Nel 2020 competenze digitali necessarie nell’85% dei lavori

Nel 2020 competenze digitali necessarie nell’85% dei lavori

competenze digitali
Stime dell'Unione Europea indicano che da qui al 2020 nei Paesi dell'Ue ci saranno circa 850 mila posti di lavoro che non potranno essere coperti per mancanza di competenze digitali

Nel 2020 le competenze digitali saranno necessarie nell 85% delle professioni. Secondo lo scenario delineato da Fabio Vaccarono, managing director di Google Italia e membro del management board di Google Emea, durante l’incontro sull’Internet Industry organizzato a Roma dall’Avio Aero, fra 5 anni nel mondo saranno 5 miliardi le persone collegate a Internet, e lo faranno soprattutto con gli smartphone. Ci stiamo preparando a un vero a proprio salto digitale, spiega Vaccarono. Nel periodo di tempo considerato le persone connesse, a oggi tramite 2 o 3 dispositivi, sono destinate a passare dagli attuali 2,8 miliardi a 5, utilizzando 5 o 6 dispositivi, molti dei quali indossabili come Google glass e orologi.

Stime dell’Unione Europea indicano che da qui al 2020 nei Paesi dell’Unione Europea ci saranno circa 850 mila posti di lavoro che non potranno essere coperti per mancanza di competenze digitali, riporta una notizia Ansa. Con Internet siamo nel pieno di una rivoluzione pervasiva, ma “finora abbiamo visto davvero pochissimo”, aggiunge Vaccarono. Se oggi gli smartphone vengono consultati circa 150 volte al giorno, in futuro si vivrà costantemente collegati alla rete. E una rivoluzione culturale “è la condizione indispensabile” per affrontare il lavoro del futuro.

Ultime notizie

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi...

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo...

Media Partnership