Bit 2017, il turismo è multisensoriale: il viaggio diventa esperienza e business

Bit 2017, il turismo è multisensoriale: il viaggio diventa esperienza e business

di -
Bit 2017
BIT2017

“Il turismo è la forma più completa di conoscenza, perché utilizza tutti i cinque i sensi”: così ha accolto i giornalisti Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano, alla conferenza stampa di Bit 2017 presso lo storico palazzo milanese del TCI. Una conferenza originale, condotta da Marco Berry, che ha avuto come “asset” – rubando un termine dalla finanza – proprio i cinque sensi . Un approccio multisensoriale sul quale si articolerà anche #BIT2017.

Per rispondere in modo efficace all’evoluzione che vede sempre più il turista trasformarsi in viaggiatore,  Bit – Borsa Internazionale del Turismo si presenta in una veste totalmente rinnovata: ritorna nella sede storica di fieramilanocity, a stretto contatto con il cuore della capitale economica d’Italia, con nuove date da domenica 2 a martedì 4 aprile prossimi. E, soprattutto, si presenta con un nuovo layout basato sulla segmentazione dei target – con le 3 macro-aree Leisure, Luxury, MICE – dove professionisti e viaggiatori potranno vivere in prima persona l’esperienza del nuovo turismo guidato dagli stili di vita.

Marco Berry e Franco Iseppi
Marco Berry e Franco Iseppi

Un percorso espositivo completato da 3 aree tematiche progettate in collaborazione con esperti di ciascun settore e focalizzate su segmenti particolarmente performanti – A Bit of Taste per l’enogastronomia, I Love Wedding per il wedding tourism e Be Tech per il digitale – cui si aggiungerà un’area dedicata al turismo LGBT, altro segmento in forte crescita, con il patrocinio di ILGTA – International Gay & Lesbian Travel Association.

Italia, spazio al Sud

Per gli amanti della vacanza nella natura, la meta più hot di quest’anno è il Sud Italia: Abruzzo e Molise, entrambe Regioni che ritornano a Bit dopo alcune edizioni, stanno diventando autentici paradisi per il cicloturismo grazie a percorsi unici tra mare e monti lungo gli antichi tratturi che toccano il Parco Nazionale della Majella e borghi di charme come Roccaraso in Abruzzo o Vastogirardi in Molise, oltre naturalmente al “piccolo Tibet” italiano, il Gran Sasso, presente in manifestazione anche con il Consorzio Gran Sasso d’Italia L’Aquila e Terre Vestine.

Per un evergreen come la vacanza culturale la meta di tendenza sono le Marche: dove la meraviglia delle Città UNESCO, Urbino e Fabriano (la città della carta), si sposa nella luce unica del paesaggio con l’arte di Raffaello o Lorenzo Lotto e con le mille celebrazioni tradizionali. E non può mancare una tappa anche in Veneto, altro atteso rientro in Bit, con il suo impressionante portfolio di città d’arte di cui tre (Venezia, Verona e Vicenza) dichiarate Patrimonio UNESCO. Per vivere in maniera più completa l’unicità della Serenissima, da non perdere le proposte del Consorzio Venezia Unica e, per uscire dai sentieri più battuti, tutte da scoprire quelle dei Lidi di Chioggia con le loro famose casette di pescatori dai colori sgargianti e tutti diversi. A Bit 2017 il Veneto sarà un must anche per i professionisti del business travel, dato che la Regione ha scelto di essere presente tanto nell’area Leisure quanto in quella MICE. Così come la Puglia che, dopo avere scalato le classifiche delle mete leisure più ambite – anche per i matrimoni VIP – grazie al suo mix unico di natura, cultura e una felice tradizione enogastronomica, oggi si propone come destinazione in ascesa nel settore convegnistico affiancando ai poli storici come castelli, dimore storiche, ville e masserie ristrutturate in location dai paesaggi unici.

Tris d’assi per la Toscana che sarà presente nelle tre aree Leisure, Luxury e MICE. L’offerta della Regione infatti è fra le più complete in Italia: qui gli appassionati dello sport del momento, il fitwalking, possono unire storia, cultura e attività fisica camminando lungo la Via Francigena, mentre chi vuole concedersi una pausa di lusso può scegliere, per esempio, uno dei 65 wine resort di alta gamma della regione, che insistono su alcuni dei terroir più prestigiosi del mondo come il Chianti e il Montalcino. E se l’offerta storico-artistica toscana non ha bisogno di presentazioni, sul fronte congressuale la Regione schiera 5 convention bureau e 3 poli congressuali (Firenze, Carrara e Arezzo) che, insieme alla miriade di location di charme “minori”, attirano ogni anno oltre 3 milioni di turisti business. A garanzia della qualità nella selezione del prodotto Italia, il percorso incoming di Bit 2017 avrà il patrocinio di Incoming Italia mentre tutta Bit, ha ottenuto il Patrocinio del Ministero delle attività culturali e del turismo.

Outgoing, un mercato che cambia: a Bit c’è il mondo di Adutei
Il nuovo modo di vivere il viaggio sta cambiando faccia anche al mercato outgoing. E la presenza internazionale a Bit 2017 – con il patrocinio di ADUTEI – Associazione Delegati Ufficiali del Turismo Estero in Italia – riflette questa evoluzione. Sul fronte Mediterraneo, le sorprese di quest’anno saranno l’Albania, che si presenta con i suoi 360 km di coste intatte, punteggiate di isolette, ma anche città storiche e terme come Elbasan; e l’Algeria, dove alle antiche città-fortezza come Orano e Tamanrasset si uniscono i moderni resort lungo spiagge bianchissime.

Gli habitué delle vacanze all’ombra delle palme non possono perdersi invece i Caraibi “diversi” del Belize, ex colonia inglese nell’antico Yucatán maya, mentre per chi punta ai Mari del Sud la novità è la Nuova Caledonia, natura e cultura tribale pressoché intatte a poche ore di volo dall’Asia o dall’Australia. Gli irriducibili della vacanza-avventura troveranno a Bit 2017 spunti unici come l’Uganda, cuore verde dell’Africa Centrale, l’Ecuador e il Guatemala, tra foreste subtropicali, coste del Pacifico e incontro con i popoli indios, l’Etiopia sospesa fra le ancestrali tradizioni copte e una natura dai colori e dalla luce unici. Per un viaggio culturale oltre le solite mete, la scelta è vasta: si va dalla Turchia sulle orme di antichi popoli come i Frigi o gli Ittiti – ma anche lungo le strade di San Paolo – ai templi khmer unici al mondo della Cambogia, dal passato persiano alle grandi città sante dell’Iran. Ma anche il Giappone, mix di modernità e tradizione tra le mete più gettonate del momento in Asia, o l’Argentina, il più europeo dei Paesi latinoamericani, dove al fascino Belle Époque di Buenos Aires, la “Parigi del Sudamerica”, si affianca la natura mozzafiato delle Ande, della Patagonia o delle pampas del Nord.

E se il motivo del viaggio è una luna di miele, o un matrimonio sulla spiaggia? Mauritius, votata una dei 5 luoghi preferiti al mondo per sposarsi, rimane una delle mete top grazie al connubio di spiagge bianche, mari cristallini e poca burocrazia, ma anche la Thailandia dove è possibile organizzare una cerimonia secondo i rituali e con i costumi locali.  La meta extraeuropea preferita dagli italiani, gli Stati Uniti saranno rappresentati ai massimi livelli a Bit 2017 da Visit USA, la più grande e prestigiosa associazione che riunisce gli operatori attivi su questo mercato: i “great outdoors” dei parchi nazionali, le vibranti metropoli delle due coste – da New York a Los Angeles, da Boston a San Francisco – le esperienze tematiche come i viaggi “musicali” nel Tennessee del country o nella Louisiana del jazz saranno pronte a farsi scoprire da operatori e pubblico. A completare il quadro dell’offerta non mancheranno i top player dei diversi comparti, come Barceló tra le grandi catene alberghiere, MSC nelle crociere, Trivago nel digital tourism.

1.500 buyer altamente profilati
In linea con le innovazioni del format, questa edizione si distingue per un’ancora maggiore accuratezza nella profilazione e selezione degli oltre 1.500 hosted buyer italiani e internazionali, con un tasso di ricambio di quasi il 60%, grazie a un’intensa attività di scouting durante l’anno e una continua attività di segnalazione da parte degli Agenti dei Paesi esteri. Il buyer ospitato da Bit 2017, che ancora una volta ha fatto un ingente investimento su questa importante figura professionale, è stato scelto dalla Commissione di Selezione secondo parametri che ne garantiscono la qualità e l’interesse verso i segmenti presenti in Bit, e sulla base del fatturato generato verso le destinazioni rappresentate.

Per le geografie la selezione ha guardato alle aree con i maggiori flussi, sia incoming sia outgoing, e con i più alti tassi di crescita. Il 44% dei buyer arriva dall’Europa, dove si dirige la maggioranza dei turisti italiani all’estero – oltre 36 milioni di arrivi l’anno – e da dove si registrano più arrivi internazionali in Italia, quasi 38 milioni. Il 25% proviene dalle Americhe, che ricevono circa 2,7 milioni di arrivi italiani e ne totalizzano più di 7,5 milioni verso il nostro Paese, con tassi di crescita fino al +24,7% per l’incoming dal Centro-Sudamerica. Un altro 15% arriva dalla Russia, che da sola invia in Italia 2 milioni di turisti. L’Asia registra circa 6,6 milioni di arrivi in Italia e cresce a ritmi fino al +30%; inoltre, accoglie 2,5 milioni di arrivi italiani: da qui proviene il 7% dei buyer.

L’area Africa e Medio Oriente fa registrare tassi di crescita del +26,6%, con circa 1,5 milioni di arrivi, e sarà presente con un 5% di buyer dal Medio Oriente e un 2% dall’Africa e area mediterranea. Infine, un 2% proverrà dall’Australia, che vanta circa 1 milione di arrivi incoming, in crescita di quasi il +5% (dati Banca d’Italia per l’outgoing e ISTAT/Enit per l’incoming). Riguardo alle aree di interesse, il 71% dei buyer è rivolto prevalentemente al Leisure, il 21% al MICE e il 6% al Luxury; quanto alle tipologie di operatori, per il 52% sono tour operator, il 32% agenzie di viaggi, il 9% PCO e organizzatori di eventi, il 5% incentive house e il 3% travel manager aziendali. Il sistema di match-making adottato da Bit è frutto di un lavoro di ricerca e di costante aggiornamento: un prodotto sempre avanzato e user-friendly, che massimizza l’agenda dei buyer invitati e personalizza l’esperienza di visita consentendo di programmare in anticipo gli appuntamenti di mezz’ora allo stand dell’espositore.

Oltre 90 convegni in 3 giorni
L’offerta espositiva e di business matching sarà esaltata anche da un palinsesto ricco di oltre 90 convegni, articolati in 4 aree di argomenti riguardanti Formazione (dedicata ad Agenti di Viaggi e hotelier), Argomenti Caldi, Novità Assolute, Tecnologia. Inoltre, domenica 2 aprile i visitatori di miart potranno accedere con lo stesso biglietto a Bit 2017, per cogliere le sempre più frequenti contaminazioni dell’arte e la cultura con il turismo, mentre per gli appassionati del turismo attivo sono previsti coinvolgenti dimostrazioni ed eventi, mentre farà tappa in Bit anche la EA7 Europ Assistance Milano Marathon.

Ultime notizie

Babaiola, community di viaggiatori LGBT con oltre 19 mila viaggiatori iscritti, ha lanciato la propria campagna di crowdfunding con l'obiettivo di raccogliere 60mila euro.I fondi...

Wizz Air ha introdotto Fare Lock, un nuovo servizio che permetterà ai passeggeri di bloccare la tariffa prescelta per un volo specifico, pagando un costo fisso, indipendentemente...

Media Partnership