Crociere, 2017: sarà un anno in calo per i porti italiani?

Crociere, 2017: sarà un anno in calo per i porti italiani?

di -
Crociere
Crociere

Il report di Risposte Turismo non lascia dubbi: nel 2017 è attesa una riduzione del traffico crocieristico negli scali del Paese. Le previsioni aggiornate del traffico crocieristico atteso in Italia nel 2017 confermano infatti una riduzione del 7,1% per i passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti) nei porti crocieristici italiani (10,3 milioni), e del 9,6% per le toccate nave (4.500). Il nuovo Speciale Crociere elaborato dalla società di ricerca e consulenza è frutto delle informazioni ottenute da 46 scali crocieristici nel 2016, che rappresentano la quasi totalità del traffico passeggeri (99,8%) e delle toccate nave (97,4%) in Italia. E secondo le nuove previsioni, a fine anno potrebbe scendere da 4 a 3 il numero di porti capaci di movimentare più di un milione di passeggeri: Civitavecchia, (2,2 milioni, -5,9%), Venezia (1,4 milioni, -11,4%) e Napoli (1 milione, -23,4%).

“Dopo due anni di crescita e stabilità il 2017 farà registrare un numero ampiamente inferiore alla citata soglia, risultato da leggere senza dubbio in chiave critica ma ancor più quale monito per il futuro”, afferma Francesco di Cesare, Presidente di Risposte Turismo. Più della metà dei primi dieci scali nazionali registrerà una contrazione”. Rispetto al 2015 il 2016 però si è chiuso con una sostanziale stabilità in termini di passeggeri movimentati (circa 11 milioni) e con una crescita delle toccate nave, passate dalle 4.824 a 4.980 (+3,2%). Tali risultati sono frutto di una riduzione del numero di crocieristi in Italia (scesi sotto la soglia dei 4 milioni) e di un aumento dei passeggeri in transito. Secondo i dati consuntivi del 2016, a livello di movimentazione passeggeri per regione si confermano alla guida della classifica Liguria, Lazio e Veneto (rispettivamente, circa 2,5 milioni (-3,8%), 2,3 milioni (+2,9%) e 1,6 milioni (+1,4%), che hanno concentrato quasi il 58% dei passeggeri movimentati. Considerando invece le toccate nave la leadership 2016 spetta al Lazio (870, +6,5%), seguita da Sicilia (814, +11,1%) e Campania e Liguria (con, rispettivamente, 803 e 788 toccate nave).

Per quanto riguarda il numero di porti crocieristici che hanno accolto navi da crociera nel 2016, la Sicilia si conferma al 1° posto nella classifica regionale con 10 scali, seguita da Liguria (9) e Campania (7). E relativamente ai crocieristi in transito si conferma al 1° posto ancora una volta Civitavecchia (circa 1,5 milioni), seguita da Napoli (circa 1,2 milioni) e Livorno (circa 798 mila).

rt_specialecrociere-ed-2017_traffico-crocieristico-italia-2007-2017