Il progetto astuto di Welcome Travel per far entrare i Millennials in...

Il progetto astuto di Welcome Travel per far entrare i Millennials in agenzia di viaggi

di -

Tra le novità presentate in questi giorni da Welcome Travel Group alle proprie agenzie viaggi ce n’è una che è passata un po’ sotto silenzio perché non riguarda direttamente il mondo del travel. Si tratta di una proposta di diversificazione dell’attività con lo scopo di portare molti più potenziali clienti a varcare la soglia del punto vendita.

E non saranno clienti qualunque perché parliamo proprio di quella fascia di pubblico, composta in gran parte da under 35, che utilizza principalmente il web per i propri acquisti.

Un’idea che appare molto astuta, machiavellica fin dal suo concepimento, e che potrebbe portare interessanti vantaggi a chi avrà il tempo e le risorse per sfruttarla, oltre che rappresentare un’aggiuntiva fonte di revenue per il dettagliante.

Ecco di cosa di tratta: le agenzie Welcome potranno diventare dei punti di ritiro e spedizione DHL, a fronte di una commissione percentuale sul valore della merce spedita o da consegnare, grazie a un accordo che l’operatore internazionale della logistica ha chiesto in maniera specifica a Welcome Travel Group in ragione della visibilità e riconoscibilità della sua insegna.

La ratio di questa opportunità è ben spiegata dall’amministratore delegato di Welcome Travel Adriano Apicella: “Stiamo lavorando per aumentare la pedonabilità dei punti vendita e siamo stati scelti da DHL, in virtù delle 600 agenzie che hanno un’insegna Welcome Travel, per far diventare l’agenzia anche un DHL Point. E’ una partnership che ci è piaciuta dall’inizio: DHL è un fornitore che si rivolge a una clientela premium che sicuramente potrà trovare altre opportunità interessanti all’interno dell’agenzia. Il cliente potrà scegliere l’agenzia Welcome per la spedizione e il ritiro di un pacco, ma soprattutto l’agente  Welcome  potrà proporre servizi aggiuntivi alla semplice spedizione. E’ un’opportunità interessante anche in virtù del fatto che DHL è uno dei principali corrieri utilizzati da Amazon. Quindi chi è abituato a comprare su questa piattaforma di e-commerce, e in gran parte sappiamo che sono Millennials, potranno scoprire l’offerta di Welcome Travel”.

Starà poi alla bravura dell’agente di viaggi far sì che il cliente di e-commerce si trasformi in cliente di viaggi, ma è senz’altro un’opportunità che sarebbe più difficile da ottenere senza il contatto visivo.

Ultime notizie

Babaiola, community di viaggiatori LGBT con oltre 19 mila viaggiatori iscritti, ha lanciato la propria campagna di crowdfunding con l'obiettivo di raccogliere 60mila euro.I fondi...

Wizz Air ha introdotto Fare Lock, un nuovo servizio che permetterà ai passeggeri di bloccare la tariffa prescelta per un volo specifico, pagando un costo fisso, indipendentemente...

Media Partnership