Ricerca Coop: per gli italiani le vacanze sono “essenziali”

Ricerca Coop: per gli italiani le vacanze sono “essenziali”

di -
Ricerca Coop: gli italiani tornano a viaggiare
Ricerca Coop: gli italiani tornano a viaggiare

Pronti addirittura a risparmiare sulla spesa pur di avere qualche risparmio da investire nelle vacanze. I viaggi sono in cima alla lista dei desideri degli italiani, un “bisogno essenziale” tanto che il 76% di loro è disposto a risparmiare su pranzi e cene al ristorante pur di fare un viaggio, il 61% sulla cultura e il tempo libero e il 35% è pronto a tagliare anche sulla spesa. È quanto emerge dalla ricerca Le intenzioni di viaggio degli italiani per l’estate 2017, realizzata da Coop per il suo portale e presentata a Milano in occasione del lancio con Viaggi Coop del nuovo piano industriale di Robintur. Il periodo di rilevazione va dal 27 marzo al 3 aprile 2017 su un campione di mille interviste. Nel 2017 sono il 10% in più gli italiani che intendono andare in vacanza nel periodo estivo, rispetto a quelli che lo hanno fatto nel 2016.

italiani-in-vacanza-coop
Una persona su due ha già prenotato o lo farà a breve (52%), crescono del 28% le intenzioni di viaggio per vacanze itineranti e all’insegna della natura. Per quanto riguarda la tipologia di viaggio, il mare resta la meta preferita dell’estate 2017, in aumento del 9% rispetto alla rilevazione precedente, mentre cala del 4% l’appeal delle città e dei luoghi culturali. In Italia, le destinazioni predilette si confermano Sicilia e Puglia, seguite dalla Liguria, mentre cresce in modo sostenuto il fascino dell’estero, con Spagna e Grecia in testa. Se per 4 italiani su 10 la vacanza è low cost, cresce però il desiderio di un viaggio high value, in villaggio, in albergo e in crociera, quest’ultimo un prodotto che aumenta del 24% nelle intenzioni dei nostri connazionali. Un altro dato interessante della ricerca rivela che gli italiani scelgono nel 62% dei casi la propria vacanza in base ai desideri o a una ricerca personale, non tanto per consigli di amici e conoscenti. Però, racconta ancora il 69% del campione, è capitato una volta arrivati a destinazione di essere delusi per la mancata rispondenza di quanto promesso. E addirittura il 16% degli intervistati è incappato in un’autentica truffa turistica.

Ultime notizie

Babaiola, community di viaggiatori LGBT con oltre 19 mila viaggiatori iscritti, ha lanciato la propria campagna di crowdfunding con l'obiettivo di raccogliere 60mila euro.I fondi...

Wizz Air ha introdotto Fare Lock, un nuovo servizio che permetterà ai passeggeri di bloccare la tariffa prescelta per un volo specifico, pagando un costo fisso, indipendentemente...

Media Partnership