La fiducia di Israele in Bit 2017: “Abbiamo tutte le carte per...

La fiducia di Israele in Bit 2017: “Abbiamo tutte le carte per fare un grande anno”

A Bit 2017 abbiamo intervistato Pietro De Arena, marketing manager di Israele Tourism Board.

Israele è un espositore storico della Bit e Pietro De Arena conferma la fiducia nella manifestazione e approva il nuovo format: “Crediamo molto in questo evento che ci permette di confrontare sia con il trade che con il consumer. Siamo rimasti molto impressionati dall’affluenza di pubblico nella giornata di domenica. Con questa nuova formula la Bit ha trovato una nuova formula per farci dialogare con tutta la filiera”.

Israele conta soprattutto sui tour operator italiani nella promozione della destinazione: sono infatti loro i protagonisti del sito 2cities1break, destinato agli short break su Gerusalemme e Tel Aviv e in cui vengono promosse le offerte dei TO partner.

“Per Israele – prosegue De Arena – il 2017 è iniziato molto bene dopo due anni un po’ in sordina. La situazione è molto incoraggiante: tutti i tour operator ci stanno confermando che c’è grande domanda e abbiamo tutte le carte per fare un grande anno”

Sull’offerta turistica pochi dubbi: Tel Aviv che è sempre più la capitale del turismo GLBT con il gay pride che nel 2017 si terrà il 9 giugno, e poi la cultura e il turismo religioso di Gerusalemme, i paesaggi bucolici della Galilea e il benessere del Mar Morto.

Ultime notizie

Non è un abbandono della strategia digitale intrapresa negli ultimi due anni ma sicuramente è il frutto di una forte riflessione sul giusto mix...

Con l’orario estivo 2018 Eurowings sarà la prima compagnia aerea low-cost ad introdurre una Business Class su alcune rotte a lungo raggio. Non si...

Media Partnership