Booking.com ha annunciato il lancio del suo nuovo programma “acceleratore” chiamato Booking Booster, creato per individuare e poi sostenere (economicamente e didatticamente) quelle piccole imprese appena avviate in qualunque parte del mondo che si propongono di avere un impatto positivo nel settore del turismo globale. L’evento, della durata di 3 settimane, avrà luogo nel mese di giugno 2017 ad Amsterdam e culminerà nella possibilità di presentare il prodotto ed essere selezionati per l’assegnazione di un finanziamento fino a 500.000 euro erogato da Booking.com.

Il nuovo programma è un’estensione dell’iniziativa interna Booking Cares, in cui i dipendenti dell’azienda si organizzano assieme a ONLUS o associazioni culturali locali per collaborare in progetti di miglioramento delle destinazioni in tutto il mondo. L’obiettivo del nuovo programma Booster, invece, è quello di finanziare le startup che si dedicano al turismo sostenibile, in particolare alla protezione dell’ambiente, al mantenimento dei beni culturali e alla promozione di un turismo finalizzato allo sviluppo delle comunità e delle economie locali.

“Qui a Booking.com, la nostra missione è dare alle persone la possibilità di scoprire il mondo”, spiega Gillian Tans, CEO di Booking.com. “Ci sono migliaia di destinazioni davvero uniche e meravigliose da esplorare, in ogni angolo del mondo, ma non possiamo permetterci di darle per scontate: con Booking Booster ci proponiamo di aiutare la crescita delle imprese impegnate nel turismo sostenibile, così da massimizzare il loro impatto a livello globale. Individuando queste start-up particolarmente meritevoli e aiutandole con dei finanziamenti e con la nostra esperienza, potremo lavorare insieme con l’obiettivo di imparare a proteggere il futuro delle destinazioni che più ci stanno a cuore, in modo che i nostri nipoti e pro-nipoti possano continuare a visitarle ed ammirarle per tanti anni a venire.”

Il programma Booster è stato progettato in collaborazione con la società Impact Hub e consisterà in una serie di seminari, workshop e sessioni di coaching con esperti del settore, oltre a offrire l’opportunità di presentare il proprio prodotto a Booking.com ed essere selezionati per ricevere i fondi. Inoltre, dopo le 3 settimane del programma ad Amsterdam, le startup partecipanti riceveranno una mentorship per i successivi sei mesi, con consigli settimanali dagli sponsor di Booking.com più esperti in materia.

Per ulteriori informazioni sul programma Booking Booster, incluse le istruzioni per richiedere la partecipazione, si può consultare la pagina booking.com/booster. Booking.com accetta candidature da startup interessate provenienti da tutto il mondo fino al 1° marzo 2017 e ne selezionerà tra 8 e 12 per partecipare alle 3 settimane di evento.

Ultime notizie

L'autunno è arrivato e con i primi freddi è giunta anche l'annunciata chiusura dell'acquisizione di Blue Panorama da parte di Uvet, una novità che...

Per ogni ospite sorridente, c’è sempre un professionista dietro le quinte che ha reso il suo soggiorno indimenticabile magari adoperandosi per fare qualcosa che andava...

Media Partnership