Tourix, la startup che aiuta le agenzie viaggi a vendere online

Tourix, la startup che aiuta le agenzie viaggi a vendere online

tourix

Secondo i dati diffusi ieri dal Barometro online di Mark Monitor ben il 93% di chi acquista viaggi online è soddisfatto di ciò che ha acquistato contro circa un 7% di delusi. Eppure nonostante questi dati incontrovertibili le agenzie di viaggi in Italia faticano a vendere sul web, magari spaventate da testate che nel 2016 ancora demonizzano questo canale. Tutto questo mentre i pacchetti viaggi rappresentano una quota minima del transato sui canali online e circa metà del fatturato delle agenzie viaggi deriva dal self operating, secondo i dati diffusi la settimana scorsa da un network indipendente come Gattinoni: si tratta di una quota che potrebbe crescere molto se promossa adeguatamente online.

Una startup sta provando a risolvere questo gap che separa le agenzie viaggi italiane dal mondo dell’e-commerce. Si chiama Tourix, è stata fondata da due ex agenti di viaggio e da pochi giorni ha pubblicato la propria piattaforma che punta a far incontrare online la domande e l’offerta delle agenzie.

Claudia Marcon
Claudia Marcon – Tourix co-founder

Claudia Marcon, co-founder della piattaforma, ci spiega come è nata l’idea: “Siamo state ispirate da siti come immobiliare.it. Abbiamo pensato: se loro riescono a vendere online interi appartamenti di agenzie immobiliari perché non potrebbe esistere una piattaforma che fa lo stesso lavoro con le agenzie viaggi? Abbiamo inoltre notato che poche agenzie di viaggi sono attrezzate per vendere online e spesso hanno dei siti vetrina che non valorizzano le offerte che promuovono”

Il sito, visitabile all’indirizzo www.tourix.it, funziona con un motore di ricerca che permette di filtrare le proposte delle agenzie per destinazione, per tema del viaggio e per tipologia (individuale e di gruppo). Inoltre presenta classifiche che mettono in evidenza le mete più popolari e i last minute.

Al momento circa una dozzina di agenzie hanno aderito al progetto e pubblicato le proprie offerte.
“Vorremmo arrivare almeno a 50 agenzie entro fine anno – prosegue Claudia Marcon – al momento l’accesso alla piattaforma è gratuito e lo sarà per tre mesi, vale a dire finché non avremo concluso la fase di live test. A regime invece il modello di business sarà di tipo pay per lead: le agenzie continueranno a pubblicare le offerte gratuitamente e ci riconosceranno 4 euro per ogni contatto ricevuto attraverso il sito”

Tourix si presenta un po’ come il trivago delle agenzie viaggi: non è un’agenzia a sua volta per cui le transazioni dovranno poi essere concluse dall’agente di viaggio partner con gli strumenti a sua disposizione.

Oltre che b2c può funzionare anche come piattaforma b2b e favorire l’incontro tra piccoli tour operator e le agenzie stesse. Nei prossimi mesi partirà la campagna promozionale che coinvolgerà soprattutto il web e i social media.

Le agenzie viaggi interessate ad aderire alla piattaforma possono scrivere all’indirizzo e-mail info@tourix.it

 

Ultime notizie

Con la proliferazione di nuove tecnologie e l’evoluzione delle esigenze e delle aspettative dei viaggiatori d’affari, i travel manager hanno difficoltà a gestire programmi...

Franco Gattinoni ieri ha abbandonato il suo tradizionale aplomb e ha convocato una conferenza stampa per smentire con maggiore forza le notizie che, secondo...

Media Partnership