Secondo Booking.com non esistono emoji che possano esprimere davvero come ci si sente nelle prime 24 ore di viaggio, le famose “faccine” utilizzate su social e applicazioni di instant messaging. Per questo motivo ne ha creato di nuove, le ha sottoposte al parere di 18.000 viaggiatori in 25 paesi del mondo e ha lanciato una petizione su change.org per chiedere di implementali alla Unicode, l’organismo che si occupa di codificare le immagini corrispondenti alle stringhe di testo e che permette alle tastiere degli smartphone di inserire un’emoji con un tocco. Tutto questo nella giornata mondiale dedicata alle emoji e festeggiata sui social da tre anni sull’hashtag #WorldEmojiDay il 17 luglio.

Le più richieste sono state:

  • Persona che guarda una mappa (39% degli intervistati)
  • Persona vestita da tipico turista (34% degli intervistati)
  • Persona che disfa la valigia (31% degli intervistati)
  • Lettino prendisole (30%)
  • Persona intenta a farsi un selfie (27%)

 

Per firmare la petizione di Booking.com è sufficiente registrarsi su https://www.change.org/p/unicode-booking-com-champions-new-first-24-hour-holiday-emojis?sf97599064=1

Ultime notizie

Lo scorso 16 novembre ha aperto un nuovo resort, il C Palmar Mauritius: si tratta di un nuovo Boutique resort dallo stile bohemien-chic, inserito...

«Siamo ‘les Collectionneurs’. Ha inizio un nuovo capitolo, che pone definitivamente al centro del nostro impegno il rapporto tra viaggiatore e professionista. Attenzione all’altro,...

Media Partnership