Pubblicata l’edizione 2017 di HRS Price Radar, studio annuale che prende in considerazione il prezzo medio delle camere in oltre 150 destinazioni in tutto il mondo: le tariffe degli hotel sono in moderata crescita in Italia e in Europa mentre assistiamo a cali importanti in diverse città del mondo.

Italia: leggero aumento dei prezzi fino a una media di 93 euro a notte

I prezzi overnight nella maggior parte delle città italiane sono in crescita tra lo 0,9% e l’8% rispetto all’anno precedente, tranne Verona (-1,0%) e Caserta (-2,4%). Gli aumenti più significativi si registrano nelle città di Mestre, che passa da una media di 88 a 95 euro a notte (+ 8,0%), Napoli da 89 a 96 euro (+7,9%) e Torino (+5,3%). Aumenti del 3,9% anche nella capitale che arriva ad un prezzo medio di 106 euro. La città della laguna si conferma quella dai prezzi più alti (139 euro), subito seguita da Milano (116 euro) e Firenze (106 euro). Varese, pur registrando un aumento dei prezzi del 2,6% si mantiene città più conveniente dove è possibile soggiornare ad un prezzo medio di 79 euro.

Europa: i prezzi degli hotel nelle principali città aumentano di circa il 5%

Londra torna in vetta alla classifica delle città più care con 177 euro a notte (+2,9 %), raggiundendo i prezzi di Zurigo (+1,7%). Il maggior incremento dei prezzi degli alberghi si registra però a Praga che, con un +12%, raggiunge una media a notte di 84 euro, sempre conveniente ma più allineata all”europa occidentale. Anche le città di Mosca (+10,3% – 96 euro) e Madrid (+10,1% – 109 euro) hanno registrato una crescita a doppia cifra. La metropoli europea più economica rimane invece Istanbul a 78 euro, ma rispetto al 2016 ha registrato una importante crescita del 4,0%. Unica città con prezzi in discesa è Oslo che passa da una media di 170 euro a 165 euro a notte (-2,9%).

Mondo: a Toronto i prezzi degli hotel sono aumentati del 30,6%

New York ha compensato il calo dei prezzi nel 2016 e ora raggiunge una media di 250 euro (+4,2%) per notte in hotel. Washington segue con 230 euro (+5,5%) al secondo posto. Il maggiore aumento dei prezzi è stato rilevato a Toronto che con una crescita del 30,6% registra un prezzo medio di 158 euro – la ragione potrebbe essere la celebrazione del 150° anniversario dell’indipendenza del Canada, che si è festeggiato a Toronto durante l’intero anno. Prezzi in netto calo a Seul (- 25,1%), Kuala Lumpur (-20,3) e Rio de Janeiro (-19,8%).

 

Ultime notizie

Vueling organizza un Open Day per la selezione di nuovo personale in Italia: la compagnia low cost spagnola terrà le selezioni il 28 febbraio...

Chissà se il merito è dell'attesa per le Olimpiadi Invernali: i dati del Gruppo Expedia rivelano una crescita a doppia cifra della domanda nelle località sciistiche italiane...

Media Partnership