La partecipazione a BIT 2017 è per l’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco l’occasione per fare un bilancio del lavoro svolto e dei risultati raggiunti insieme ai tour operator. Le date, dal 2 al 4 aprile, permetteranno infatti di poter aver già i primi risultati sulla stagione in corso.

Il Marocco ha registrato nei primi 10 mesi del 2016 un andamento solido e positivo con un rilevamento di 9,8 milioni di turisti, traducibile in termini di ricavi in una progressione del 3,9% : cifre che sostengono le scelte del Ministero del Turismo in quanto a diversificazione dei mercati e dei segmenti dall’alto potenziale turistico.

Il mercato Italia ha riportato un aumento del 4% per i primi dieci mesi dell’anno, numeri che fanno del nostro Paese il quinto mercato strategico per il Marocco.

Positiva soprattutto la scorsa estate: il solo mese di luglio ha registrato un aumento del + 7% come arrivi internazionali e un 9% per il mercato italiano.

A Bit 2017 sono previsti incontri con i professionisti del settore per illustrare i progetti in corso: i buyers potranno incontrare circa quindici tra i principali operatori incoming per approfondire l’attualità relativa alle destinazioni e alle iniziative marketing in linea con la Vision 2020, il processo di valorizzazione strategico naturale, culturale e umano del Regno.

Tra gli obiettivi del Marocco c’è quello di rafforzare il segmento dell’eco turismo per andare incontro all’emergente trend di un turismo sostenibile. In quest’ottica assumono una posizione rilevante i progetti di rivalorizzazione della medina di Fès, della città di Rabat e dell’implementazione eco-sostenibile di Marrakech.

Nel 2017 le operazioni dell’Ente si baseranno principalmente su destinazioni e prodotti centrati sulla scoperta del patrimonio tradizionale, naturale e sull’ecoturismo. Viaggi culturali e ambientali con l’obiettivo della conoscenza del Marocco sotto tutti i suoi aspetti naturalistici, storici e gastronomici dove al viaggiatore viene proposta un’esperienza che lo mette in relazione con le popolazioni locali.

I prodotti di punta quindi saranno legati alle città imperiali, in particolare le città comodamente raggiungibili con i voli diretti dall’Italia come Marrakech/Essaouira/deserto, Fes/Meknes e Casablanca/Rabat, ognuna in grado di offrire ai viaggiatori un’esperienza diversa per vivere la natura e la cultura marocchina.

Il Paese poi offre innumerevoli attrazioni e interessi per le famiglie e attività adatte per tutte le fasce d’età: dai circuiti classici delle città imperiali, alla passeggiata in calèche a Marrakech, ai giri in quad lungo le spiagge atlantiche, al trascorre una notte nel bivacco tra le dune, all’escursione a dorso di dromedario.

E nel quadro del turismo famiglie si inserisce a pieno titolo Agadir, prodotto balneare per tutto l’anno e per tutta la famiglia con una ricca offerta ricettiva e con un entroterra da scoprire sia dal punto di vista naturale che culturale.

Approfondimenti sul Marocco sul sito dell’ente: www.visitmorocco.com

Ultime notizie

Nonostante le vicende che negli ultimi mesi hanno rischiato di decretarne la chiusura in Italia, il business di Flixbus continua a crescere: quest'anno gli...
Ryanair

Ryanair ha annunciato l’ampliamento dei voli in coincidenza dall’aeroporto di Milano Bergamo, il servizio lanciato il 3 luglio scorso. 25 rotte in piú tra cui...

Media Partnership