copertina cibiamoci

Nell’anno di Pistoia Capitale della Cultura, il Cibiamoci Festival, manifestazione dedicata al digital marketing per la filiera del food e per la ristorazione, torna il 16 maggio per la sua seconda edizione per promuovere la cultura del fare ristorazione con un menù arricchito di tante novità.

La prima edizione del festival, organizzato da Stiip, digital agency pistoiese, si è svolta il 18 ottobre 2016 con 150 partecipanti che hanno assistito ai 18 speech e workshop tenuti da professionisti del mondo della comunicazione, del marketing e del digital.

Il format è confermato anche per la seconda edizione con altrettanti incontri suddivisi in tre percorsi formativi dedicati a ristoratori, produttori food e produttori wine. Il percorso dedicato al vino è una delle novità della seconda edizione con un testimonial d’eccezione: Andrea Galanti, miglior sommelier d’Italia 2015.

“Ci siamo resi conto che c’è molto interesse a capire le logiche del digital marketing e le possibili sinergie con i produttori e i ristoratori – ha spiegato a GoNews il co-founder della manifestazione Pietro Fruzzetti – da qui riparte Cibiamoci, approfondendo tramite gli speech, i workshop e le tavole rotonde il modo in cui sta cambiando la comunicazione nel mondo del food, wine e restaurant. L’anno scorso l’evento era destinato a 150 partecipanti e abbiamo centrato l’obiettivo, quest’anno vogliamo raddoppiare”

Per la definizione del programma 2017 Cibiamoci si è avvalso di una new entry importante nel comitato scientifico: si tratta di Nicoletta Polliotto, CEO di Muse Comunicazione, esperta di digital marketing della ristorazione e co-autrice del libro “Ingredienti di digital marketing per la ristorazione” (leggi qui l’intervista che le abbiamo dedicato su webitmag).

“Sono sempre stata dell’avviso – ha dichiarato Nicoletta Polliotto sul blog del Cibiamoci Digital and Marketing Food Festival – che nei progetti vincenti occorrano alcuni ingredienti base: idee creative e coraggiose; capacità di analisi, di sviluppo, di visione; persone differenti e complementari (imprenditori giovani e altri consolidati, professionisti appartenenti ad aree diverse e con variegate formazioni culturali e accademiche). La ricetta in questo caso rasenta la perfezione, perché gli ingredienti ci sono tutti e mi paiono ben dosati”

I 18 incontri della giornata si focalizzeranno su marketing, social media management, content marketing, visual e comunicazione.

Tra gli argomenti di rilievo segnaliamo: “Menu design e neuromarketing” di Nicoletta Polliotto, “Visual marketing per il food” di Claudio Gagliardini, “Street Food, tra innovazione digitale e certificazione” di Mauro Rosati, “Dal foodporn al food commerce” di Fabrizio Todisco, “Food branding strategy” di Pietro Fruzzetti, “Food&Blog” di Riccardo Esposito e “Visual Restaurant” di Valentina Vellucci. Ci sarà spazio anche per due case history: Il caso “Andrea Galanti, #bestitaliansommelier” dalla viva voce del protagonista e il caso “Granoro”, raccontato da Cristiano Carriero.

Il programma completo della giornata lo trovate a questo link diviso nei tre percorsi formativi.
Per partecipare il prossimo 16 maggio, infine, occorre acquistare il biglietto di ingresso da questa pagina (79 euro + iva)

 

Ultime notizie

Il Codacons ha realizzato la classifica delle spiagge più costose ed esclusive d’Italia, dove sostare una sola giornata a godersi il mare e prendere il...

Emirates e flydubai hanno annunciato oggi una partnership ampia che vedrà le due compagnie aeree di Dubai unire le forze per offrire ai clienti...

Media Partnership