Usa, il travel ban di Trump è entrato in vigore

Usa, il travel ban di Trump è entrato in vigore

Donald Trump. Foto Wikipedia
Donald Trump. Foto Wikipedia

E’ entrato in vigore alle 20 ora di Washington (le 2 in Italia) del 30 giugno il ‘travel ban‘ del presidente americano Donald Trump, parzialmente riattivato dopo la decisione della Corte suprema che lunedì scorso si è pronunciata sulla legittimità costituzionale. Come riporta AdnKronos, l’operatività del bando prevede che potranno entrare sul suolo americano soltanto i cittadini di Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen che dimostreranno di avere un legame legittimo negli Stati Uniti, vale a dire un ricongiungimento famigliare, un interesse lavorativo, la relazione con qualche organizzazione americana (in primis ragioni di studio). Per questi varranno le normali – e già rigide – procedure d’ingresso. Gli altri resteranno fuori, e l’ordine esecutivo di Trump resterà in vigore in questa forma almeno fino a ottobre, quando i giudici della Corte esprimeranno il proprio parere sulla costituzionalità del provvedimento. Per quanto riguarda i viaggi degli italiani e degli europei, non ci sono novità.

Ultime notizie

Arkus Network, società di partecipazioni ed investimenti con sede in Roma, dopo aver rilevato nel settembre 2017 il marchio Best Tours da Alessandro Rosso...

In base ai dati rilasciati dal Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi), il numero di hotel guest che hanno soggiornato...

Media Partnership