Palermo piace a tutti: 9 visitatori su 10 la consigliano

Palermo piace a tutti: 9 visitatori su 10 la consigliano

Palermo
Palermo

Palermo è promossa da 9 turisti su 10, e il 51,6% di chi ci è stato dichiara di voler ritornare. Secondo il Report turismo 2016, commissionato dall’Ente bilaterale regionale turismo Sicilia e dalla Città metropolitana di Palermo, il 91,8% degli intervistati consiglierebbe a un amico un viaggio a Palermo.

L’obiettivo del report, realizzato dagli studenti dell’Istituto Superiore Francesco Ferrara di Palermo sulla base di 2.900 interviste, è fornire un quadro conoscitivo del turismo incoming nella città e definire l’identikit di chi sceglie Palermo come meta di vacanza. Quanto a provenienza il 61% dei turisti intervistati è composto da europei, il 17 % da italiani, e il 21% da turisti provenienti da Paesi extra-Ue. Tra gli europei, il 37,4% proviene da Francia, Regno Unito (32%), Spagna (16,7%) e Germania (6,7%), mentre oltre i confini europei, il 40% da USA, Argentina (8,5%), Sudafrica (7,8%), Canada (7%) e Australia (5,4%).

Chi sceglie Palermo come meta di soggiorno lo fa per le sue attrattive artistiche e culturali (30% italiani e 40% stranieri), per le sue prelibatezze eno-gastronomiche (15% sia italiani sia stranieri), e per la professionalità degli operatori turistici e delle strutture ricettive, come hotel, ristoranti, b&b, case-vacanza. In ogni caso, uno dei punti che giocano a favore del capoluogo siciliano è il suo rapporto qualità- prezzo, giudicato buono dal 51% degli italiani e dal 48% degli stranieri. Il consiglio degli amici nella scelta? È decisivo per il 20% degli italiani e per il 10% degli stranieri.
Tra gli italiani che hanno visitato l’anno scorso Palermo, 8 su 10 sono diplomati, il 27% sono lavoratori dipendenti e il 17 % pensionati. E quanto a spesa, oltre il 50% dei turisti, sia italiani sia stranieri non spende oltre 60 euro al giorno, mentre solo il 10% degli italiani e il 15% degli stranieri spende più di 90 euro.

Inoltre, dal report risulta confermata l’abitudine della vacanza fai-da-te (70% italiani e 66% stranieri), ma resiste una percentuale che continua ad affidarsi alla professionalità delle agenzie di viaggio: 23 % italiani e 24 % stranieri. Una quota di mercato poi resta appannaggio dei viaggi organizzati. Scelti dal 7 % degli italiani e dal 10 % degli stranieri.

Ultime notizie

Da venerdì 25 maggio entra in vigore ufficialmente il nuovo regolamento europeo per la privacy, noto alle cronache con l'acronimo GDPR, General Data Protection...

Tante idee, tante novità: è quello che devono aspettarsi i 500 partecipanti alla Convention Gattinoni Mondo di Vacanze che si terrà questo fine settimanaall’Ethra Reserve in Puglia, da sabato...

Media Partnership