Turisti tartassati: il Sudafrica dà il via alla lotta anti- corruzione

Turisti tartassati: il Sudafrica dà il via alla lotta anti- corruzione

Una strada del Kruger National Park
Una strada del Kruger National Park

Contro la corruzione di poliziotti e funzionari pubblici, il Sudafrica si impegna a tutelare i turisti da richieste indebite. La notizia viene data, come riporta l’agenzia di stampa Agi, dal portavoce del Dipartimento della Sicurezza delle provincia di Mpumalanga, che con i suoi Kruger National Park e Blyde River Canyon è particolarmente frequentata dai turisti. Tra mance “obbligatorie”, finte multe e richieste di pagamento per multe inesistenti, pare che gli stranieri che visitano il Paese siano sempre più tartassati. Sulle sole strade sudafricane, dal gennaio 2014 ad oggi sono state segnalati ben 135 casi di estorsioni di denaro. Tra le richieste più incredibili, quella ricevuta da una famiglia olandese a Barnerton: 128 euro per cambiare corsia. Le autorità raccomandano di segnalare ogni richiesta indebita e di rivolgersi esclusivamente agli uffici della polizia, evitando le pattuglie.

Ultime notizie

L'autunno è arrivato e con i primi freddi è giunta anche l'annunciata chiusura dell'acquisizione di Blue Panorama da parte di Uvet, una novità che...

Per ogni ospite sorridente, c’è sempre un professionista dietro le quinte che ha reso il suo soggiorno indimenticabile magari adoperandosi per fare qualcosa che andava...

Media Partnership