TripDoggy è una piattaforma lanciata ad Ottobre 2015 che facilita l’organizzazione di viaggi e vacanze pet-friendly attraverso l’aggregazione di strutture ricettive e lo sviluppo di prodotti turistici rivolti a chi viaggia con animali domestici. Esporrà a Bit 2017 nell’ambito dell’area startup dell’Associazione italiana Startup Turismo dopo l’esordio al NoFrills di Bergamo lo scorso settembre.

La startup si rivolge a un mercato, quello dei pet, in forte crescita con una spesa nel 2015 di 1.830 milioni di euro per i soli prodotti alimentari e con una crescita del 24,6% per accessori (igiene, giochi, spese, ecc.)

Il viaggiatore con amico “a 4 zampe” tende per il 74% ad organizzare la vacanza in autonomia mentre il 65% cerca informazioni su internet. In Italia sono presenti 7 milioni di proprietari e nel 2015 il 49% ha portato con sè il proprio cane durante le vacanze.

Forte di questo potenziale TripDoggy aggrega strutture e servizi rivolti a persone che viaggiano in compagnia del proprio pet e sviluppa esperienze di viaggio attivo sotto la forma del pacchetto turistico.

Da una parte quindi è un marketplace di strutture ricettive pet-friendly, dall’altra si occupa di sviluppo e promozione di prodotti turistici pet-friendly, dell’organizzazione di eventi di sensibilizzazione sull’argomento e di consulenza rivolta alle strutture ricettive volte a implementare una strategia d’accoglienza per i proprietari di animali domestici.

In poco più di un anno la nuova società ha realizzato numeri interessanti: 1000 utenti registrati e iscritti alla newsletter, 150 strutture pet friendly registrate online e oltre 8000 fedeli seguaci sui social.

Il futuro della società è invece orientato verso lo sviluppo di una piattaforma di direct booking e all’espansione in Europa.

Ultime notizie

video

WeRoad, la nuova community di viaggiatori on the road lanciata lo scorso marzo da Travel4Target, il tour operator che organizza viaggi evento per community...

Gli Europei di calcio del 2020 saranno la prima edizione del torneo in 60 anni di storia a non avere un paese ospitante: le...

Media Partnership