Chi ha scorso la lista di vincitori e nomination agli Italia Travel Awards 2017 potrebbe aver notato l’assenza di tutti i marchi dei gruppi Alpitour e Costa Crociere (e che comprendono tra gli altri anche Geo Travel network, Welcome travel, Press Tours, Swan tour, Viaggidea, Villaggi Bravo, Voi Hotels, Francorosso e Karambola)

Le due aziende hanno infatti chiesto di essere escluse dalle votazioni e sono state accontentate con tanto di integrazione nel regolamento del concorso che escludeva la possibilità di votare il gruppo Alpitour e tutti coloro che avrebbero fatto richiesta analoga in seguito.

Le motivazioni ufficiali si possono leggere nelle mail che i due operatori hanno inviato ai propri agenti di viaggio e che ci sono state fornite su Facebook. Queste riguardano principalmente le modalità di assegnazione dei premi, effettuati tramite votazioni online: un metodo che secondo le due aziende non è in grado di dare risultati veritieri.

Nella sua missiva Alpitour infatti scrive: “Preferiamo non partecipare a iniziative e sondaggi effettuati da enti diversi da istituti di ricerca nazionali ed internazionali. Questi ultimi infatti compiono analisi quali/quantitative campionarie che sono effettivamente in grado di trasferire risultati funzionali al continuo sviluppo dei nostri servizi e al miglioramento della relazione con i nostri comuni clienti. Coerentemente a quanto sopra, non riconoscendo gli esiti del concorso come indicazione di mercato, ci siamo volontariamente sottratti alla partecipazione”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Costa Crociere: “Desideriamo partecipare esclusivamente a sondaggi e/o statistiche effettuati da istituti di ricerca riconosciuti, i quali effettuano operazioni di analisi su campioni statistici a loro volta certificati”.

Queste considerazioni non hanno comunque impedito nel 2016 ad Alpitour di ritirare i premi come miglior TO generalista e miglior sito internet, a Costa quelli di Miglior compagnia di crociere, miglior compagnia per innovazione e miglior pagina social aziendale e infine a Geo travel network, partecipata da entrambe, il riconoscimento come miglior network di agenzie.

Con questa presa di posizione le aziende ammettono che anche i premi dell’anno precedente non davano alcuna indicazione di mercato. Mercato che ha poco memoria, al contrario di Facebook: nella pagina di Geo c’è ancora il video che ricorda la premiazione dello scorso anno

 

 

Ultime notizie

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi...

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo...

Media Partnership