Ieri, nel corso di un evento a Roma, TripAdvisor ha presentato i dati per l’Italia dello studio commissionato a Oxford Economics sul “Contributo Economico Globale di TripAdvisor”. Dal report risulta che i contenuti del portale hanno influenzato nel 2014 circa 22,4 milioni di viaggi e di questi una discreta parte è stata effettuata in Italia: oltre 600mila.  Inoltre ammonta a 48 miliardi la spesa turistica generata direttamente da Tripadvisor di cui 2,3 miliardi in Italia. Se invece consideriamo la spesa turistica in cui Tripadvisor ha solo influenzato il processo di prenotazione arriviamo alla cifra di 350 miliardi, pari al 10% della spesa turistica mondiale, di cui 14,1 miliardi in Italia. Numeri importanti che potete vedere riassunti nella seguente tabella:

tripimpatto

Se da una parte lo studio condotto da Oxford Economics evidenzia che i viaggiatori che hanno utilizzato TripAdvisor durante la pianificazione del proprio viaggio hanno effettuato una spesa media giornaliera inferiore rispetto alle medie di settore, dall’altra questa riduzione viene compensata dall’aumento del numero e della durata dei viaggi che gli stessi viaggiatori hanno effettuato. Ciò significa che il risparmio giornaliero generato dalla comparazione di prezzi differenti ha aiutato il viaggiatore medio a prolungare i propri viaggi e, di conseguenza, a spendere di più durante il soggiorno nella destinazione.

La portavoce di Tripadvisor in Italia, Valentina Quattro, fa notare come il portale “Sta avendo un duplice effetto sulla spesa di viaggio. Da un lato i visitatori stanno risparmiando sulla spesa giornaliera utilizzando il sito per trovare offerte migliori e, dall’altro, la sicurezza che acquisiscono leggendo le recensioni porta a una crescita del numero dei viaggi e della loro durata”

Altri dati interessanti dello studio riguardano i posti di lavoro creati dall’indotto di Tripadvisor in Italia, pari a circa 47mila e il numero di pernottamenti turistici in Italia in cui Tripadvisor è stato un fattore di scelta per una quota di 61,1 milioni.

evento tripadvisor
Nella foto i partecipanti al panel Francesco Palumbo del Mibacr, Valentina Quattro di tripadvisor, Nicola Nobile di Oxford Economics e Giancarlo Carniani di BTO

All’evento di presentazione erano presenti due ospiti d’eccezione come il direttore generale turismo del Mibact, Francesco Palumbo e il direttore di BTO, Giancarlo Carniani.

Per Palumbo “La ricerca testimonia l’importanza della brand reputation nel percorso decisionale del viaggiatore. Questo porta TripAdvisor a dotarsi di strumenti conoscitivi avanzati per orientare le scelte imprenditoriali e a diventare un interlocutore nella raccolta di dati che consentono di discutere e orientare più in generale anche gli indirizzi strategici e di governance del turismo. Quest’ultimo aspetto è particolarmente rilevante nell’ambito del percorso partecipato di costruzione del Piano Strategico del Turismo 2016 che è di prossima approvazione”.

“Da tempo sostengo come il modello di business di TripAdvisor sia uno dei più intelligenti nati dalla new economy del turismo” ha aggiunto Giancarlo Carniani “Ha dato a ogni singola struttura la possibilità di competere allo stesso modo aprendo di fatto un mercato nuovo che prima non esisteva, e questi dati dimostrano la sua importanza. È innegabile inoltre come il tema della reputazione sia diventato centrale non soltanto per le strutture ricettive ma anche per destinazioni, ristoranti e musei”.

Ultime notizie

video

WeRoad, la nuova community di viaggiatori on the road lanciata lo scorso marzo da Travel4Target, il tour operator che organizza viaggi evento per community...

Gli Europei di calcio del 2020 saranno la prima edizione del torneo in 60 anni di storia a non avere un paese ospitante: le...

Media Partnership