FlyVolare, nuova compagnia aerea maltese a capitale italiano ha annunciato il 31 luglio scorso l’esordio in Italia con 9 nuove rotte dall’aeroporto Francesco D’Assisi di Perugia effettuate con un Airbus A319 da 122 posti (16 business e 122 economy). Le tratte italiane prevedono collegamenti con Milano, Lamezia Terme, Brindisi, Cagliari e Palermo, mentre le rotte internazionali arriveranno a Amsterdam, Casablanca, Iasi e Cluj- Napoca.

L’inizio delle operazioni sarebbe previsto nella seconda metà di settembre ma ci sono ancora diverse formalità burocratiche da espletare, tra cui l’ottenimento del Certificato di operatore aereo e della Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo.

La società al momento non ha nessuno dei due e per questo l’Enac ha emesso il seguente comunicato stampa:  “In Europa, secondo la normativa vigente, possono volare solo gli operatori in possesso del Certificato di Operatore Aereo (COA) e della Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo, titoli senza i quali è vietato esercitare attività di trasporto aereo commerciale. Poiché, ad oggi, non risulta che la società FlyVolare sia in possesso del COA e della Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo, l’ENAC, a tutela degli utenti del trasporto aereo, diffida tale società dal diffondere notizie al momento non confermabili e, ovviamente, dal pubblicizzare operazioni di volo e nuovi collegamenti da e per aeroporti italiani, senza aver prima ottenuto le certificazioni previste dalla normativa comunitaria”.

Domenico è giornalista e consulente in web marketing nei settori del turismo, dell'enogastronomia e dell'organizzazione di eventi. Iscritto all'Odg dal 2001, è editor di Webitmag - web in travel magazine da aprile 2015. Laureato in economia aziendale in Bocconi, è stato web project manager di alcune delle più importanti manifestazioni in Italia su turismo e meeting industry

Ultime notizie

Delta Air Lines ha aggiunto il servizio di auto check-in alla sua app Fly Delta per semplificare questa procedura ai suoi passeggeri e facilitare l’accesso...

International Airlines Group (IAG) introdurrà un “distribution technology charge” pari a 9,5 euro per ciascun segmento di una prenotazione aerea delle compagnie Iberia e British...

Media Partnership