Ryanair passa dagli avvertimenti ai fatti e cambia la propria policy bagagli dopo aver registrato durante l’estate ritardi per colpa delle regole non rispettate. Non sono bastati dunque i ripetuti appelli a rispettare le misure standard dei bagagli, l’ultimo poco più di due settimane fa

Alcune delle modifiche sono positive e riguardano il bagaglio in stiva acquistato il cui costo scende da 35 a 25 euro con capienza che aumenta da 15 a 20kg.

Più restrittive invece le regole per i bagagli a mano. E’ sempre possibile portarne a bordo due, 1 bagaglio a mano standard (55cm x 40cm x 20cm; peso massimo: 10kg) e 1 borsa piccola (come una borsetta da donna, borsa porta computer, borsa degli acquisti fatti in aeroporto).

Quello che cambia è che solo chi ha acquistato l’Imbarco Prioritario (incluse le tariffe Plus, Flexi Plus e Family Plus) potrà imbarcare entrambi i bagagli a mano in cabina.
L’Imbarco Prioritario può essere acquistato a 5 euro al momento della prenotazione, oppure aggiunto alla prenotazione al costo di 6 euro fino ad un’ora prima della partenza del volo.

Gli altri potranno portare a bordo quello più piccolo ma quello standard sarà imbarcato gratuitamente in stiva.

Tutte le modifiche saranno operative a partire dal 1° novembre 2017.

In questo modo Ryanair conta di velocizzare le procedure di imbarco ed eliminare le code al gate nel momento in cui non ci sarà più da fare la gara per essere imbarcati a bordo.

Per i clienti che non vogliono acquistare l’imbarco prioritario non c’è un aggravio di costi ma c’è evidentemente una maggiore perdita di tempo con code che si sposteranno all’attesa bagagli dato che verrà stivato quello più grande.

Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer di Ryanair, ha affermato: “I cambiamenti alla policy bagagli costerà a Ryanair oltre 50 milioni di euro all’anno in conseguenza della riduzione delle tariffe per i bagagli registrati. Nonostante ciò, siamo convinti che offrire bagagli più grandi a tariffe ridotte incoraggerà più clienti a considerare l’acquisto del bagaglio registrato, riducendo il numero di passeggeri che raggiungeranno il gate d’imbarco con due bagagli a mano, causa di ritardo dato l’elevato numero di bagagli da imbarcare al gate.

Ci auguriamo che permettendo a tutti i clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario di trasportare un solo bagaglio a mano piccolo, stivando gratuitamente quello più grande, si accelerino le procedure di imbarco eliminando i ritardi causati dalla mancanza di spazio nelle cappelliere a bordo dei voli più pieni per ospitare 360 bagagli a mano (due bagagli per 182 passeggeri).

Le tariffe ridotte e l’aumento della franchigia per i bagagli registrati saranno in vigore a partire dal 1° novembre e speriamo che i nostri clienti siano soddisfatti dal risparmio che porterà la nostra nuova policy bagaglio semplificata.”

Domenico è giornalista e consulente in web marketing nei settori del turismo, dell'enogastronomia e dell'organizzazione di eventi. Iscritto all'Odg dal 2001, è editor di Webitmag - web in travel magazine da aprile 2015. Laureato in economia aziendale in Bocconi, è stato web project manager di alcune delle più importanti manifestazioni in Italia su turismo e meeting industry

Ultime notizie

Four Seasons Hotels and Resorts, in collaborazione con Finchatton Ltd, società internazionale di progettazione e sviluppo di residenze di alto livello, si appresta a...

HRS, global hotel solutions provider leader per i viaggi d’affari, ha annunciato la nomina di Mariaanna Peroncelli quale nuovo Head of MICE Italy and Spain .Dopo una laurea...

Media Partnership