Infografica

In linea con lo scorso anno: è questa la fotografia dei consumi al ristorante per le festività natalizie del 2016 scattata da TheFork: secondo un sondaggio condotto su quasi 700 utenti italiani la spesa prevista per andare a mangiare fuori si attesterà quest’anno tra i 25 e i 50 euro a persona, esattamente come nel 2015. Nel segno della continuità e della tradizione anche le scelte degli utenti in fatto di tipologie di ristoranti e pietanze che non possono mancare in tavola.

A cena per scambiarsi gli auguri
Il 77,6% degli intervistati parteciperà a cene al ristorante per scambiarsi gli auguri. Si tratterà nell’ordine di cene con gli amici, in famiglia e aziendali. Il 75% degli intervistati passerà una festività natalizia al ristorante. È interessante notare che si tratterà soprattutto del Natale (49,4%), seguito dal Capodanno e dalla Vigilia di Natale. Quanto alle intenzioni di spesa, il budget allocato dagli utenti per la ristorazione nel 2016 rimane stabile rispetto all’anno scorso: il 46,8% dei rispondenti afferma di voler spendere al ristorante dai €25 ai €50 a persona, il 21% dai €50 ai €90, il 9,6% dai €90 ai €150 e solo il 5% degli utenti prevede di spendere di più rispetto al 2015.

Festività nel segno della continuità e della tradizione
Parole d’ordine continuità e tradizione anche in quanto a tipologia di cucina scelta. La maggioranza degli intervistati opterà per ristoranti specializzati in tipicità regionali (55,2%) e piatti di pesce (25,6%). Per quasi il 7% dei rispondenti, le feste natalizie saranno invece un’occasione per provare un ristorante di alta cucina. Nel menù delle feste, le pietanze regionali preparate in occasione di queste festività sono d’obbligo anche sulla tavola del ristorante seguite dai secondi di pesce e la pasta ripiena.

Prenotazione anticipata e attenzione a recensioni, menù e prezzi medi
Il 52% degli intervistati afferma di voler prenotare con due o più settimane di anticipo, mentre la tendenza del 2015 era quella di prenotare “last minute”. Quanto alla scelta del locale da parte degli utenti, questa sarà basata soprattutto su prezzo medio del ristorante, ambiente e servizio e recensioni. Pesano meno, nella scelta degli utenti, la disponibilità di promozioni e la presenza di animazione.

Lo scenario internazionale
Se guardiamo i dati relativi alle prenotazioni avvenute a novembre su tutti i canali di TheFork, che contano oltre 12 milioni di visite mensili, le prenotazioni per i gruppi a novembre risultano in salita, complice forse l’inizio dei festeggiamenti. Rispetto allo scorso anno, in Francia e Paesi Bassi si registra un +12%, in Italia e Spagna il rialzo è rispettivamente di 24 e 25 punti percentuali, mentre in Portogallo si sfiora un +30%. Timido invece il rialzo in Svizzera (+8.8%). Il prezzo medio più prenotato risulta in linea con le intenzioni di spesa degli utenti e denota una tendenza simile in Europa, oscillando dai 26€ ai 29€ a Lisbona, Madrid, Roma e Amsterdam. Sono invece disposti a spendere di più in Francia e Svizzera, dove il costo per coperto medio più prenotato va dai 30€ ai quasi 50€. Infine, il sabato è la giornata in cui si va maggiormente al ristorante, mentre si prenota a partire dal giovedì.

Ultime notizie

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi...

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo...

Media Partnership