Sardegna, sette eventi in sette borghi nel segno del vino

Sardegna, sette eventi in sette borghi nel segno del vino

Territori del vino e del gusto. Sette eventi in sette borghi per valorizzare non solo bottiglie e piatti. Ma anche ambiente, storia e architettura. Con un obiettivo: creare le premesse per un’offerta turistica in Sardegna anche lontana dalle spiagge. Con una vacanza-bis da assaporare magari anche fuori stagione.

Bellezze in mostra e prelibatezze in tavola, però, già da quest’estate. Si parte il 30 giugno a Baunei. E si continua a luglio a Nuoro (il 7 luglio), a Orosei (14 luglio), Aggius (29 luglio). Poi agosto: Atzara il 5 e Sant’Antioco il 26. Infine settembre, il 15 a Cabras. L’iniziativa si inquadra all’interno di un programma di cooperazione interregionale promosso dall’assessorato regionale del Turismo in collaborazione con la Regione Sicilia.

Determinante anche il ruolo di Laore: l’agenzia già da qualche anno sta portando avanti un programma di assistenza tecnica finalizzato a valorizzare i territori in cui operano le Strade del vino. “Vogliamo dare un segnale importante di qualità – ha detto l’assessora del Turismo Barbara Argiolas durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa – i turisti vogliono conoscere, non solo trascorrere delle belle serate. È uno dei progetti veri di turismo che pone al centro le produzioni locali”.

Il vino sarà la star del programma: in campo novanta cantine. Ma intorno a calici e bottiglie si svilupperà tutto il resto tra esposizioni di prodotti tipici e degustazioni. Costo complessivo dell’operazione: 280mila euro.

Ultime notizie

Bar e ristoranti si confermano il volano della ripresa dei consumi delle famiglie italiane. Questa una delle principali evidenze emerse dall'ultimo Rapporto Ristorazione della Fipe...
Airbnb

Dura replica di Airbnb alla notizia che l’Aula del Pirellone ha approvato il 17 gennaio scorso la legge che introduce il Codice Identificativo di...

Media Partnership