Il Casentino diventa protagonista della cucina italiana nel mondo

Il Casentino diventa protagonista della cucina italiana nel mondo

di -
Italian Cuisine In The World
Italian Cuisine In The World

Il Casentino diventa protagonista della cucina italiana per tre giorni all’insegna del gusto. Da domenica 18 a martedì 20 giugno, la vallata e piccoli comuni in provincia di Arezzo ospitano la sesta edizione dell‘Italian Cuisine In The World Forum che riunirà oltre cento cuochi, ristoratori e professionisti che rappresentano all’estero l’eccellenza e la tradizione dell’enogastronomia tricolore. Questa iniziativa è stata abbinata alla cena di beneficenza Capolavori a Tavola che, da sedici anni, apre l’estate casentinese proponendo le migliori ricette di decine di chef stellati, pasticceri e gelatai da tutta la penisola. L’unione tra le due manifestazioni nasce per promuovere l’ambizioso progetto di far riconoscere la “cucina italiana nel mondo” come patrimonio immateriale dell’Unesco, con la presentazione della candidatura che avverrà il 20 giugno al Palagio Fiorentino di Stia e con un corollario di eventi che nei tre giorni coinvolgerà l’intera vallata.

“Per un simile progetto potevamo scegliere tra migliaia di location – ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione Rosario Scarpato, presidente del network Italian Cuisine In The World che riunisce oltre 2.500 professionisti italiani nel mondo. – Abbiamo scelto il Casentino perché questa valle ci è sembrata l’emblema della cultura enogastronomica italiana, una cultura che è strettamente legata ai suoi territori, alle sue tradizioni, ai suoi artigiani e ai suoi produttori. Da qui partirà la nostra candidatura verso l’Unesco e qui avrà sede la fondazione che si occuperà del progetto”.

L’Italian Cuisine In The World Forum coinvolgerà l’intera vallata attraverso numerose iniziative. Le prime saranno nei giorni di domenica e lunedì quando, dalle 17.00, piazza Mazzini di Rassina ospiterà il mercato “Maestri del sapore” che riunirà quaranta artigiani e produttori agroalimentari provenienti da tutta la penisola. Dalle 20.00, invece, in piazza Tarlati a Bibbiena sarà la volta di “Pizza & pasta mondiale” dove, con un prezzo d’ingresso di 10 euro, sarà possibile assaggiare i piatti di alcuni dei migliori chef e pizzaioli provenienti da tutta Italia e dal mondo, per un evento che sarà aperto dal capo giudice di MasterChef in Argentina Donato De Santis e dalla cuoca dell’anno della Guida 2016 de L’Espresso Valeria Piccini. Il lunedì sarà dedicato al vino con le degustazioni guidate e gli assaggi in programma dalle 10.00 al castello dei Conti Guidi di Poppi, mentre l’apice di tutto sarà la cena “Capolavori a Tavola” del martedì sera a Borgo Corsignano. “Questi tre giorni – ha aggiunto il noto macellaio di Rassina Simone Fracassi – rappresenteranno l’occasione per conoscere il meglio della produzione agroalimentare tricolore e per assaggiare i piatti di chef pluristellati, con l’orgoglio di fare del Casentino la capitale del buon mangiare e del buon vivere italiano”.