L’Europa continua ad essere terra di conquista da parte dei big del travel: dopo la tedesca Trivago, entrata nell’orbita di Expedia nel 2013 e la scozzese Skyscanner, comprata dai cinesi di Ctrip l’anno scorso, questa volta è il turno di Momondo. Il metasearch danese è infatti stato acquisito dal gruppo Priceline per 550 milioni di dollari in contanti, lo stesso gruppo che controlla il concorrente Kayak nonché il leader di mercato della ricerca di hotel Booking.com.

Lo riporta Skift che spiega come l’acquisizione ora debba essere approvata dalle autorità Antitrust.  Poco più di una formalità, dopo la quale il destino del metamotore è ormai segnato e con ogni probabilità sarà integrato all’interno del competitor Kayak. Non si sa ancora se saranno mantenuti entrambi i brand ma quel che è certo è che ad operazione completata utilizzeranno la stessa piattaforma tecnologica. Nell’acquisizione rientrano tutti gli asset del gruppo Momondo che comprendono anche il sito di ricerca voli Cheapflights e il gestionale per le aziende del travel Momondo pro. Una delle ipotesi sul piatto è che verrà deciso paese per paese quale brand mantenere attivo.

Il Ceo di Kayak Steve Hafner ha infatti spiegato a Skift che l’acquisizione del gruppo aiuterà Kayak in mercati come il Regno Unito, la Scandinavia e la Russia in cui Momondo è molto più forte. Kayak è infatti già da alcuni anni in Europa ma è riuscito a diffondersi meglio in paesi come Francia e Spagna e, in parte, in Germania e in Italia.

Ultime notizie

Il metamotore di ricerca viaggi KAYAK.it ha lanciato "Trend di Viaggio", una nuova, dinamica dashboard che, tramite un’interfaccia semplice da utilizzare, fornisce utili informazioni in merito...
volonline-luigi-deli

Volonline decolla verso il centro sud Italia: il tour operator, in costante espansione e crescita, dopo aver consolidato la sua presenza commerciale al nord...

Media Partnership