Per arginare il terrorismo gli Usa sembrano disposti a rinunciare anche al turismo. Come riporta Repubblica sull’agenda del segretario alla sicurezza interna John Kelly c’è la revisione del Visa Waiver Program, il programma che consente a una serie di Paesi l’ingresso turistico senza visto per 90 giorni, compilando un modulo online, per l’appunto l’Esta.

Le motivazioni risiedono nell’acuirsi del conflitto siriano: secondo l’Intelligence americana questo spingerà potenziali terroristi a viaggiare verso gli Usa e poiché molti di questi hanno passaporto europeo potrebbero ottenere l’ingresso nel Paese senza troppi sforzi.

Con queste motivazioni nelle prossime settimane si procederà al riesame del Visa Waiver Program con l’obiettivo di inasprire le procedure e, in ultima istanza, di ritornare alla richiesta del visto per alcune categorie di cittadini europei, un’operazione che riporterebbe il turismo indietro di molti anni ma che, secondo gli Interni Usa, garantirebbe maggiore controllo sugli ingressi.

L’Esta era già stato rivisto lo scorso anno inserendo la richiesta dei profili social dei richiedenti al fine di effettuare maggiori ricerche ma evidentemente la misura non è stata ritenuta così efficace.

Ultime notizie

Bar e ristoranti si confermano il volano della ripresa dei consumi delle famiglie italiane. Questa una delle principali evidenze emerse dall'ultimo Rapporto Ristorazione della Fipe...
Airbnb

Dura replica di Airbnb alla notizia che l’Aula del Pirellone ha approvato il 17 gennaio scorso la legge che introduce il Codice Identificativo di...

Media Partnership