Marco Meneghetti

Un anno molto positivo quello che si sta chiudendo per Combotour, tour operator specializzato in viaggi tailor made, che nel 2017 ha visto un aumento del 50% delle vendite rispetto al 2016. Un anno durante il quale non sono mancate le novità. Innanzitutto i nuovi uffici nel centro di Saronno, dove l’operatore si è trasferito un paio di mesi fa e poi tante nuove destinazioni, sempre programmate nell’ottica e nel taglio speciale di Combotour. Ovvero l’interazione con le comunità locali e l’interesse per la cultura autentica e la possibilità di viaggiare in modo autonomo ma con alcuni servizi garantiti. Formule che Combotour ha tradotto in due grandi filoni di viaggi, molto apprezzati in agenzia e dal pubblico.

“Vivi come i locali, esperienze di turismo responsabile” è la linea di viaggi per il recupero delle tradizioni locali, con itinerari insoliti per far scoprire le usanze delle culture autoctone dei paesi che si visitano trasformando i partecipanti in esploratori. Culture e tradizioni che sono in serio pericolo di essere dimenticate e che con questi viaggi si contribuisce un poco alla loro sopravvivenza.

“Zaino in Spalla” è invece la linea di proposte per chi ama viaggiare in modo autonomo, senza essere per forza inserito in un gruppo organizzato, ma con dei servizi garantiti. Sono soluzioni disegnate su misura per chi desidera la consulenza di professionisti del viaggio per essere tutelato, ma con il vantaggio della libertà. Un mezzo molto efficace per riportare in agenzia i clienti “fai da te” che però gradiscono la consulenza di esperti per la costruzione dell’itinerario e l’assistenza durante il viaggio.

“Le destinazioni più vendute sono state Thailandia, Giappone, Vietnam, Malesia, Perù, Indonesia e Cambogia” spiega Marco Meneghetti, titolare insieme a Anna D’Oriano, dell’operatore.

Visto il grande successo delle destinazioni asiatiche l’operatore ha già pubblicato il catalogo Oriente 2018, che racchiude una parte dei ben 52 tour proposti da Combotour che si trovano tutti sul website dell’operatore.

E anche qui ci sono novità, come la Cina, con una serie di proposte classiche con partenze a date fisse, minimo 2 persone e guida in italiano.

Sul fronte americano, troviamo invece tra le novità di programmazione, l’ingresso nella nuova edizione del catalogo “Americhe” di tutti i sette Paesi del Centroamerica, Guatemala, Honduras, El Salvador, Nicaragua, Costa Rica, Belize e Panamà, che si aggiungono a Messico, Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile, Argentina e Brasile.

 

Ultime notizie

Bar e ristoranti si confermano il volano della ripresa dei consumi delle famiglie italiane. Questa una delle principali evidenze emerse dall'ultimo Rapporto Ristorazione della Fipe...
Airbnb

Dura replica di Airbnb alla notizia che l’Aula del Pirellone ha approvato il 17 gennaio scorso la legge che introduce il Codice Identificativo di...

Media Partnership