Dimmi cosa cerchi e ti dirò chi sei. Ciascun turista è diverso dagli altri e lo si capisce anche in base all’analisi delle ricerche fatte online. Hundredrooms, metasearch spagnolo per gli appartamenti, ha tracciato e raccolto in un’infografica sei differenti profili di viaggiatori, in base alle preferenze espresse dagli utenti e alle ricerche effettuate dagli stessi attraverso la propria pagina web nelle prime due settimane di luglio. Da questa ricerca vengono fuori dei dati interessanti, che smontano anche qualche stereotipo sugli italiani. Eccoli:

1 – IL PIGRO – Questo tipo di viaggiatore cerca in una casa vacanze tutte le comodità possibili, come l’ascensore, il parcheggio, la colazione e il servizio di pulizia. Hundredrooms ha rilevato che, nella prima metà di luglio, solo il 2% degli italiani ha cercato l’appartamento turistico ideale inserendo tra i filtri le caratteristiche sopracitate. Stessa percentuale si riscontra tra gli spagnoli che, assieme agli italiani, sono meno “pigri” di francesi, inglesi e tedeschi, per i quali si rilevano percentuali rispettivamente del 3%, 4% e 5%.

2 – IL FAMILIARE – Si sposta con tutta la famiglia e cerca un appartamento spazioso, che sia a misura di bambino. Per questo tipo di viaggiatore fanno sicuramente comodo gli spazi esterni, meglio se con piscina annessa, la cucina e, non di rado, anche una culla. I più “familiari” in assoluto sono gli spagnoli, che nel 33% dei casi hanno cercato appartamenti turistici con tali caratteristiche. Seguono gli inglesi (28%) e gli italiani (15%), mentre francesi e tedeschi si fermano al 12%.

3 – L’ANIMAL LOVER – Non abbandonerebbe mai il proprio amico a quattro zampe. D’altronde, perché farlo se c’è la soluzione? Ormai sono tanti gli appartamenti turistici che mettono a disposizione spazi per animali domestici. Dalla ricerca di Hundredrooms, risulta che a essere maggiormente legati al proprio animale sono i tedeschi: il 30% di essi ha infatti cercato appartamenti “pet friendly”, che consentano l’ingresso di animali. Seguono gli italiani e gli spagnoli, rispettivamente con percentuali del 18% e del 17%. Meno propensi a partire con proprio fedele amico sono i francesi (10%) e gli inglesi (4%).

4 – IL VIAGGIATORE ONLINE – Nell’era della comunicazione, dove impazza il bisogno di stare sempre connessi, la disponibilità del WiFi nell’alloggio è di certo importante, ma non imprescindibile. Del resto, a garantire una connessione h24 sono soprattutto i moderni smartphone, utili soprattutto ai viaggiatori, che hanno bisogno di orientarsi, cercare il miglior ristorante o la discoteca più in della zona. Risulta, infatti, che solo il 12% degli utenti italiani ha cercato, nella prima metà di luglio, appartamenti con WiFi, e anche per gli altri Paesi le percentuali non sono poi così alte. Si parla dell’11% per gli spagnoli, del 15% per i francesi, del 16% per i tedeschi e del 19% per gli inglesi.

5 – IL DISORGANIZZATO – Il suo unico desiderio è quello di divertirsi, non importa dove e quando. Può sembrare una contraddizione, ma il disorganizzato usa lo strumento di previsione dei prezzi perché, muovendosi all’ultimo secondo, spera di trovare in questo modo opzioni economiche in mete allettanti. I francesi sono quelli che più usano questo strumento, attestandosi al 60%. Seguono gli italiani (53%) e inglesi (45%), mentre la percentuale si abbassa al 37% sia per gli spagnoli che per i tedeschi.

Ultime notizie

Si avvicina l’edizione 2017 dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera, uno degli eventi europei più amati dagli italiani, in programma dal 16 settembre al 3...

Il programma pilota più recente Delta Air Lines all’aeroporto internazionale Ronald Reagan di Washington permette ai passeggeri di collegarsi in video chat dall’aeroporto con uno specialista...

Media Partnership