Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di Sharon Flax Brutus, direttore del turismo delle Isole Vergini Britanniche, devastate dall’uragano Irma a inizio settembre

Sono Sharon Flax Brutus, Direttore del Turismo delle ancora meravigliose Isole Vergini Britanniche, le quali offrono ancora tanti piccoli segreti della natura.

Il 6 Settembre ho vissuto le 12 ore più lunghe di tutta la mia vita quando la furia dell’uragano Irma, il più devastante uragano forza 5 che si sia ma abbattuto sulle isole caraibiche, ha travolto la nostra casa a Virgin Gorda, alle BVI. Una volta placatasi la tempesta, assieme a mio marito Mark ed al nostro cagnolino Passion, siamo scappati senza guardarci più indietro.

Non appena l’uragano ha fatto volare via il tetto della casa siamo corsi giù in cantina, nella speranza che il soffitto di cemento resistesse alla furia dell’uragano. Quando abbiamo visto l’occhio del ciclone avvicinarsi sempre di più, siamo scappati nella casa dei nostri vicini che aveva ancora il tetto, mentre tutte le finestre e le porte erano state spazzate via. Per le successive 3 ore, ci siamo riuniti tutti in una stanza: 4 adulti, un bambino e due cagnolini. Pregavamo che la tempesta si placasse velocemente, mentre nella stanza cominciava a gocciolare acqua dal soffitto e ci chiedavamo dove saremmo potuti andare se il soffitto avesse ceduto.

Il giorno seguente ci siamo fatti strada fra le macerie, piangevo in silenzio per le nostre isole nel vedere la devastazione causata dall’uragano, ma come molti altri, ero veramente grata di essere sopravvissuta. Siamo rimasti a Virgin Gorda nei giorni seguenti, senza alcun tipo di comunicazione con il resto del territorio.

Quando le comunicazioni sono state ristabilite e abbiamo potuto vedere i reportage e le immagini della tempesta, ci siamo resi conto della devastazione che le nostre amate isole avevano subito.

Una stima preliminare ha valutato un danno di oltre 3 miliardi di dollari per il settore del turismo. In seguito ad una valutazione iniziale del prodotto turistico nelle isole principali e in quelle private, si è giunti alla conclusione che le Isole Vergini Britanniche dovranno implementare un piano a più fasi per tornare ad essere la vibrante destinazione turistica che era prima. Prima dell’arrivo dell’uragano, le BVI erano infatti in procinto di chiudere un altro anno da record e stavano anticipando la riapertura di una delle loro proprietà di riferimento, il Rosewood Little Dix Bay.

Noi delle Isole Vergini Britanniche siamo sempre stati orgogliosi della nostra integrità; la purezza dei nostri luoghi, con i tanti piccoli segreti della natura. Grazie alle nostre numerose isole, ognuna con una personalità unica e alle nostre bellissime acque navigabili, i turisti possono vivere esperienze uniche e differenti in un’unica destinazione e saremo ancora in grado di poterci vantare di tutto ciò. Saremo in grado di far risplendere di nuovo ciò che più abbiamo di unico nelle nostre 60 isole, come soltanto noi sappiamo fare.

Per garantire la ripresa e far si che gli sforzi siano massimizzati, le BVI non ospiteranno turisti per tutto il mese di Ottobre. In questo modo potremo continuare ad eseguire le operazioni di valutazione e  continuare le riparazioni degli yachts, alberghi, attrazioni, spiagge e il ripristino dell’elettricità, aeroporti e porti, essenziali per i nostri turisti. Durante questo periodo accoglieremo i soccorritori che hanno ottenuto un previo permesso e l’autorizzazione dalle nostre autorità.

I tre aeroporti sono già operativi per il traffico commerciale e cominceranno ad accogliere i turisti a partire dal giorno 1 Novembre 2017.  Il settore degli yacht sarà il primo a tornare a pieno regime e sono felice di poter annunciare che i nostri primi ospiti saranno accolti al Nanny Cay Marina, a partire dal 5 Novembre, quando il BVI Charter Yatch Society Boat Show darà la possibilità agli operatori di vedere gli yachts solcare i nostri mari e poter godere dell’esperienza che vivono i turisti in visita alle Isole Vergini Britanniche. Molte nostre marine sono già aperte, altre nostre compagnie di charter invece apriranno per la stagione. Invitiamo coloro che hanno una prenotazione in sospeso a contattare la specifica compagnia di charter per avere informazioni più precise, oppure a contattarci direttamente. Sono inoltre contenta di annunciare che la 47° edizione della BVI Sailing Regatta si terrà dal 26 Marzo al 1 Aprile 2018.

Siamo consapevoli che alcune delle nostre isole si riprenderanno più velocemente di altre. Anegada, l’isola sommersa, è stata risparmiata dall’ira funesta dell’uragano e sarà pronta a ricevere turisti in molte delle strutture presenti a partire dal 1 Novembre 2017. L’Anegada Lobster Festival si terrà nei giorni del 25 e 26 Novembre.

Un danno minimo è stato registrato al nostro terminal crociere di Tortola, tuttavia è stato danneggiato il Tortola Pier Park, il quale ospita negozi etnici, gioiellerie, vibrante gastronomia, una galleria d’arte e perfino un bar per gli amanti del sigaro. Il nostro terminal ed il Tortola Pier Park saranno pronti ad accogliere i passeggeri a partire da Novembre, una volta che l’industria crocieristica avrà condotto le operazioni di valutazione previste per fine ottobre. La nostra National Park Trust sta lavorando assiduamente per il ripristino dei nostri parchi, tra cui il The Baths a Virgin Gorda, Sage Mountain e il Giardino Botanico a Tortola, per far sì che i nostri turisti possano scoprire meraviglie naturali al pari delle loro aspettative.

Virgin Gorda, il gioiello delle BVI, conosciuta pe le sue lussuose strutture ed una ricca cultura gastronomica, si concentrerà sul ripristino delle piccole proprietà e ristoranti, così da essere pronta ad accogliere turisti a partire da Novembre. Le strutture di lusso come il Rosewood Little Dix Bay, Necker Island, Eustatia, Bitter End Yatch Club, Saba Rock e numerose altre famose ville di lusso, hanno subito numerosi danni che richiederanno un duro lavoro di recupero. Non appena possibile verrà comunicata la data di riapertura.

A Jost Van Dyke, luogo di nascita del famoso cocktail Painkiller e famosa anche per la bellissima White Bay, sono iniziate le opere di ricostruzione e alcune strutture nella White Bay sono già operative.

I nostri resort delle Private Islands, tra cui il Peter Island Resort & Spa, Scrub Island Resort, Cooper Island e Guana Island, stanno velocizzando il processo di ricostruzione per poter offrire nuovamente esperienze di viaggio di lusso nel più breve tempo possibile.

Mentre lavoriamo alla ricostruzione delle nostre bellissime Isole Vergini Britanniche, ci rendiamo conto che rimangono ancora delle isole meravigliose. Le nostre spiagge, con gli splendidi tramonti rimangono ancora il luogo dei sogni per molti.

Anticipiamo inoltre il lancio di una nuova ed emozionante campagna nei prossimi mesi, ma prima lanceremo un microsito su bvitourism.com per poter tenere i nostri ospiti e i partner sempre aggiornati sulle operazioni di ricostruzione.

Siamo molto orgogliosi del popolo delle BVI, così forte e piene di risorse. L’industria turistica sarà in grado di riprendersi e diventare ancora meglio di com’era prima, mantenendo il nostro charme, autenticità e l’attenzione per offrire un’esperienza di qualità a tutti gli ospiti.

Il nostro governo e l’ente del turismo delle Isole Vergini Britanniche lavorano fianco a fianco con stakeholders e le diverse agenzie governative per accelerare i permessi di costruzione e le Hotel Aid Applications. Delle speciali agevolazioni sono state concesse riguardo al materiale di ricostruzione, arredi, impianti e strutture per permettere ai partner di migliorare i propri prodotti. Il Trade Department ha anche avviato uno speciale programma di prestiti per sostenere le piccole attività che sono state danneggiate dall’uragano. Concessioni aggiuntive sono state garantite dal Labor Department per far giungere sul territorio persone specializzate e soccorsi per supportare le operazioni di ricostruzione.

Siamo grati a tutti gli amici delle BVI che si sono mobilitati per portare aiuti e sostegno alle nostre isole ed esortiamo a continuare così. Vorrei inoltre ringraziare la popolazione dei Caraibi per il costante supporto offerto durante questo difficile periodo. Insieme siamo più forti. BVI e i Caraibi sono una cosa unica.

Ci entusiasma sapere che il turismo delle BVI riprenderà a breve e potrà continuare ad offrire esperienze uniche e personalizzate che superano le aspettative in termini di prodotto, bellezza naturali ed esperienze di lusso basate su servizi, cordialità, autenticità e sicurezza.

Continuate a mantenerci nei vostri pensieri e nelle vostre preghiere, mentre noi rimaniamo BVI STRONG.

Di seguito alcuni aggiornamenti sulla situazione alle BVI:

La compagnia aerea Winair, in code-sharing con AF/KLM, inizierà ad operare da Saint Martin a Tortola dal 1 Dicembre 2017 e diversi operatori charter hanno annunciato che saranno operativi durante la stagione invernale 2017/2018, tra cui:

·         BVI Yacht Charters: novembre 2017

·         Virgin Motors Charters : novembre 2017

·         The Moorings: dicembre 2017

·         Marine Max Vacations: dicembre 2017

·         Festiva Sailing: dicembre 2017

·         Horizon Yacht Charters: gennaio 2018

·         VSV: Dicembre 2017

·         TMM: Gennaio 2018

 

Situazione sulle isole:

ANEGADA

·         Flamingo Lookout Tower: operazioni in atto per reinstallare il telescopio. I danni causati dall’uragano sono minimi.

·         Fisherman’s Wharf Interpretation Shed: gravemente danneggiato e in attesa di essere riparato.

·         Ufficio Informazioni presso il porto di Anegada: ha riportato danni minimi.

·         Botanical Garden Anegada: in attesa della valutazione dei danni.

·         Faulkner House Museum: in attesa della valutazione dei danni.

VIRGIN GORDA

·         Antico ufficio delle Poste a North Sound: in attesa della valutazione dei danni.

·         Punti di osservazione: in attesa della valutazione dei danni.

·         Spiagge: sono state effettuate operazioni di pulizia e si è resa necessaria l’installazione di passerelle.

·         Miniera di rame: in attesa della valutazione dei danni.

·         Devils Bay: sono state effettuate operazioni di pulizia.

La compagnia di navigazione Native Son è tornata nuovamente operativa e collega St. Thomas ogni mattina a Road Town, Tortola. È stato organizzato il trasferimento in traghetto verso St. Thomas con la compagnia Native Son per far sì che essi possano imbarcarsi sulle due navi da crociera (Carnival e Norwegian Cruise Line) che si sono offerte di portare i passeggeri a Miami e/o Porto Rico.

L’Ente del Turismo delle BVI farà visita ai partner giornalmente, per assisterli nelle operazioni di pulizia e ricostruzione.

Ultime notizie

VOI Grand Hotel Atlantis Bay

Per il terzo anno consecutivo, la catena italiana VOIhotels si aggiudica il premio Italy's Leading Lifestyle Hotel ai World Travel Awards 2017: in quest’ultima...

Dal 1° dicembre 2017 Mariolina Longoni si occuperà della gestione e delle media relation trade per Costa Crociere, sotto la direzione Sales & Marketing Italia della...

Media Partnership