Il Sand Hostel realizzato a Broadbeach, una delle spiagge più belle dell’Australia, è un ostello unico nel suo genere. E’ stato costruito in 21 giorni dall’artista australiano Dennis Massoud modellando ben 24 tonnellate della sabbia finissima e dorata che rende unica la Gold Coast, su progetto di Jon Dowding, celebre scenografo cinematografico (ha firmato, tra i tanti, “Mad Max” e “Laguna blu”).

La struttura, nata da un’idea di Hostelworld e Gold Coast, non è semplicemente un’opera d’arte, ma è funzionante in tutto e per tutto, e dal 20 al 22 settembre ospiterà fortunati turisti che potranno utilizzarla a proprio piacimento essendo incluso nella lista degli Ostelli in Australia. Potranno scegliere di socializzare conoscendo nuovi amici nella stanza allestita con otto letti, oppure godere della propria privacy nella camera luxury. In entrambi i casi il tema dominante sarà la Natura e, soprattutto, le calde atmosfere australiane.

L’idea di creare un ostello da sogno è nata quando Hostelworld ha chiesto alla comunità di Facebook di esprimersi su quale sarebbe potuto essere un ostello per vivere un’esperienza unica, come può esserlo l’Andean cliffside hostel, l’ostello “appeso” sulle pareti delle ande peruviane, o l’Ice Palace in Islanda dove le stanze sono completamente di ghiaccio. Il 59% ha risposto: un ostello di sabbia su una spiaggia australiana.

Detto… fatto! Ecco che per tre giorni questo sogno diventa realtà, con tanto di eventi e momenti per socializzare, tipici proprio della vita negli ostelli. Durante il soggiorno si potranno seguire lezioni di surf o andare a scuola di cocktail, prendere parte a classi di yoga, partite di beach volley, ascoltare musica dal vivo, mentre si sorseggiano pinte di birra artigianale apprezzano la cucina locale, proprio come sono soliti fare gli ospiti della Gold Coast.

E con il calare della notte, la scena verrà presa da musicisti locali e dj internazionale tra i quali Roland Tings e CC.Disco, che proporranno live set trasmessi in diretta streaming per dare la possibilità anche al resto del mondo, di godere di quella sensazione di calda sabbia tra le dita dei piedi.

“Facendo squadra con Gold Coast Tourism – ha detto Niall Walsh, responsabile acquisizioni Hostelworld – abbiamo voluto offrire una percezione maggiore del mondo degli ostelli, mostrando quanto possono essere posti unici nell’incontrare persone da tutto il mondo con l’intento di creare e condividere straordinari ricordi”.

“E’ stato un processo naturale unirci ad Hostelworld per questo progetto unico – ha detto Dean Gould, direttore esecutivo Goal Coast Tourism -. L’intento è proprio quello di mostrare a un pubblico giovane la bellezza della Gold Coast attraverso una ospitalità sempre più all’avanguardia. La centenaria cultura, la crescita dei produttori di birra artigianale, le spiagge iconiche, il lussureggiante entroterra, costituiscono scena perfette per nuove esperienze memorabili. C’è un’energia inspiegabile che vive qui e invitiamo i giovani viaggiatori a scoprirla da sé”.

Ultime notizie

L'autunno è arrivato e con i primi freddi è giunta anche l'annunciata chiusura dell'acquisizione di Blue Panorama da parte di Uvet, una novità che...

Per ogni ospite sorridente, c’è sempre un professionista dietro le quinte che ha reso il suo soggiorno indimenticabile magari adoperandosi per fare qualcosa che andava...

Media Partnership