato alle lounge aeroportuali Delta Sky Deck della compagnia.
Per accedere all’offerta (un bicchiere a persona) bisognava ovviamente dimostrare di essere maggiorenni.

“Siamo entusiasti di poter portare la nostra esperienza cinque stelle a Londra per brindare alle prossime festività, in un momento in cui la popolarità del prosecco in Gran Bretagna continua a crescere” ha commentato Nadia Clinton, Country Manager per la Gran Bretagna e l’Irlanda di Delta Air Lines “L’offerta di prosecco per i nostri passeggeri in classe economica è uno dei molti miglioramenti che Delta sta apportando al proprio servizio di bordo, per permettere a tutti di iniziare il proprio volo nel modo migliore.”

Delta ha introdotto il prosecco in classe Main Cabin e Delta Comfort+ su tutti i voli internazionali quest’autunno, per dare piu’ sceltae una migliore seperienza di viaggio a tutti i passeggeri . Il nuovo servizio segue il lancio del prosecco a bordo sui voli domestici negli Stati Uniti, avvenuto la scorsa primavera – gratuito in classe Delta Comfort+ e a pagamento in classe Main Cabin. Recentemente Delta è anche divenuta la prima compagnia aerea statunitense globale* a offrire il servizio di messaggistica gratuita a bordo, che permette ai passeggeri di rimanere connessi in tempo reale anche a 10.000 metri d’altezza

Non è un abbandono della strategia digitale intrapresa negli ultimi due anni ma sicuramente è il frutto di una forte riflessione sul giusto mix di strumenti promozionali da utilizzare in un settore come quello dei viaggi che si divide a metà tra il mondo di chi cerca le vacanze online e tra chi preferisce i vecchi metodi di una volta: Welcome Travel ha così deciso di rafforzare la produzione degli strumenti di vendita cartacei per affiancare le attività digitali.

Le pubblicazioni di cataloghi passano dunque da due a ben sei edizioni con un impegno che sale a 600mila copie distribuite nell’arco dell’anno, contro le 240mila dello scorso esercizio. Un catalogo ogni due mesi, 100mila copie per ogni catalogo: considerando che le agenzie del gruppo sono poco più di 1000, ognuna di loro deve prepararsi a ricevere una media di 50 cataloghi al mese e 600 in un anno solo da Welcome Travel.

“Il Catalogo promozionale è uno degli strumenti più efficaci tra quelli che mettiamo al servizio delle Agenzie a supporto delle loro vendite – dichiara Adriano Apicella, Amministratore Delegato Welcome Travel –. Quest’anno abbiamo deciso di investire in maniera importante sul format cartaceo, che affianca il motore di ricercaWELGo! sul web delle Agenzie, perché non tutti i Clienti sono pronti alla totale digitalizzazione”.

Primo in calendario, e già in distribuzione, il promozionale dedicato alle partenze da gennaio ad aprile, seguirà l’edizione completamente dedicata alle Crociere e la Brochure Sposi, legata all’omonima campagna, per le partenze da aprile a ottobre, mesi che per il Network coprono l’80% dei viaggi di nozze dell’anno.

Infine, da febbraio in poi, altre tre pubblicazioni generaliste per supportare le partenze dell’estate.

Ogni promozionale raccoglie una selezione di offerte dei migliori Tour Operator e Crocieristi con un’ampia gamma di soluzioni di viaggio; novità di quest’anno: le quote pubblicate sono finite e inclusive di tutti gli oneri obbligatori (quote di iscrizione, tasse e supplementi).

“La scelta del Network – puntualizza Apicella – è stata di impostare tutta la comunicazione esterna, inclusi i promozionali cartacei, con indicazione di un prezzo finito che corrisponde a quanto il Cliente pagherà in Agenzia, senza sorprese”.

Una feature interessante dei cataloghi è che possono essere personalizzati:  Welcome Travel offre questo servizio che prevede, oltre alla stampa del logo dell’Agenzia sulla prima e quarta di copertina, anche la presenza di fotografie del punto vendita e degli Agenti di Viaggio che ci lavorano, oltre ad un testo redatto dall’Agenzia stessa.

Con l’orario estivo 2018 Eurowings sarà la prima compagnia aerea low-cost ad introdurre una Business Class su alcune rotte a lungo raggio. Non si chiamerà Business Class ma BIZclass e festeggerà il proprio debutto in occasione dell’ITB di Berlino, la più importante fiera dedicata al turismo, nel marzo 2018. Sarà disponibile a partire da fine aprile 2018, ma sarà prenotabile già prima in data da definirsi.

Una prima foto della nuova BIZclass è stata pubblicata ieri da Eurowings sui suoi canali social Facebook e Twitter. Il teaser lascia intuire quale sarà la nuova offerta dell’anno prossimo per i clienti della compagnia low-cost: Eurowings offrirà posti con più spazio per le gambe, maggiori servizi e naturalmente una poltrona più grande. Con la semplice pressione di un bottone la poltrona di BIZclass si trasformerà in un letto “full flat” di circa due metri: ideale per riposarsi durante un volo lungo.

Le classi di Eurowings, BASIC, SMART e BEST rimarranno invece inalterate.

Il nuovo prodotto BIZclass offrirà non solo una poltrona più confortevole, ma anche un catering speciale e altri nuovi servizi. “Stiamo affinando l’offerta e abbiamo in serbo ancora un paio di sorprese” ha commentato l’amministratore e CCO di Eurowings Oliver Wagner. “Le presenteremo il prossimo marzo in occasione dell’ITB.”

Low-cost e BIZclass non sono una contraddizione per Eurowings. “Sulle rotte con maggior traffico business, ad esempio quelle da Düsseldorf per gli Stati Uniti, New York, Miami e Fort Myers, vediamo una crescente domanda per un prodotto top” ha detto Wagner. E’ chiaro che per il cliente anche il prezzo è importante: “Lanceremo la BIZclass in linea con i prezzi convenienti di Eurowings”.

Nei giorni scorsi è stato presentato il sito OUI.sncf, ultimo nato dalla strategia di Rebranding in corso in casa SNCF e che va a sostituire, per l’acquisto dei biglietti ferroviari, il vecchio Voyages-sncf.com
Dopo il TGV (che si chiamerà inOUI, come scrivevamo a giugno scorso) e Ouigo, anche Voyages-sncf.com cambia dunque nome con l’obiettivo di diventare punto di riferimento per i viaggiatori francesi.

Il coinvolgimento del pubblico

La trasformazione di Voyages-sncf.com in OUI.sncf è un’operazione di co-creazione senza precedenti nel mondo dell’e-commerce. Tutti i settori della società (sviluppatori, data scientist, esperti di marketing ecc.) hanno preso parte per otto mesi allo sviluppo di OUI.sncf, alla preparazione di una transizione sicura e all’accompagnamento dei clienti. Tale trasformazione è stata portata avanti attraverso la modifica di oltre 500.000 pagine e la creazione di 550 user stories che descrivessero le nuove funzionalità.

I clienti sono stati coinvolti in tutte le fasi di sviluppo di questa nuova esperienza e dei nuovi servizi, grazie a workshop virtuali organizzati sulla piattaforma digitale OUI Talk e agli incontri dei Love Team a Parigi e nelle diverse regioni francesi; infine, oltre 4.000 persone hanno visitato lo spazio temporaneo OUI Work di Parigi, dedicato alla co-costruzione di OUI.sncf.

Nuove funzioni digitali

Tra le nuove funzioni sviluppate ci sono gli “Avvisi Convenienza”, dove i clienti di OUI.sncf potranno indicare la destinazione, la data e il prezzo a cui sono interessati; non appena tali opzioni divengono disponibili, i viaggiatori verranno avvertiti tramite e-mail o SMS.

Non poteva poi mancare il chatbot OUI nella home page OUI.sncf per rispondere alle aspettative dei suoi 10 milioni di clienti e, in particolare, dell’81% di francesi che desidera essere supportato prima, durante e dopo il viaggio. Grazie a «Oui bot» è ora possibile effettuare direttamente una ricerca e prenotare dialogando con gli strumenti digitali.

Per promuovere le mete turistiche francesi, infine, OUI.sncf ha creato nuove pagine «OUI des Régions». Si tratta di spazi in cui esperti del settore condividono le loro preferenze locali, i loro punti d’interesse e gli indirizzi consigliati. Da qui si possono ricavare spunti di viaggio visionando anche foto o video. Per andare alla scoperta di questi luoghi d’interesse, le cartine dinamiche delle pagine «OUI des Régions» presentano, in un’unica pagina, l’insieme delle informazioni necessarie per spostarsi da un punto all’altro, con tutte le soluzioni di mobilità SNCF.

 

ME by Meliá ha annunciato l’apertura a fine 2018 del primo hotel della collezione in Medio Oriente.
Progettato dall’architetto e designer Zaha Hadid, ME Dubai è destinato a diventare una vera e propria icona dell’ospitalità; è l’unico hotel dove la celebre artista, scomparsa nel 2016, ha progettato personalmente sia l’interior design sia l’esterno dell’edificio, dando prova del suo concetto di interconnessione tra gli spazi.

ME Dubai offrirà 93 camere e suite, 98 appartamenti privati e l’immancabile “Suite ME”, sviluppandosi su 19 piani. L’interior design, studiato e selezionato dalla stessa Zaha Hadid nella lobby e nella lounge accoglie gli ospiti sorprendendoli. L’offerta culinaria, 15 ristoranti, tra cui ROKA, fondato a Londra nel 2004 e ideato da Rainer Becker, che propone cucina giapponese contemporanea, diventerà un immancabile punto di riferimento in città.

ME Dubai sorgerà all’interno di The Opus, spettacolare edificio di 95 metri, ultima aggiunta all’architettura avveniristica che popola lo skyline di Dubai. Situato nel cuore del nascente quartiere di Burj Khalifa a Downtown Dubai, The Opus è gestito dal gruppo Omniyat – leader in Medio Oriente nel settore Real Estate.

Gabriel Escarrer, Vice Chairman e CEO di Meliá Hotels International, ha affermato: “Siamo davvero entusiasti della nuova apertura del ME Dubai, la nostra prima proprietà in Medio Oriente. Dubai è una città affascinante, celebre per la sua architettura all’avanguardia e rappresenta la destinazione ideale ad accogliere il nuovo ME by Meliá e gli alti standard che caratterizzano questo brand. Siamo sicuri che l’unione tra il nostro impegno nell’offrire un servizio senza precedenti, il design che caratterizza questo hotel e la sua offerta culinaria riusciranno a offrire un’esperienza indimenticabile”.

ME by Meliá è il brand dedicato a un target di viaggiatori interessati all’arte, al design all’avanguardia e alla musica internazionale, sempre alla ricerca di nuove esperienze.

La missiva ai dipendenti di Ryanair riportata da La Stampa

Al contrario di Alitalia, Ryanair non ha ancora messo nero su bianco quali voli saranno coinvolti dallo sciopero del trasporto aereo in programma dalle 13 alle 17 del 15 dicembre e, cosa ancora più grave, in una missiva interna ha minacciato di ritorsioni i dipendenti intenzionati ad asternersi dal lavoro.

Come riporta La Stampa, infatti, una circolare firmata da Eddie Wilson, Chief people officer di Ryanair, consiglia ai dipendenti di continuare a lavorare come di consueto. Chi invece aderirà allo sciopero potrebbe perdere futuri aumenti di paga e vedersi precluso trasferimenti e promozioni.

La missiva ai dipendenti di Ryanair riportata da La Stampa

 

Eden Made ha pubblicato il nuovo catalogo Stati Uniti 2018, che include tra le suggestive macro-destinazioni nordamericane anche Hawaii, Caraibi, Polinesia e Isole Cook. L’ultima brochure di viaggio targata Eden Made è già consultabile online sul sito edenviaggi.it e sarà distribuita i prossimi giorni nelle agenzie di viaggio.

Ricalcando lo stile già proposto nel catalogo Sud America 2018, anche per gli Stati Uniti Made offre ai viaggiatori la possibilità di esplorare nuove mete creando itinerari su misura e personalizzati, senza  rinunciare a servizi di alta qualità. Con ‘crea la tua vacanza’ i viaggiatori potranno combinare diversi pacchetti e città, componendo in autonomia e libertà il proprio viaggio ideale.

“Fra le novità presentate sul nuovo catalogo Stati Uniti 2018, spicca la rinforzata programmazione dei viaggi accompagnati a New York dove Made propone tre tour differenti che incontrano le esigenze e i sogni di ogni viaggiatore. ‘New York All Together’ è la più completa tra le tre proposte alla scoperta della Grande Mela” – dichiara Luigi Leone Product Manager Eden Made -“con partenze garantite da aprile 2018 a marzo 2019, è stata ideata con un concept molto chiaro affinchè il cliente non sia mai solo. E’ l’opzione perfetta per chi cerca un’esperienza coinvolgente e vivace, caratterizzata ogni giorno da attività diverse e dalla presenza costante di una guida locale che parla italiano, un riferimento non solo durante la giornata ma anche la sera, ad esempio per raggiungere dall’hotel -e insieme alla guida- il ristorante a piedi, in taxi o in metrò.”

Nel catalogo Stati Uniti 2018, oltre alle nuove versioni di New York All Together e The Big Apple, si segnala la novità The New Yorker, viaggio su misura che propone -tra le diverse attività- un memorabile brunch su un rooftop a Manhattan.

Inoltre sempre a New York, gli amanti dello sport americano potranno personalizzare ancora di più la propria esperienza di viaggio perché con Eden Made potranno garantirsi dall’Italia i biglietti per i loro eventi sportivi preferiti, ad esempio una partita di NBA, di football americano, di hockey o di calcio.

Booking.com ha annunciato l’estensione della versione pilota del suo nuovo servizio di assistenza via chatbot, Booking Assistant, alle prenotazioni in inglese in ogni parte del mondo. Come ultima evoluzione della piattaforma di messaggistica di Booking.com, Booking Assistant si basa su un sistema di intelligenza artificiale appositamente sviluppato, affiancato da una già ben consolidata assistenza clienti. A disposizione di sempre più viaggiatori prima delle feste di fine anno, Booking Assistant permette a ogni cliente di ricevere un’assistenza immediata per le prenotazioni attive e risposte alle domande più frequenti relative al soggiorno, tramite un programma chat facile e intuitivo. Booking Assistant è stato interamente sviluppato dall’azienda stessa ed è uno strumento all’avanguardia nel settore per identificare e rispondere automaticamente a una mole sempre crescente di richieste inviate dopo la prenotazione, utilizzando il dispositivo e la piattaforma preferiti dal singolo utente.

Intelligenza Artificiale al servizio dei clienti

Booking Assistant si basa su una tecnologia che analizza il linguaggio umano per identificare le domande più frequenti poste dai clienti, inclusi argomenti come pagamenti, trasporti, orari di arrivo e partenza, modifiche alle date, richieste di cancellazioni, informazioni sui posteggi, richieste di letti extra, condizioni per chi viaggia con animali domestici, disponibilità di WiFi e connessione internet, oltre a messaggi di saluto e ringraziamenti vari. Raggiungere più clienti tramite Booking Assistant significa anche aiutare lo strumento a potenziare ulteriormente le sue funzionalità: al momento infatti, Booking.com sta insegnando al sistema a categorizzare il numero di domande che può gestire in più di 90 sottocategorie, per velocizzarne l’identificazione e la risoluzione.

A differenza di altri chatbot, che si concentrano solo sulle conversazioni finalizzate alla prenotazione, sulla vendita di servizi extra durante il soggiorno e pochi altri temi, Booking Assistant è stato costruito per rispondere alle domande più comuni degli utenti. Attualmente il chatbot è in grado di rispondere automaticamente al 30% delle domande relative al soggiorno dei clienti in meno di 5 minuti. Se il sistema identifica una domanda a cui non sa rispondere da solo, richiede l’aiuto dell’assistenza clienti Booking.com o della struttura (in base al tipo di domanda), riportandone la risposta direttamente nella conversazione. Inoltre, Booking Assistant indica sempre la fonte delle informazioni fornite ai clienti, garantendo quindi il massimo della trasparenza.

“Per noi usare l’Intelligenza Artificiale non significa eliminare l’interazione umana, ma semplificare e personalizzare ancora di più l’esperienza di viaggio dei clienti, rendendola più gratificante in modo immediato e libera da punti critici” spiega James Waters, Global Director dell’Assistenza Clienti Booking.com. “Il nostro è un settore incredibilmente complesso dal punto di vista personale ed emozionale, quindi mantenere il giusto equilibrio tra interazione umana e automatizzazione è un aspetto che cerchiamo sempre di migliorare per l’intera esperienza del cliente, Booking Assistant incluso”.

Il futuro della customer care

Secondo una ricerca svolta di recente da Booking.com su 19.000 viaggiatori provenienti da 26 paesi, per il 50% delle persone non importa parlare con una persona vera o un computer, purché si ottenga una risposta alle proprie domande. Inoltre, l’80% delle persone preferisce ottenere informazioni in modalità self-service. Entrambi questi dati dimostrano come Booking Assistant risponda all’esigenza dei viaggiatori di ricevere assistenza al di fuori dei canali tradizionali, come telefono o e-mail. Questa esperienza ibrida che si appoggia a esperti in carne e ossa è sempre disponibile all’interno del sistema, e non richiede l’utilizzo di altri canali di assistenza.

Lo strumento nasce nel contesto dei dispositivi mobili ed è stato adattato per funzionare all’interno dell’app di Booking.com per iOS e Android, come anche su Facebook Messenger. Può essere utilizzato anche dal sito desktop, mobile e tablet di Booking.com ed è identificato dall’icona della chat accompagnata dal testo “Fai una domanda”.

I Viaggi dell’Airone rinnova la squadra commerciale e annuncia l’ingresso  nello staff di nuove figure professionali.

La prima novità è l’arrivo di Massimo Maida che riveste da qualche settimana il ruolo di direttore commerciale del tour operator.

Romano, classe 1965 e con una trentennale esperienza nel mondo del turismo, Massimo  si è formato all’interno di importanti aziende del settore outgoing.

Insieme a Maida, fa ingresso nella forza vendite di I Viaggi dell’Airone anche Luca Lomazzi che è il nuovo commerciale del tour operator per le aree  Lombardia, Emilia Romagna e Canton Ticino.

“Sono molto orgoglioso di far parte di un’azienda storica nel panorama del tour operating italiano  che fa dell’esperienza e dell’affidabilità i suoi maggiori punti di forza  – dichiara il direttore commerciale Massimo Maida –  Il rafforzamento del team commerciale è solo l’avvio di un percorso che porterà a una maggiore presenza di I Viaggi dell’Airone sull’intero territorio nazionale. Siamo già fortemente proiettati sul 2018, stagione  in cui si prevede un gran ritorno ai viaggi. Specialmente dei clienti con grande capacità di spesa, fascia da sempre molto interessante e a cui I Viaggi dell’Airone per la sua consolidata specializzazione nella costruzione di Viaggi su Misura , vuole rivolgersi  E’ per questo che abbiamo già attivato tutti gli strumenti utili alla formazione per fornire alle nostre agenzie partner tutte le informazioni necessarie sia ad una conoscenza approfondita del prodotto che sulla nuova organizzazione del booking: ottimizzazione dei tempi di risposta alla richiesta preventivo e contatto telefonico di avvenuta presa in carico della pratica, questi sono i nostri nuovi plus”.

“Siamo felici di poter accogliere Massimo nella nostra famiglia – dichiara l’amministratore di I Viaggi dell’Airone, Angioletto de Negri – siamo certi che potrà essere un ottimo punto di riferimento per la nostra rete di distribuzione e che la sua esperienza e la sua professionalità saranno un utile supporto ai progetti di crescita dell’azienda”.

Bahrain

Anche quest’anno Mappamondo inserisce il Gran Premio di Formula 1 del Bahrain nella propria programmazione con un’offerta dedicata agli appassionati di questo sport. Terza gara del campionato automobilistico, la prima in Medio Oriente, l’evento è ritenuto il più importante dell’anno per la destinazione, un avvenimento grazie al quale il Paese è diventato famoso in tutto il mondo.

Il T.O. ha dunque messo a punto un pacchetto che include i trasferimenti ogni giorno dall’hotel prescelto al circuito e il biglietto in “Tribuna University Grand Stand” per assistere sia alla gara dell’8 aprile, sia alle prove e alle qualifiche nei due giorni precedenti. In alternativa è possibile includere nel pacchetto i biglietti per le tribune “Turn One Grand Stand” e “Main Grand Stand”.

Completano l’offerta voli di linea Emirates con partenze da Milano, Venezia, Bologna e Roma, quattro notti in camera doppia con prima colazione a buffet, trasferimenti da e per l’aeroporto a Manama.

Questa proposta è parte della linea di prodotto Save Money-Go Safe, offerta Mappamondo che prevede l’eliminazione delle quote di gestione prenotazione.

Come per tutti i pacchetti mappamondo il supplemento carburante YQ è compreso nelle quote ed è commissionabile per le Agenzie di Viaggio.

    Il 2017 si chiude con un importante risultato per gli alberghi di lusso AccorHotels in Italia, a conferma del posizionamento del Gruppo quale leader del segmento a livello globale con una collezione di proprietà iconiche, che a charme e personalità uniscono l’eccellenza di un servizio personalizzato.

    Il riconoscimento arriva dai World Luxury Hotel Awards, gli “oscar dell’hotellerie” che premiano i migliori hotel della categoria lusso a livello globale, continentale e nazionale. Nel corso della cerimonia di premiazione dello scorso 2 dicembre quattro delle strutture lusso di AccorHotels in Italia hanno collezionato un totale di sette premi.

    Sofitel Roma, Villa Borghese

    Al Sofitel Rome Villa Borghese, boutique hotel nel cuore della Capitale con la terrazza panoramica dalla vista mozzafiato La Terrasse Cuisine & Lounge, sono andati due premi: quello quale miglior Luxury Rooftop View Hotel al mondo e il riconoscimento nella categoria Luxury Romantic Hotel per l’Italia.

    Hotel Papadopoli Venezia

    Completamente rinnovato secondo lo stile veneziano del ‘700 rivisitato in chiave moderna, l’Hotel Papadopoli Venezia MGallery by Sofitel si è aggiudicato i premi Luxury Contemporary Hotel per l’Italia e Luxury Boutique Hotel per l’Europa meridionale.

    Palazzo Caracciolo, la dimora storica nel centro di Napoli appartenente alla collezione MGallery by Sofitel, si è confermato anche quest’anno Luxury City Hotel e ha conquistato il titolo nella categoria Luxury Historical Hotel per l’Europa meridionale.

    Al palmares WLHA 2017 di AccorHotels Italia, si aggiunge infine il premio del Pullman Timi Ama di Villasimius, il resort sardo votato al wellness, che anche quest’anno si conferma tra i migliori Luxury Thalasso & Spa Resort al mondo.

    NH Hotel Group ha annunciato la nomina di Hugo Rovira a nuovo Managing Director per il Sud Europa di NH Hotel Group. Rovira riporterà a Rufino Pérez, COO & Global Transformation Leader di NH Hotel Group. Nel suo nuovo incarico, Hugo assume il compito di guidare il Management Committee dell’area Sud Europea composta da Spagna, Italia, Portogallo, Andorra, Francia e USA.

    “È un onore essere alla guida dell’area Sud Europea di NH Hotel Group composta da paesi chiave per l’azienda. In particolare il mercato italiano con più di 30.000 alberghi e più di 1 milione di camere rappresenta una sfida davvero interessante e stimolante per l’espansione del Gruppo: quasi il 94% dell’offerta alberghiera in Italia è di proprietà di operatori locali e la presenza di catene alberghiere internazionali non è ancora così capillare”, commenta Hugo Rovira. “Nonostante questi dati, NH Hotel Group ha attive 51 strutture sparse su tutto il territorio nazionale e negli ultimi anni ha continuato a portare avanti  la sua espansione in Italia, con una crescita  media di quasi 3 alberghi all’anno. Anche i numeri confermano che la direzione intrapresa da NH Hotel Group è quella giusta: per esempio, nei primi nove mesi di quest’anno, l’Italia mostra un aumento dei ricavi per camera disponibile comparabili (RevPAR) del 5,8%, con un aumento dei prezzi del 5,3% e dell’occupazione del 0,4%, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.  Il fatturato è inoltre cresciuto del 3,5% per € 203,7 milioni mentre l’EBITDA cresce del 21,1% per € 39,5 milioni. L’andamento di questo mercato negli ultimi mesi è stato particolarmente favorevole nelle città secondarie”, conclude Rovira.

    Alitalia
    Alitalia

    A seguito dell’agitazione proclamata da alcune sigle sindacali dei controllori di volo per venerdì 15 dicembre (dalle 13:00 alle 17:00), Alitalia è stata costretta a cancellare 77 voli programmati per quel giorno, sia nazionali che internazionali. La Compagnia ha attivato un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: l’80% riuscirà a volare nella stessa giornata del 15 dicembre.

    Al fine di assistere i viaggiatori, Alitalia ha previsto un rafforzamento del proprio personale negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate. È stato anche incrementato il numero degli addetti al call center. Saranno inoltre impiegati aerei più capienti, sia sulle rotte domestiche che su quelle internazionali, per trasportare un numero maggiore di viaggiatori.

    Sul sito alitalia.com è disponibile la lista completa dei voli cancellati – a questo link: https://www.alitalia.com/it_it/volare-alitalia/news-e-attivita/news/info-sciopero-15-dicembre/voli-cancellati.html – insieme alle informazioni dettagliate sulle modalità di riprotezione che prevedono il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 22 dicembre.

    Alitalia inoltre invita tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per volare il 15 dicembre a verificare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggi dove hanno acquistato il biglietto.

    Lo sciopero non riguarda solo Alitalia ma anche il personale Enav e Ryanair

    Sul sito dell’Enac è disponibile invece la lista dei voli garantiti a questo link:

    https://www.enac.gov.it/repository/ContentManagement/node/N1368939924/Voli_garantiti_Scioperi_del%2015_dicembre%202017.pdf

     

    Seguici anche su