Dalla scorsa settimana si chiama Gartour by Destination Italia: il ramo d’azienda incoming dell’operatore è stata infatti ceduto all’azienda guidata Marco Ficarra e partecipata da Lastminute e Intesa San Paolo con decorrenza a partire dall’11 febbraio 2017.

Gartour aveva richiesto a novembre scorso il concordato preventivo che prevedeva l’affitto del ramo d’azienda o la sua dismissione per risanare la società.

Secondo quanto riporta l’Agenzia di Viaggi, l’affitto del ramo d’azienda avrà una durata di 12 mesi con possibilità di proroga o di acquisto totale della società. Destination Italia dovrebbe farsi carico di tutti i rapporti di lavoro, dei contratti attivi con i clienti e i fornitori, acquisire i diritti di proprietà del marchio e la maggior parte dei beni di proprietà di Gartour tramite la srl controllata Destination 2 Italy che avrà come amministratore delegato sempre Marco Ficarra.

Fuori dall’accordo resterebbero invece la divisione Gartour Caribe che si occupava di outgoing e la parte relativa ai debiti verso i creditori del tour operator romano.

Grazie a questa acquisizione Destination Italia avrà finalmente le skill per far partire il proprio ambizioso progetto di promozione all’estero del turismo italiano: annunciato esattamente un anno fa per essere online entro metà 2016 e poi nuovamente entro la fine dell’anno, il sito web è ancora al palo e presenta solo una pagina di cortesia.

Ultime notizie

Arkus Network, società di partecipazioni ed investimenti con sede in Roma, dopo aver rilevato nel settembre 2017 il marchio Best Tours da Alessandro Rosso...

In base ai dati rilasciati dal Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi), il numero di hotel guest che hanno soggiornato...

Media Partnership