Yearly Archives: 2017

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi di viaggio complessi. Secondo un nuova indagine della Association of Corporate Travel Executives (ACTE), sottoscritta da HRS, i travel manager riconoscono questa sfida e comprendono che la semplificazione dei loro programmi potrebbe portare numerosi vantaggi, ma, allo stesso tempo, le iniziative di semplificazione devono fare i conti con altre priorità.

La nuova indagine, Simplifying Managed Travel, rileva l’importanza della sicurezza del viaggiatore: la maggior parte dei buyer (94%) afferma che il duty of care è una priorità fondamentale e l’82% lo ritiene la propria priorità assoluta.

La semplificazione dei travel program è considerata una priorità fondamentale per il 72% dei travel buyer preceduta dalla riduzione dei costi (88%), dalla sicurezza dei dati (84%) e dal miglioramento della soddisfazione del viaggiatore (75%).

I travel manager riconoscono anche che le iniziative di semplificazione possono supportare altre priorità strategiche come per il 47% il miglioramento del duty of care e per il 39% la riduzione del costo complessivo delle loro spese di viaggio.

“I travel manager, e in egual misura i viaggiatori, desiderano un sistema più semplice per i viaggi d’affari. Per molti di loro è diventato oltremodo oneroso orientarsi tra politiche, procedimenti e strumenti obsoleti poiché le nuove tecnologie sono state introdotte senza la possibilità di eliminare quelle più vecchie”, ha affermato Greeley Koch, executive director di ACTE .

I travel manager faticano a tradurre la priorità in azione

Nonostante riconoscano l’importanza della semplificazione, molti travel manager vedono un gap tra l’intenzione e l’esecuzione. Rispecchiando l’importanza strategica attribuita alla sicurezza del viaggiatore, il duty of care è la priorità assoluta del travel buyer infatti la maggioranza (83%) afferma che il duty of care richiede un’azione immediata. La sicurezza dei dati si posiziona al secondo posto nell’elenco degli obiettivi di semplificazione dei buyer.

I divari tra le priorità di semplificazione dei buyer e il loro effettivo comportamento, indicano, però, la presenza di barriere al raggiungimento degli obiettivi strategici. I gap di attuazione per il duty of care e la sicurezza dei dati sono ampi rispetto ad altre priorità;  più di un buyer su cinque che afferma di non tradurre in azione le preoccupazioni sull’incolumità del viaggiatore (23%) e sulla sicurezza dei dati (24%).

Fornitori e stakeholder interni devono diventare partner nella semplificazione.

I complessi programmi di viaggio di oggi coinvolgono molteplici partner e stakeholder, sia internamente sia esternamente. Per essere efficaci, le iniziative di semplificazione spesso richiedono il supporto di tutte le componenti in gioco. Mentre quasi un buyer su cinque non ottiene supporto da suoi pari in altri reparti, la maggior parte riferisce che gli stakeholder interni coinvolti nelle iniziative di semplificazione sono:

·         Il procurement, considerato molto spesso un partner per la semplificazione (57%);

·         Il personale interno che si occupa di rischi/sicurezza e di comunicazione (40%);

·         Il servizio IT (36%) e le risorse umane (28%).

Le terze parti possono fornire strumenti e competenze, grazie al supporto alle iniziative di semplificazione dei travel buyer. I dati interni ed esterni suggeriscono inoltre che i travel buyer che sostengono la semplificazione come una priorità strategica, collaborano in modo migliore per raggiungere i loro obiettivi.

“Il valore che il travel management fornisce a un’azienda è sempre più misurato in processi ottimizzati e collaborazione tra i reparti”, ha spiegato Tobias Ragge, CEO di HRS. “L’indagine mostra che questa stretta collaborazione è vitale e che le imprese principali contano sulla loro rete di stakeholder interni, ma fanno affidamento anche sui dati, sui consigli e sul supporto di partner esterni per raggiungere i loro obiettivi strategici”.

Isabella Vallini, Franco Gattinoni e Sergio Testi del Gruppo Gattinoni

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo quando riportato dall’Agenzia di Viaggi, rivelerebbero una trattativa segreta con Luca Patanè per la cessione ad Uvet delle agenzie del gruppo Gattinoni.

“Normalmente una notizia del genere la ignorerei con una risata – spiega Franco Gattinoni, presidente del gruppo omonimo – ma noi abbiamo anche la responsabilità di una comunicazione trasparente a tutte le agenzie del network . Le notizie uscite nei giorni scorsi erano provocatorie e allarmistiche nei confronti delle agenzie e dei nostri collaboratori e per questo vogliamo puntualizzare che non c’è nessun interesse a sposarci con altri”.

Isabella Vallini

Confermata invece la riorganizzazione del gruppo con l’arrivo di Isabella Vallini a coordinare le quattro business unit dell’azienda Gattinoni & Co, di proprietà al 100% di Franco Gattinoni, di recente trasferito nella nuova sede di via Statuto 2 a Milano. L’altra azienda del gruppo, Gattinoni Travel Network in cui convergono il network di agenzie, le agenzie di proprietà e la partecipazione del 30% in Euphemia Personal Voyager, continua a vedere al vertice il direttore generale Sergio Testi.

Il Gruppo Gattinoni ha chiuso il 2016 con un fatturato di 205 milioni di euro derivante per 95 milioni dal Business Travel, per 75 milioni dal Turismo Leisure e per 35 milioni dal Mice. Un’azienda che magari fa gola ma che, se anche fosse in vendita, richiederebbe una notevole liquidità per l’acquisizione considerando anche che, come ha anticipato il presidente, “nel 2017 stiamo crescendo a due cifre”.

Il primo aeromobile Airbus A330neo è decollato il 19 ottobre dall’aeroporto di Blagnac a Tolosa per il volo inaugurale che lo ha portato a volare sulla Francia sud occidentale. L’aeromobile MSN1795 è un A330-900 equipaggiato con motori di nuova generazione Rolls-Royce Trent 7000 turbofan ed è il primo aeromobile dei tre che Airbus utilizzerà nella fase di test.

A bordo dell’A330neo i piloti Thierry BOURGES e Thomas WILHELM e il Test-Flight Engineer Alain POURCHET. A terra presso il centro di controllo (FTE) sono impegnati nel monitoraggio dei sistemi di bordo e della performance dell’aeromobile Jean-Philippe COTTET, Emiliano REQUENA ESTEBAN and Gert WUNDERLICH.

Il programma di certificazione dell’A330neo prevede circa 1.400 ore di volo. Di queste 1.100 ore saranno dedicate al programma A330-900 per il raggiungimento della Certificazione di Tipo da parte di ESA e FAA prevista per la metà del 2018. Le restanti 300 ore saranno destinate all’A330-800 la cui certificazione è prevista nel 2019.

Complessivamente la campagna di test della Famiglia A330neo sarà completata grazie ai 3 aeromobili test dedicati e al primo aeromobile ad uscire dalla linea di assemblaggio completamente allestito e che verrà utilizzato per certificare la cabina prima dell’ingresso in servizio.

Lanciata nel luglio 2014, la Famiglia A330neo rappresenta la nuova generazione di aeromobili widebody di Airbus e si basa sulla comprovata affidabilità, versatilità e economicità dell’A330 e assicura un ulteriore risparmio di carburante del 14% per poltrona. Le due versioni NEO, l’A330-800 e l’A330-900, saranno in grado di ospitare tra i 257 e I 287 passeggeri rispettivamente in una configurazione di cabina a 3 classi, sono equipaggiati con la nuova generazione di motori Rolls-Royce Trent, ospitano 10 poltrone in più, offrono nuove amenities di cabina “Airspace” e si caratterizzano per le ali più ampie e per i dispositivi alari Sharklet.

Michael O'Leary
Michael O'Leary numero uno di Ryanair

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio e il Direttore Generale Alessio Quaranta hanno incontrato ieri l’Amministratore Delegato di Ryanair Michael O’Leary accompagnato dal Responsabile Commerciale della compagnia David O’Brien.

L’incontro ha avuto all’ordine del giorno l’analisi delle cancellazioni operate dalla compagnia aerea irlandese il mese scorso, il riscontro sul rispetto delle forme di tutela dei passeggeri previste dal Regolamento Comunitario n. 261 del 2004 e il piano di sviluppo della compagnia.

O’Leary ha reso noto che la compagnia ha già contattato direttamente oltre il 95% dei passeggeri coinvolti per fornire le tutele previste e che ha accolto positivamente le richieste che l’ENAC gli ha sottoposto in termini di informazioni più trasparenti ai passeggeri, di modifiche da apportare sul proprio sito, di riscontro sugli effettivi tempi previsti dalla normativa per il rimborso agli utenti.

O’Leary, inoltre, confermando l’importanza del mercato italiano, ha rassicurato l’Ente sul fatto che non ci saranno ulteriori cancellazioni oltre quelle già annunciate e che dalla prossima stagione estiva (da fine marzo 2018) riprenderanno lo sviluppo nel nostro Paese.

Il Presidente Riggio e il Direttore Generale Quaranta hanno preso atto positivamente di quanto emerso nell’incontro e del rispetto da parte di Ryanair di quanto disposto dal Regolamento Comunitario 261/2004. Niente sanzioni quindi da parte dell’Enac ma un monitoraggio continuo che in evidenza di violazioni al regolamento potrebbe poi portare ad adottare delle contromisure.

Emirates ha lanciato una campagna adv da 15 milioni di dollari per ispirare al viaggio e promuovere il vasto network globale della compagnia aerea, tra cui la sua “casa” e il suo hub, Dubai.

La campagna ha come sottofondo la colonna sonora “Don’t stop me now” dei Queen, riconosciuto da uno studio come uno dei brani più emozionanti e capace di mettere di buon umore che abbia scalato le classifiche in UK negli ultimi 50 anni.

L’annuncio dello spot è realizzato con un lavoro fotografico che mostra le destinazioni chiave e le funzionalità a bordo degli aerei Emirates, con uno stile di narrazione visuale che rappresenta “un’immagine all’interno di un’immagine”.

Lo spot si conclude a Dubai, enfatizzando come Emirates colleghi il mondo proprio attraverso Dubai.

Boutros Boutros, Emirates’ Divisional Senior Vice President for Corporate Communications, Marketing and Brand, ha dichiarato: “In Emirates crediamo che le persone, indipendentemente dal loro background, abbiano un forte desiderio di viaggiare e di vivere il mondo. Vogliono essere ispirate, scoprire e divertirsi. È per questo che abbiamo scelto di utilizzare la colonna sonora dei Queen e un approccio creativo ed energico, per ricordare alle persone l’emozione del viaggio”.

La campagna è stata diffusa nei mercati più importanti in tutto il mondo a partire dal 15 ottobre.

Lo spot è stato concepito e scritto in house e guidato dal regista Vaughan Arnell. I passaggi di fotocamera continue “no-cut” sono state supportate dalla tecnologia all’avanguardia CGI (computer generated imagery) dello studio MPC di Londra, vincitore dell’Oscar (effetti speciali) per il film “Il libro della giungla”.

Ryanair, Google e eDreams oggi hanno confermato in un comunicato congiunto di aver raggiunto un accordo per porre fine ai procedimenti giudiziari tra le tre parti iniziati nel 2015.

Ryanair all’epoca aveva denunciato le altre due aziende per pubblicità ingannevole in quanto Google permetteva ad eDreams di fare pubblicità Adwords sulle parole chiave relative a Ryanair in una maniera che la compagnia irlandese non riteneva lecita. Per chi vuole approfondire abbiamo spiegato le ragioni della disputa in questo articolo di due anni fa: http://webitmag.it/ryanair-azione-legale-contro-edreams-e-google_100392/

I contendenti alla fine hanno raggiunto una risoluzione che va bene a tutti. Le condizioni di questo accordo non sono state rese pubbliche e restano riservate tra le parti. Questo vuol dire che Ryanair ha in pratica contrattato delle condizioni speciali per la pubblicità adwords del suo marchio che varranno solo per loro e non verranno estese al resto della piattaforma.

Kenny Jacobs, portavoce di Ryanair, ha dichiarato:  “Accogliamo con favore queste misure, che garantiranno la trasparenza rispetto alla pubblicità online delle tariffe aeree, per il progresso dei nostri clienti. Siamo lieti di aver risolto questo problema e accoglieremo questi impegni per una pubblicità consumer-friendly sulla piattaforma AdWords di Google.

Robert McNamara, portavoce di eDreams, ha aggiunto: “Siamo soddisfatti di questa risoluzione: il nostro servizio è a vantaggio dei nostri clienti e speriamo che questo accordo permetterà a tutti coloro che sono coinvolti di concentrarsi nel fornire un valore e un servizio ancora migliori per i viaggiatori europei “.

Da Google, infine fanno sapere:”Siamo lieti di aver raggiunto un accordo con Ryanair e eDreams. Abbiamo politiche chiare sul tipo di annunci consentiti sulle nostre piattaforme e siamo ancora impegnati a farle rispettare per servire meglio i consumatori”.

Nei prossimi giorni proveremo a studiare gli annunci adwords sulle chiavi di ricerca di Ryanair per capire cosa è cambiato.

Kranjska Gora

Il Gruppo Hit, la principale corporate turistica della Slovenia, traccia un bilancio della stagione appena conclusa

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento degli ultimi mesi – dichiara Suzana Pavlin, sales promotion manager – che ci hanno visto rafforzare ulteriormente la nostra leadership nel campo dell’accoglienza alberghiera, del gioco e del divertimento in Slovenia. Un dato che testimonia la crescente centralità della nostra destinazione nelle scelte dei vacanzieri italiani, complici l’offerta di ottimi servizi per il turismo, la comodità e la percezione di sicurezza e tranquillità. Per il 2018 puntiamo a rafforzare i risultati ottenuti sul leisure e a potenziare il MICE. Stiamo sviluppando anche dei progetti di “destination marketing” in collaborazione con i comuni, gli enti turistici locali e gli altri operatori del territorio per far conoscere in modo più approfondito le nostre destinazioni, sia dal punto di vista culturale che naturalistico, con particolare attenzione a wellness, sport, enogastronomia e divertimento”.

OPERAZIONE CHARTER DA NAPOLI E PALERMO

Sull’onda del successo registrato a Pasqua e in occasione degli altri ponti di primavera, tornano i collegamenti charter organizzati dal Gruppo Hit per raggiungere la Slovenia dal sud Italia. 3 le partenze ancora in calendario entro la fine del 2017: 1 charter da Napoli dal 28 al 31 ottobre, seguito da 2 charter da Napoli e Palermo a Capodanno, con partenza il 30 dicembre e rientro il 2 gennaio. Il risultato si concretizza nell’offerta di altrettanti pacchetti all inclusive disponibili a partire da 419 euro a persona – quota commissionabile – comprensivi di volo a/r su Lubiana, tasse aeroportuali, trasferimenti in loco e soggiorno di 3 notti in mezza pensione in hotel 4 stelle, con la possibilità di scegliere tra le strutture Hit di Kranjska Gora, Sentilj (Maribor) e Nova Gorica. I pacchetti includono anche wi-fi, ingresso nei centri benessere e un ricco programma di intrattenimento ed escursioni adatto a tutta la famiglia.

“I nostri resort sono situati in zone differenti del Paese – prosegue Pavlin – che ci permettono di assecondare le esigenze di una clientela trasversale: Kranjska Gora, stazione sciistica che ospita ogni anno la Coppa del Mondo di sci e di salto con gli sci, ma anche pittoresco villaggio alpino ideale per una vacanza all’insegna di sport e benessere tutto l’anno, Maribor (Sentilj), destinazione ideale per gli amanti dell’enoturismo, a 50km da Graz, in grado di offrire un connubio perfetto di attrattive naturali e culturali, e Nova Gorica, ricca di testimonianze storiche legate alla Grande Guerra, rinomata anche per l’offerta di divertimento e per l’eccellenza dei vini e dei prodotti tipici provenienti dalle vicine regioni del Collio Sloveno e della Valle del Vipacco. Questa ubicazione strategica ci permette di essere i partner ideali per le agenzie e gli operatori che programmano viaggi itineranti in Slovenia”.

Accanto ai charter dal Sud Italia, il Gruppo Hit organizza transfer privati e collettivi dagli aeroporti e dalle stazioni più vicine ai suoi resort, allo scopo di agevolare i collegamenti da tutta Italia.

#HOST2017

In treno a Milano per partecipare a HOST, l’evento internazionale dedicato al settore Ho.Re.Ca, foodservice, retail, GDO e hotellerie, giunto quest’anno alla sua 40a edizione, in programma alla Fiera di Milano dal 20 al 24 ottobre.

In occasione della manifestazione che per cinque giorni trasformerà il capoluogo lombardo nella capitale dell’ospitalità e della ristorazione, Trenitalia ha predisposto fermate speciali a Rho Fiera Milano per quattro coppie di treni Frecciarossa da Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Trieste, Venezia, Padova, Vicenza, Verona e anche per due coppie di Eurocity da e per la Svizzera.

Per i soci di CartaFRECCIA è inoltre previsto l’ingresso gratuito alla manifestazione: si potrà usufruire della speciale agevolazione semplicemente presentando la Carta fedeltà di Trenitalia e un biglietto delleFrecce (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca) con destinazioni Milano Centrale o Rho Fiera Milano.

Infine saranno a disposizione pacchetti “treno+ingresso” a prezzi speciali realizzati dall’agenzia Mico-Dmc.Informazioni anche su trenitalia.com.

 

Meridiana

Per la stagione invernale 2017-2018 Meridiana oltre ad aver messo in vendita gli storici voli per Olbia da Linate, Fiumicino e Bologna, ha previsto di rafforzare la propria presenza sui collegamenti di medio e lungo raggio da Milano Malpensa

Di seguito le principali novità:

Cina, inizio delle attività di linea da novembre con un collegamento bisettimanale tra Malpensa e Shenzen finora operato come charter.

Russia, con il volo Malpensa – Mosca diventa giornaliero dal fine ottobre.

Cuba, terza frequenza da Malpensa a L’Avana operativa di giovedì, che si aggiunge, a partire dal 21 dicembre, ai voli del sabato e della domenica.

Africa, Accra e Lagos vedono salire a due le frequenze settimanali dei collegamenti per Lagos (Nigeria) e Accra (Ghana) da Milano Malpensa. Dakar da Malpensa quattro i voli settimanali per il Senegal rispetto ai tre della winter 2016.

Egitto. Il Cairo servito da quattro voli a settimana da Malpensa, il doppio dell’operativo invernale 2016. Sharm El-Sheikh e Marsa Alam: oltre agli storici voli invernali per Sharm El-Sheikh, da Milano Malpensa, Verona e Bergamo, per Sharm è prevista da Malpensa anche una terza frequenza a partire dal 19 dicembre, mentre Marsa Alam è collegata con Malpensa e Orio al Serio.

Già questa estate l’incremento di offerta sull’Egitto (Cairo e Mar Rosso) ha visto raddoppiare i passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2016 e superare quota 100.000.

Ruolo fondamentale nella crescita estiva è stato giocato dai Tour operator che collaborano con Meridiana e dal trade che ne ha supportato le vendite.

E proprio al mondo agenziale è dedicato il restyling del sito Meridiana riservato al trade, online dallo scorso 13 ottobre. La nuova interfaccia contieneil modulo per le vendite dirette, ma offre anche tutte le informazioni, le normative della Compagnia e le novità. La navigazione è più semplice e veloce rendendo ancora più facile e intuitivo reperire le offerte e le promozioni dedicate alle agenzie di viaggio.

Attraverso il nuovo sito sarà inoltre possibile registrarsi direttamente a WTS, il sistema di vendita di Meridiana riservato alle agenzie di viaggio che offre alcuni importanti vantaggi sia economici sia tariffari sia di assistenza alla vendita da parte di operatori specializzati.

 

 

Partirà il primo gennaio 2018 la nuova edizione del Programma MilleMiglia, il piano di fidelizzazione di Alitalia che oggi conta oltre 5 milioni di iscritti. L’attuale edizione, cominciata il 1° gennaio 2013, termina invece il 31 dicembre 2017, in ottemperanza alla legislazione italiana che stabilisce una durata massima di 5 anni per le operazioni a premio.

Per agevolare i soci nell’utilizzo delle miglia accumulate fino al 31 dicembre 2017, Alitalia ha deciso di estendere dal 31 gennaio al 31 marzo 2018 il periodo entro il quale spenderle. Due mesi in più per richiedere biglietti premio – validi per volare entro il 31 marzo 2019 – verso oltre mille destinazioni.

Le miglia potranno essere spese per biglietti premio su tutti i voli Alitalia – anche con l’innovativa modalità Cash&Miles, che permette di scontare fino all’intero valore del biglietto – e sui collegamenti effettuati dai partner aerei della Compagnia italiana. Le miglia accumulate potranno anche essere usate per ottenere upgrade della classe di viaggio, per estendere la franchigia bagaglio, per accedere alle lounge Casa Alitalia o per altri servizi che rendano il viaggio ancora più confortevole. In questo periodo, inoltre, una maggiore disponibilità dei posti premio faciliterà l’utilizzo delle miglia.

Nel nuovo Programma MilleMiglia in partenza a gennaio Alitalia ha previsto diverse opportunità per guadagnare e spendere miglia e una speciale iniziativa per i clienti più fedeli: basterà acquistare e volare almeno 4 tratte tra il 1 gennaio e il 31 marzo 2018 per portare alla nuova edizione fino al 100% del saldo miglia residuo al 1 aprile 2018.

E’ stata pubblicata ieri l’ordinanza cautelare con la quale il Tar Lazio ha respinto la domanda di Airbnb Ireland Unlimited Company e Airbnb Payments Uk Limited per la sospensiva del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 12 luglio in cui dava le disposizioni necessarie ad effettuare i pagamenti relativi alla tassa sugli affitti brevi che prevede il ruolo di sostituti d’imposta per gli intermediari.

Con tale atto l’Agenzia delle Entrate dava infatti disposizioni di attuazione dell’art. 4 del d.l. 50/2017, convertito dalla legge 96/2017, che disciplinava la cedolare secca del 21% per i proprietari di appartamenti dati in locazione breve. Il primo pagamento era previsto per il 16 ottobre scorso ma Airbnb, principale intermediario del settore, aveva presentato ricorso al Tar per sospendere il pagamento.

La risposta del Tar è stata praticamente immediata, respingendo le richieste avanzate da Airbnb.

Il Tar, pur riservandosi di approfondire alcune questioni di rilevanza anche comunitaria, ha infatti chiarito che le misure in contestazione “non si palesano discriminatorie laddove esse ragionevolmente si applicano, per la parte relativa agli obblighi di versamento, solo agli intermediari che intervengono nel pagamento del canone di locazione”.

Inoltre, sul piano della comparazione tra i diversi interessi pubblici e privati coinvolti, ha concluso il Tar, “appare comunque prevalente l’interesse pubblico al mantenimento degli effetti del provvedimento in esame, al quale peraltro gli altri operatori del mercato si sono gia’ adeguati”.

Anche la risposta di Airbnb non si è fatta attendere: è in arrivo un nuovo ricorso.

In una nota stampa la società di San Francisco infatti precisa: “Per quanto riguarda l’istanza cautelare, riteniamo di dover valutare, a nostra tutela e in ragione dei motivi di urgenza, l’opportunità di portare il caso all’attenzione del Consiglio di Stato. Pur non concedendo la sospensiva, il Tar ha riconosciuto l’esistenza di aspetti ritenuti degni di ampia riflessione in sede di merito”

“La materia oggetto del ricorso – prosegue Airbnb – è molto complessa, non solo per la normativa applicabile ma anche per la comprensione e definizione del mercato di riferimento, aspetto fondamentale per l’accertamento dei profili di discriminazione. Quelli degli intermediari e delle piattaforme sono due mercati ben distinti: dopo la decisione di abbandonare pagamenti tracciabili, digitali e trasparenti da parte di altre piattaforme siamo gli unici soggetti online colpiti dalla norma”.

Francesca Benati Direttore Generale e Amministratore Delegato Amadeus Italia

Il 2017 segna una tappa importante per Amadeus: la tech company del mondo travel compie infatti 30 anni di attività, essendo stata fondata il 21 ottobre 1987 dall’iniziativa di 4 compagnie aeree (Air France, Iberia, Lufthansa e SAS) che decisero di dare vita ad un sistema di distribuzione globale (GDS) che rispettasse le caratteristiche di neutralità e indipendenza.  Oggi Amadeus può a ragione definirsi un’azienda che ha accompagnato passo passo l’evoluzione tecnologica del settore dei viaggi.

Francesca Benati Direttore Generale e Amministratore Delegato Amadeus Italia

Secondo Francesca Benati, Direttore Generale e Amministratore Delegato Amadeus Italia: “I primi 30 anni di Amadeus sono stati vissuti all’insegna dell’innovazione: l’esperienza guadagnata in un ambito che, nel corso di tre decenni, ha subito numerosi e sostanziali stravolgimenti è per noi un motivo di orgoglio ma anche, ne siamo convinti, uno straordinario vantaggio competitivo che ci permetterà di affrontare con l’approccio pioneristico che ci contraddistingue le nuove tecnologie e i nuovi paradigmi che continueranno a cambiare il volto del mondo del travel nei prossimi anni. Cambiamenti che non ci limitiamo ad osservare, ma a cui vogliamo partecipare attivamente e contribuire a guidare“.

30 anni accanto alle agenzie di viaggio

Il percorso di Amadeus nel corso dei suoi 30 anni di storia ha affiancato quello delle agenzie viaggi per supportarne e migliorare il lavoro quotidiano e, allo stesso tempo, per dialogare e anticipare le esigenze dei dettaglianti del settore viaggi.

È proprio per dare una risposta ad un’esigenza sempre più sentita dal mercato che nel 2016 è stata lanciata Amadeus Selling Platform Connect, la piattaforma che entro la fine dell’anno sarà adottata da tutte le agenzie Amadeus (circa 1800) e che presenta una nuova interfaccia grafica di più semplice utilizzo per le nuove generazioni di agenti.

Un nuovo progetto: Amadeus Direct

La novità per il 2017 è rappresentata da Amadeus Direct, nato per fornire una nuova modalità di accesso ai servizi dell’azienda, per garantire alle agenzie di viaggio maggiore autonomia, una migliore efficienza nella gestione delle vendite e maggiori opportunità di ricavo grazie ad una reportistica più dettagliata che consente una conoscenza più approfondita del proprio business.
L’Italia è uno dei primi paesi in cui Amadeus ha lanciato questo nuovo portale di servizi, di cui è previsto un rilascio graduale su scala più ampia. Ad essere coinvolti saranno inizialmente il 50% dei clienti Amadeus attivi.

Secondo Gabriele Rispoli, Direttore Commerciale Amadeus Italia: “Il portale Amadeus Direct permette un’accessibilità 24/7 ai servizi Amadeus, offre la possibilità all’agente di viaggio di acquistare prodotti on line e in piena autonomia, fornisce un supporto di analisi della produttività, consente di estrapolare i dati in modo semplice ed immediato evidenziando spunti che consentono alle agenzie di fornire, in maniera mirata, un servizio ed una offerta in funzione delle esigenze dei loro clienti”.

Arriva Amadeus Travel Intelligence

Un secondo nuovo progetto, all’insegna dell’innovazione, è Amadeus Travel Intelligence, suite di soluzioni per l’analisi avanzata di big data per l’industria dei viaggi.

Pensato, oltre che per DMO e TO, anche per le agenzie di viaggio, Amadeus Travel Intelligence processa dati relativi all’intero mercato per valutare le proprie performance rispetto all’andamento generale del settore, evidenziare trend e destinazioni emergenti che possono rappresentare nuove opportunità di business, supportare le negoziazioni con partner e fornitori.

Spiega Geronimo Pirro, Direttore Marketing Amadeus Italia: “Siamo una IT company, il nostro lavoro è sfruttare la tecnologia per aiutare i nostri clienti a lavorare meglio, risparmiare tempo e guadagnare di più. Anche le innovazioni che lanciamo quest’anno si inquadrano in questa logica e portano in agenzia soluzioni volte a migliorare le performance e la competitività dei nostri clienti e, di conseguenza, la soddisfazione degli utenti finali”.

Trenitalia
Informazioni in tempo reale con la nuova app di Trenitalia

È scaricabile dagli store Apple e Google la nuova versione dell’app Trenitalia con più funzioni e servizi disponibili per clienti.

Nella release sono state sviluppate una serie di funzionalità che puntano a migliorare la customer experience, tra cui:

– il completamento della  gamma di prodotti vendibili, tra cui gli Intercity Notte e i treni internazionali;

– la gestione off line dei viaggi, ovvero la possibilità di recuperare il biglietto anche in assenza di connessione internet;

– il completamento delle offerte vendibili, tra cui quelle che prevedono l’inserimento di codici e credenziali;

– la possibilità di utilizzare l’Apple Wallet, il servizio di gestione del biglietto per i clienti Apple.

Questi servizi si aggiungono a quelli già disponibili, come la possibilità di vedere l’orario dei treni, acquistare sia biglietti di corsa semplice, anche senza registrazione, sia abbonamenti, chiedere il cambio di prenotazione e il rimborso, verificare il saldo dei punti CartaFRECCIA e soprattutto lo smart caring personalizzato, per il trasporto regionale, oggi attivo nelle regioni Emilia-Romagna, Lazio, Toscana, Liguria, Veneto e Piemonte, che consente di ricevere notifiche push in tempo reale sull’andamento del treno e della linea su cui si è scelto di essere informati.

Ulteriori funzioni, come la fatturazione e la seat map, sono previste entro fine anno.

L’applicazione conta oltre 2,7 milioni di download e nei primi nove mesi del 2017 ha fatto registrare un aumento del 101,5% di biglietti venduti rispetto al 2016. Un incremento che, nel solo comparto del trasporto regionale, sfiora il +150%.

Air France-Klm
Air France-Klm

Per la stagione invernale 2017-2018 (dal 29 ottobre 2017 al 24 marzo 2018), Air France-KLM continua la sua strategia di crescita offrendo 52 nuove rotte. Il gruppo aumenterà la capacità del 5,5% rispetto alla precedente stagione invernale. La crescita sarà guidata dal network lungo raggio (+4,7%), dal network medio raggio (+ 5,5%) e dalle rotte low-cost di Transavia (+14,6%). “Con un aumento della capacità del 5,5%, Air France-KLM riprende l’offensiva nel mercato del trasporto aereo e mantiene i propri impegni di crescita. Grazie al forte network, alle partnership strategiche e alla gestione più flessibile, siamo in grado di adattarci e rispondere alla forte domanda sia sulle rotte leisure che su quelle business. Questa crescita illustra il momento positivo iniziato quasi un anno fa con il nostro piano strategico Trust Together”, ha dichiarato Jean-Marc Janaillac, Presidente e CEO di Air France-KLM.

Sul suo network a lungo raggio, Air France-KLM opererà quest’inverno 10 nuove rotte:
• 2 destinazioni da Parigi-Charles de Gaulle operate da Air France: Chicago (Stati Uniti) e Malé (Maldive);
• 1 destinazione da Pointe-à-Pitre (Guadalupa) operata da Air France: Atlanta (Stati Uniti).
• 7 destinazioni da Amsterdam-Schiphol operate da KLM: Cartagena (Colombia), Freetown (Sierra Leone), Mauritius (Repubblica di Mauritius), Minneapolis (Stati Uniti), Monrovia (Liberia), Mumbai (India) e San José (Costa Rica).

Sul network a medio e corto raggio, invece, il gruppo offrirà 16 nuove rotte quest’inverno:
• Da Parigi-Charles de Gaulle operate da Air France: Marrakech (Marocco), Palma de Mallorca (Spagna) e Porto (Portogallo);
• Da Amsterdam-Schiphol operate da KLM: Catania, Gdansk (Polonia) Graz (Austria), London City Airport (Regno Unito), Malaga (Spagna), Porto (Portogallo);
• Dalle regioni francesi operati da HOP! Air France:
– Da Montpellier: Algeri (Algeria);
– Da Nantes: Amburgo (Germania);
– Da Lione: Norimberga (Germania) e Rouen (Francia)
– Da Bordeaux: Düsseldorf (Germania);
– Da Strasburgo: Rennes (Francia)
– Da Caen: Tolosa (Francia).

Joon, il nuovo brand pensato per i millennials, lancerà i suoi voli a medio raggio dal 1° dicembre verso:
– Barcellona (Spagna): 51 voli settimanali
– Berlino (Germania): 37 voli settimanali
– Porto (Portogallo): 3 voli settimanali
– Lisbona (Portogallo): 28 voli settimanali

Questa nuova offerta risponde alla strategia del Gruppo per conquistare quote di mercato come parte del progetto strategico Trust Together. La capacità offerta dalla nuova compagnia aerea Joon, combinata con un utilizzo più intenso degli aerei, consentirà di servire nuove destinazioni in Europa durante la stagione invernale.

Transavia infine manterrà una crescita sostenuta e sta sviluppando la sua rete in partenza da tutte le basi in Francia e nei Paesi Bassi con 26 nuove rotte:
– in partenza da Eindhoven: Marrakech (Marocco), Siviglia (Spagna), Tel Aviv (Israele), Stoccolma (Svezia);
– in partenza da Rotterdam: Al Hoceïma (Marocco), Lisbona (Porto), Bergerac (Francia), Venezia, Valencia (Spagna);
– in partenza da Parigi-Orly: Casablanca, Dakhla e Tangeri (Marocco), Beirut (Libano);
– in partenza da Nantes: Agadir (Marocco), Faro (Portogallo), Berlino (Germania), Algeri (Algeria);
– in partenza da Amsterdam: Belgrado (Serbia), Helsinki (Finlandia), Katowice (Polonia), Lubiana (Slovenia), Monaco di Baviera (Germania), Sofia (Bulgaria), Zurigo (Svizzera), Olbia;
– In partenza da Lione: Oujda (Marocco).

Per la stagione invernale 2017-2018, la compagnia aerea a basso costo del gruppo servirà in totale 106 destinazioni in 33 paesi con i suoi 70 Boeing 737.

Il Gruppo continuerà anche a rinnovare la sua flotta con 15 nuovi Boeing 787 nella sua flotta entro la fine della stagione invernale.

 

trivago Hotel Relations GmbH, nuova filiale di trivago

Trivago avrà una sua filiale commerciale: si tratta di trivago Hotel Relations GmbH, uno spin off che promuoverà dei rapporti commerciali forti e diretti con gli hotel indipendenti. L’azienda si occuperà di aiutare gli albergatori di ogni parte del mondo ad essere più competitivi online e a generare più prenotazioni dirette tramite il sito web del proprio hotel.

“Grazie a questo passaggio riusciremo ad approfittare al massimo del nostro team di vendite internazionale e potremo creare dei legami più forti con gli albergatori. La nostra collaborazione con gli hotel sarà ancora più stretta e potremo aiutarli maggiormente a raggiungere il successo tramite il marketing diretto”. Queste sono state le parole di Johannes Thomas, Managing Director e Chief Revenue Officer di trivago N.V., che ha proseguito così: “Negli ultimi due anni, le nostre relazioni commerciali dirette con gli albergatori hanno riscontrato un successo significativo. Allo stesso tempo, ci siamo accorti che un’azienda di vendite ha bisogno di una cultura, di modalità operative e di conoscenze e competenze diverse rispetto a un’azienda tecnologica. Crediamo che diventando una filiale specializzata riusciremo ad avere la libertà necessaria per determinare la nostra identità”.

Le diverse necessità che contraddistinguono un’azienda tecnologica da un’azienda di vendite sono state alla base della decisione di creare una filiale commerciale apposita, con la propria identità, la propria cultura e il proprio employer branding. Invece di assumere ingegneri informatici, la nuova filiale vuole assumere i migliori addetti alle vendite di ogni parte del mondo.

Trivago Hotel Relations GmbH avrà sede a Düsseldorf, in Germania, e sarà responsabile dei rapporti di trivago con oltre 310.000 albergatori in tutto il mondo.
Attualmente, il team è composto da oltre 160 dipendenti provenienti da 21 Paesi, ma punta a crescere ulteriormente nel 2018.

Liguria, primo aereo flyValan

Il primo ATR72-500 di FlyValan, battezzato “Liguria” per testimoniare la vicinanza col territorio che ne ospiterà le operazioni, ha terminato il suo ciclo manutentivo e la colorazione nella livrea FlyValan ed è in viaggio verso la sua nuova casa.

L’aereo “Liguria” arriverà infatti a Genova nei prossimi giorni dopo avere completato i processi di accettazione in flotta.

FlyValan, il nuovo vettore regionale (codice IATA: F6) basato a Genova, inizierà le operazioni il prossimo 27 novembre verso Bruxelles (2 volte la settimana, lunedì e giovedì), Barcellona (2 volte la settimana, lunedì e venerdì) e Trieste (martedì, giovedì e venerdì).

FlyValan, inoltre, annuncia che a partire da oggi è attiva la piattaforma di e-commerce per il pagamento dei servizi attraverso le principali carte di credito (Visa, Mastercard e American Express), soluzioni di pagamento si affiancano alla già presente modalità PayPal.

FlyValan ha aperto le vendite anche per la destinazione Zurigo, che sarà operata a partire dal 4 dicembre il lunedì (partenza da Genova alle 14.00 con arrivo a Zurigo alle 15.15; ritorno da Zurigo alle 16:10 con arrivo a Genova alle 17:25) e il giovedì (partenza da Genova alle 12:25 ed arrivo a Zurigo alle 13:45 e rientro da Zurigo alle 14:35 con arrivo a Genova alle 15:55).

Per l’acquisto dei biglietti e ogni altra informazione di viaggio FlyValan rinvia al proprio sito web, da poco online (www.flyvalan.com), o presso le agenzie di viaggio partner.

 

Cinque destinazioni di viaggio e cinque outlet dello shopping, con le eccellenze di moda, gastronomia e design, sono da alcuni mese unite nel comune intento di attrarre nuovi visitatori. Dopo la creazione del brando Land of Fashion (LoF) a rappresentare unitariamente in un brand gli outlet village di Franciacorta, Mantova, Palmanova, Puglia e Valdichiana prende ora corpo la strategia di posizionamento nel turismo.

Il compito è stato affidato ad Hubsolute, agenzia di sales, marketing e PR, che dedica un team di quattro persone al cliente: il direttore Sviluppo Mauro Acquati, i director Federico Fava ed Ezio Dell’Orto, fondatori della società, e la consulente per l’area comunicazione Paola Baldacci. Presenti in fiera a Rimini hanno illustrato il proprio piano che si fonda su 4 pilastri:

  • l’attivazione di contratti con key player del turismo incoming primariamente attivi sui territori dove LoF è posizionata attualmente e cioè Franciacorta, Mantova, Puglia e Valdichiana;
  • la collaborazione con il trade nel creare prodotti ed itinerari innovativi che includano una shopping experience al massimo livello e di forte successo commerciale;
  • l’incentivazione diretta ai visitatori originanti da questi accordi, attraverso carte fedeltà e benefit derivanti da iniziative speciali a loro dedicate;
  • la promozione sulla travel industry italiana ed estera dei mercati di riferimento – quelli di lingua tedesca, russo, cinese e statunitense per cominciare – attraverso iniziative di marketing e comunicazione, nonché visite on site;

“Ad Hubsolute è stata affidata la responsabilità di posizionare questi importantissimi asset nel mercato della travel industry, puntado quindi al turismo come fattore strategico di crescita e di valorizzazione – ha spiegato Federico Fava, co-fondatore della società-. Abbiamo formato appositamente per Land of Fashion un team esperto, che sta mettendo a punto un attento lavoro di comunicazione B2B, declinando il marketing su segmenti specifici dell’incoming, focalizzando su prodotti e soluzioni semplici per gli operatori che sceglieranno di essere partner di cinque destinazioni straordinarie”.

“Il brand Land of Fashion racchiude quanto di meglio i visitatori internazionali desiderano godere in Italia: territorio, gastronomia, arte, cultura, fashion e lifestyle – ha aggiunto il Direttore Sviluppo, Mauro Acquati-. I 5 outlet villages si trovano in alcune delle mete del nostro paese più attrattive: la Franciacorta, tra vigneti, ulivi e le sponde del Lago di Garda. Mantova, tra storia ed alta cucina. Palmanova, fresco Patrimonio mondiale dell’Unesco e atmosfera di confine. La Valdichiana, cuore pulsante della Toscana, tra storia, cultura e i più rinomati vini al mondo. Infine Molfetta, perla incastonata nella Regione prodigio del turismo italiano, l’incanto Puglia”.

Importante anche la presenza alle fiere: dopo la partecipazione al TTG Incontri di Rimini Lof volerà a novembre al World Travel Market di Londra.

«Offro un pernottamento singolo per una lezione di fisarmonica da un’ora», «Realizzo foto professionali della vostra struttura per un week-end in Centro Italia»: da lunedì 13 a domenica 19 novembre torna la Settimana del Baratto, l’atteso appuntamento annuale targato www.Bed-and-Breakfast.it e giunto alla sua nona edizione. Gli affiliati del portale che aderiscono all’iniziativa accolgono gli ospiti a fronte di prestazioni di vario genere o beni di consumo e strumentali. Parola d’ordine: scambio, associato al piacere del viaggio, e niente denaro.

Come funziona? Dal 2009, ogni terza settimana del mese di novembre, i bed and breakfast che aderiscono aprono le loro porte optando per la modalità del baratto al posto dell’abituale impiego di moneta. Il sito dedicato all’evento funge da luogo di incontro tra gestori e visitatori e raccoglie le liste Desideri dei B&B e Proposte dei viaggiatori, suddivise per regione e per tipologia di servizi e prodotti richiesti oppure offerti.

Per molti bed and breakfast nostrani l’esperienza del baratto va oltre e dura 365 giorni all’anno: il punto di contatto per queste esperienze è www.BarattoBB.it.

C’è chi cerca memorabilia di Bruce Springsteen per allestire in chiave rock la propria struttura ricettiva e chi per un soggiorno si candida a cucinare arrosticini abruzzesi. In generale, l’impegno all’ospitalità reciproca, i lavori di manutenzione (falegnameria, giardinaggio, pittura), l’enogastronomia regionale, le lezioni di lingue e informatica, la consulenza sulla comunicazione e i reportage fotografici/video vanno per la maggiore.

Forte dell’eco mediatica registrata in Europa e oltreoceano grazie alle uscite su Guardian, Telegraph, Le Monde, Die Zeit e altre testate, la Settimana del Baratto si prepara a diventare anche Barter Week, spin-off internazionale pronto ad allargare a tutto il mondo i confini di un evento turistico sostenibile, che privilegia relazione, conoscenza, esperienza e condivisione rispetto alla compravendita.

È di questi giorni, infatti, l’apertura alle adesioni sul sito ufficialewww.barterweek.com, che entro un anno conta di registrare quante più sottoscrizioni possibili e festeggiare con un evento di portata mondiale la decima edizione della Settimana del Baratto, che si terrà nel 2018: il baratto è contagioso e parla nuove lingue oltre all’italiano.

Latam Airlines, fonte: wikipedia

LATAM Airlines Group ha annunciato che opererà in due nuove destinazioni europee nel 2018: da Roma e da Lisbona verso il suo hub San Paolo/Guarulhos in Brasile, incrementando così la sua offerta di voli verso questo paese e connettendo l’Europa alle 120 destinazioni in cui opera la compagnia in America Latina.

Dal 17 Marzo 2018, LATAM Airlines Brazil offrirà un nuovo volo diretto che metterà in collegamento Roma e l’aeroporto di Guarulhos a San Paolo tre volte alla settimana (aumentando la frequenza a 5 voli settimanali da luglio 2018), aprendo così la seconda rotta della compagnia aerea dall’Italia dopo quella di Milano. I biglietti sono già in vendita su tutti i canali di Latam

Il volo JJ8181 decollerà da Roma (Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci) tutti i lunedì, giovedì e sabato alle ore 10:00 e raggiungerà San Paolo/Guarulhos alle 18.35 (ora locale) dello stesso giorno, con una durata di volo di 12 ore e 35 minuti (ora locale). Al ritorno il volo JJ8181 decollerà da San Paolo alle ore 15:55 (ora locale) tutti i mercoledì, venerdì e domenica arrivando a Roma alle 7.55 del giorno seguente, con una durata di volo di 12 ore.

LATAM Airlines Brazil opererà la rotta con un Boeing 767, dotato di 191 posti in Economy e 30 in Premium Business.

Durante la seconda metà del 2018 LATAM Airlines Group e le sue affiliate hanno in progetto anche l’apertura del nuovo volo tra Lisbona e San Paolo, di cui potrà comunicare i dettagli nei prossimi mesi dato che è ancora soggetto ad approvazione regolamentare.

“Confermando ancora una volta il nostro impegno a voler fornire la rete di connessioni più completa possibile da, per e all’interno del continente latinoamericano, durante il 2018 offriremo ai passeggeri nuove possibilità di viaggio, collegando altre due emozionanti destinazioni di lungo raggio” ha commentato Rodrigo Contreras, Vice President Europe di LATAM Airlines Group. “Questa novità rappresenta una crescita sostanziosa della nostra operatività in Brasile e forma parte della nostra strategia di lungo raggio per migliorare i collegamenti tra Europa e America Latina. Con comode connessioni in tutta l’America Latina, queste rotte apriranno nuove opportunità per il turismo e il commercio in entrambe le direzioni e non solo in Brasile, ma nell’intera regione”.

Delta Air Lines ha aggiunto il servizio di auto check-in alla sua app Fly Delta per semplificare questa procedura ai suoi passeggeri e facilitare l’accesso alla carta di imbarco.

La nuova funzionalità, disponibile nella versione più recente dell’applicazione, effettua automaticamente il check-in per i passeggeri idonei, 24 ore prima della loro partenza. I clienti ricevono un avviso via e-mail o una notifica, aprono l’applicazione, prendono atto delle direttive del governo federale in merito agli articoli soggetti a restrizioni e la loro carta d’imbarco è subito disponibile, insieme a tutti gli strumenti utili offerti dall’app per il loro viaggio.

“I nostri passeggeri ci hanno detto che Delta può eliminare alcuni elementi di stress associati ai loro prossimi viaggi se sanno che la loro carta di imbarco è pronta e possono vedere l’assegnazione del posto” ha affermato Rhonda Crawford, Vice President – Global Distribution & Digital Strategy. “La funzionalità di check-in automatico garantisce loro tranquillità in modo semplice e automatico e consente anche di risparmiare tempo prezioso”.

Quando sono all’interno dell’applicazione, i passeggeri possono aggiungere il bagaglio da imbarcare, cambiare posto o acquistare upgrade – il tutto dalla modalità Today.

“Abbiamo impostato l’esperienza della nostra app con l’intenzione di renderla il più intuitiva possibile”, continua Crawford. “Prendiamo, ad esempio, il pulsante bag in modalità “Today”: una volta che un passeggero aggiunge un bagaglio, il pulsante bag cambierà dinamicamente in modo da visualizzare la funzione “Track My Bags” per poter utilizzare al meglio la funzione di controllo bagaglio – leader nel settore – tramite tecnologia RFID, direttamente attraverso l’app”.

La funzionalità di auto check-in è generalmente disponibile per i passeggeri con itinerari esclusivamente domestici che hanno già una assegnazione di posti o si sono assegnati automaticamente un posto al momento del check-in. I clienti che richiedono assistenza per richieste particolari come ad esempio chi viaggia con un animale domestico in cabina o per viaggi di minori non accompagnati, devono continuare a effettuare il check-in con un agente ai banchi di registrazione.

Seguici anche su