Presenza di primo piano dell’Argentina alla XXII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo. La nazione sudamericana sarà, infatti, il paese ospite d’onore dell’evento, in programma al centro esposizioni Mostra d’Oltremare dal 23 al 25 marzo 2018.

“La fiera partenopea rappresenta per l’Argentina un’ottima opportunità per promuovere l’offerta turistica delle sue differenti regioni e consolidare la leadership in Europa. Il nostro obiettivo principale è incrementare i flussi turistici dall’Italia e promuovere l’offerta di viaggi legati alla neve, all’enologia, ai prodotti gastronomici, al turismo LGBT a quello educativo e religioso”, commenta il Ministro del Turismo argentino Gustavo Santos.

“L’Argentina è un paese che continua a crescere e stiamo cercando di renderlo più vicino alle aspettative delle persone che lo vogliono visitare, con una vasta gamma di proposte, destinazioni, servizi e prodotti. Stiamo attivando tutti gli strumenti a nostra disposizione per arrivare dal 2019 a ospitare almeno 9 milioni di turisti stranieri ogni anno”, continua Santos.

La BMT è una delle fiere più importanti in Italia, il più grande del sud Italia: essere Ospite d’onore darà all’Argentina la possibilità di promuoversi al meglio, occupando una posizione privilegiata nell’ambito del complesso fieristico e con un fitto calendario di attività, organizzate non solo in fiera, ma anche in città. Il Ministero del Turismo della Nazione, attraverso l’Istituto Nazionale di Promozione Turistica (INPROTUR), sarà presente con uno stand di 100 metri quadrati, prodotto sulla base di linee guida ecosostenibili e con la massima attenzione per la riduzione dell’impatto ambientale.

IL PROGRAMMA IN FIERA

L’inaugurazione ufficiale è in programma il 23 marzo e il Ministro Santos vi prenderà parte unitamente al sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dorina Bianchi; al sindaco di Napoli Luigi De Magistris; all’ambasciatore argentino in Italia Tomás Ferrari e il direttore generale di Aerolineas Argentinas in Italia Claudio Neri. Dopo il taglio del nastro, i funzionari di entrambi i paesi visiteranno lo stand argentino dove andranno in scena show musicali e sessioni di tango e dove sarà possibile degustare una selezione di eccellenze enogastronomiche.

La delegazione nazionale sarà accompagnata anche da differenti organizzazioni legate all’industria turistica del Paese: Ente turistico della città autonoma di Buenos Aires, Aerolíneas Argentinas, rappresentanti del settore privato, tramite la Camera del Turismo argentina (CAT), Associazione degli alberghi, ristoranti, pasticcerie e caffè ( AHRCC), Eurotur, De La Paz Tur, Destinazioni Autra, Petrabax, Quarum Travel, Azeta Viaggi e Amichi Viajes.

Nel corso della fiera, lo stand dell’Argentina ospiterà esibizioni musicali e di tango, con tangueros argentini, e presentazioni dedicate ai differenti prodotti della propria offerta turistica: vacanze sulla neve, enogastronomia, turismo LGBT, turismo educativo, turismo religioso e numerose altre attrattive. Altri momenti che catalizzeranno l’attenzione sul Paese saranno l’esibizione di milonga nella galleria Umberto I di Napoli e la festa “Notte argentina”, in programma venerdì 23.

IL GIORNO DEL CUGINO ARGENTINO

L’Argentina darà eco alla propria partecipazione alla fiera, con azioni rivolte alla comunità italiana, anche attraverso i canali social del Ministero del Turismo. È importante sottolineare che il 50% degli argentini discende da italiani o ha un legame di parentela con persone di origine italiana. Questo dato significativo fa sì che l’Argentina e l’Italia siano “Nazioni cugine”. Per rendere omaggio a questo profondo legame, il 23 marzo 2018 sarà lanciata l’azione/campagna social “Cugino Argentino Day, contraddistinta  dall’ hashtag #CuginoArgentino.

I FLUSSI TURISTICI VERSO l’ARGENTINA

I flussi provenienti dall’Italia, con una spesa media pro capite di 1689 USD per soggiorno, hanno una grande importanza per mercato argentino. I turisti italiani che nel 2017 hanno visitato l’Argentina sono stati 139.800 e osservando le statistiche relative ai pernottamenti in hotel si rileva che il 45% degli italiani ha soggiornato negli hotel di Buenos Aires, il 29% in Patagonia, il 9% nell’area del Nord e il 7% nelle aree litoranee.

Argentina e Italia sono sempre più unite anche per ciò che riguarda i voli aerei. Attualmente, sono attivi 7 collegamenti settimanali operati da Alitalia (107 mila posti annuali) e 7 voli settimanali di Aerolineas Argentinas (99 mila posti annuali). Entrambe le compagnie aeree hanno un accordo di code share che hanno rafforzato a febbraio di quest’anno.

 

 

Ultime notizie

 Volotea ha inaugurato la sua undicesima base presso l’aeroporto di Marsiglia: qui verranno basati 2 aeromobili Boeing 717, permettendo un incremento significativo nel numero...

Lo scorso 16 aprile Air France ha inaugurato il suo nuovo servizio Parigi-Charles de Gaulle – Taipei (Taiwan). La compagnia offre ora ai suoi...

Media Partnership