Onefinestay guarda al Nord Italia con un’offerta sempre più posizionata sul lusso

Onefinestay guarda al Nord Italia con un’offerta sempre più posizionata sul lusso

E’ tempo di bilanci per Onefinestay, il portale di home sharing per case di lusso che festeggia un anno dall’arrivo in Italia, con l’apertura a Roma, e inizia a pensare ai propri obiettivi futuri.

In Bit è passato al nostro stand Federico Oneto, country manager per l’Italia della startup del gruppo Accor: “Il 2016 è stato un anno posititvo per Onefinestay – esordisce – così come il primo trimestre del 2017 in cui sono già arrivate molte prenotazioni per l’estate.  Merito anche del nostro riposizionamento che dalla fine dell’anno scorso si è concentrato su case di lusso su cui stiamo avendo anche un notevole ritorno di immagine, in linea con quanto pensato da Accor che ci vede come uno dei suoi prodotti di fascia alta insieme a Fairmont per l’hotellerie”

A Roma sono 65 le case prenotabili sul sito di onefinestay con alcuni dati interessanti: la spesa media per prenotazione è di circa 2000 euro per un numero medio di ospiti pari a 3 (inferiore alla media globale di 3,5). Curioso il confronto fra il soggiorno medio alberghiero dei turisti in viaggio a Roma, 2 giorni, praticamente un weekend, con quello globale degli ospiti nelle case onefinestay, che ammonta invece a quasi 6 giorni.

La sfida per il 2017 è quindi quella del prolungamento del soggiorno medio, oltre all’espansione che sembra ormai alle porte. “Guardiamo con interesse al nord” ci conferma Federico Oneto che però non si sbottona più di tanto e lascia a noi il compito di immaginare dove. Visto il posizionamento di Onefinestay molto orientato al business travel è facile intuire che Milano sia uno degli obiettivi principali. Sul lato leisure un accenno a mete stagionali fa pensare o a una città d’arte o a isole a forte vocazione balneare.

A livello globale Onefinestay può contare su  oltre 2.500 immobili disponibili e 5.340 camere. Nel 2016 inoltre ha lanciato Collections, una selezione di case esclusive, spesso di proprietà di vip, in alcune delle destinazioni leisure più apprezzate in Europa e negli Usa, a partire dagli Hamptons, dove le prenotazioni per 20 straordinari immobili sono già attive. Nel corso del 2017 il lancio di nuove destinazioni delle Collections includerà il sud della California (Palm Springs, San Diego, Newport Beach), la Costa Azzurra (Cannes e Cap d’Antibes) ed  Edimburgo.

Ultime notizie

Gecohotels continua a crescere in Toscana e annuncia l’ingresso nel gruppo di 2 prestigiosi hotel a Montecatini Terme. Si tratta del Grand Hotel Vittoria e...

Marriott Hotels ha debuttato a Voronezh con l’apertura del Voronezh Marriott Hotel. Situata nel sud della Russia sul fiume Voronezh, la città è riconosciuta nella...

Media Partnership