NightSwapping, startup che permette lo scambio di ospitalità tra i membri della propria community, lancia il “motore di ricerca invertito“: attraverso la piattaforma ora, oltre ad indicare una destinazione di ricerca, è possibile filtrare il numero di chilometri che si intende percorrere e l’applicazione fornirà automaticamente le soluzioni disponibili entro quel range di ricerca.

NightSwapping è la prima piattaforma al mondo di baratto di notti, con 180 mila membri in più di 160 Paesi: una sharing economy autentica senza scambio di denaro tra i membri della community.

Attualmente gli italiani iscritti su NightSwapping sono oltre 30.600 : città come Roma, Bologna, Torino e Milano hanno ben accolto il concetto risultando fra le città con più membri ospitanti a livello internazionale, alla stregua di città come Madrid, Lione, Lisbona.

Durante l’anno gli italiani prediligono utilizzare la piattaforma per spostamenti brevi, soprattutto durante i week end, restando prevalentemente sul territorio italiano. L’estate è invece il periodo in cui gli utenti organizzano nightswap più lunghi e in questo caso le destinazioni variano, spostandosi anche molto verso l’estero. I paesi con cui avvengono più spesso gli scambi con l’Italia sono la Spagna e la Francia e, in seconda battuta, il Portogallo, l’Olanda e Malta.

Ultime notizie

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi...

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo...

Media Partnership