“A seguito del terremoto che ha colpito le aree al confine di Grecia e Turchia, con epicentro nel Mar Egeo tra l’isola di Kos e la costa Turca vicino Bodrum, abbiamo notizia che le località turistiche più note sono state solo minimamente interessate dall’evento tellurico. Le informazioni ufficiali ed ufficiose che provengono dalla zona del sisma sono rassicuranti e informano di danni a strutture storiche o vetuste ma pochi e limitati alle strutture turistiche. Non vi sono al momento emergenze particolari salvo, come si conviene in questi casi, la raccomandazione di  mantenere alta l’attenzione”

A riferirlo è l’associazione degli agenti di viaggio e tour operator Fto, Federazione del turismo organizzato che assicura di essere in costante contatto con la Farnesina e offrire supporto agli associati qualora ve ne fosse bisogno.

Molti sono infatti i tour operator che operano sull’isola, molti dei quali aderenti ad Astoi Confindustria Viaggi che in un comunicato ha fatto sapere che i clienti italiani in loco stanno bene e che, nonostante il comprensibile timore, sono tutti in buone condizioni.

Allo stesso modo – prosegue la nota stampa Astoi – non sono stati registrati danni strutturali ai resort, tutti i servizi sono fruibili e i Tour Operator dell’Associazione sono in costante contatto con rappresentanti e personale locale per un aggiornamento in tempo reale della situazione.

Situazione dunque che sta tornando alla normalità: gli operatori stanno gestendo le telefonate dei clienti relative a richieste di informazioni e stanno fornendo i dovuti aggiornamenti.

I Tour Operator ASTOI confermano la piena operatività ed informano che le partenze di questo week end per Kos, in caso di specifica richiesta da parte dei clienti, sono state già tutte gestite attraverso l’offerta del cambio di destinazione o  di un buono dello stesso valore valido per una prossima vacanza.

Alcuni hanno offerto la cancellazione senza penali solo nella giornata di ieri, come Eden Viaggi, che invece per le prossime partenze offre due opportunità: cambiare destinazione con eventuale integrazione della quota o congelare l’importo del viaggio per una nuova prenotazione da effettuare entro il 31 ottobre.

Nardo Filippetti, presidente di Astoi e di Eden Viaggi ha commentato: “Questi sono eventi naturali imprevedibili. La differenza per i consumatori la fa il soggetto con il quale si sceglie di prenotare il proprio viaggio: il fai da te e le piattaforme on line, in questi casi,  non offrono alcuna tutela,  mentre i Tour Operator garantiscono assistenza e si prendono cura dei propri clienti, affiancandoli e  rimanendo a disposizione in ogni fase”.

Per la gestione delle partenze relative alle prossime settimane l’orientamento, al momento, è quello di attendere gli sviluppi e di verificare l’eventuale persistere dell’emergenza, monitorando le informazioni ufficiali fornite dalla Farnesina .

 

Ultime notizie

Si avvicina l’edizione 2017 dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera, uno degli eventi europei più amati dagli italiani, in programma dal 16 settembre al 3...

Il programma pilota più recente Delta Air Lines all’aeroporto internazionale Ronald Reagan di Washington permette ai passeggeri di collegarsi in video chat dall’aeroporto con uno specialista...

Media Partnership